Traduci
${alt}
di Michael Haederle

Alleviare il fardello della malattia

Un nuovo studio identifica un trattamento efficace della depressione per i pazienti in dialisi

I pazienti sottoposti a dialisi per malattia renale allo stadio terminale in genere devono trascorrere tre giorni alla settimana in una clinica collegata a una macchina che pulisce il loro sangue dalle tossine, fino a 3 ore e mezza alla volta.

Quindi potrebbe non essere una sorpresa scoprire che circa un terzo di loro soffre di depressione. I ricercatori dell'Università del New Mexico si sono uniti a uno studio di ricerca appena pubblicato che potrebbe indicare la strada verso il metodo migliore per trattare la depressione in questi pazienti.

Il loro studio, apparso questa settimana su Annals of Internal Medicine, ha scoperto che una prescrizione per l'antidepressivo sertralina (venduto commercialmente come Zoloft) ha portato a un risultato leggermente migliore rispetto alla terapia cognitivo comportamentale.

"C'è un ampio corpus di lavoro che mette in relazione la depressione con gli scarsi risultati in dialisi", ha affermato Mark Unruh, MD, specialista in reni e presidente del Dipartimento di Medicina Interna dell'UNM. "Questo è il più grande studio di intervento fatto per cercare di curare la depressione in dialisi".

Con una stima di 600,000 americani sottoposti a trattamento dialitico in un dato momento, i risultati hanno il potenziale per aiutare un numero considerevole di pazienti, ha affermato.

Unruh e Davin Quinn, MD, professore associato presso il Dipartimento di Psichiatria e Scienze Comportamentali dell'UNM, sono stati raggiunti nello studio da collaboratori dell'Università di Washington, del Southwestern Medical Center dell'Università del Texas e di altre istituzioni nel fornire i trattamenti per la depressione a 120 pazienti presso cliniche di dialisi nel New Mexico, Seattle e Dallas.

La terapia cognitivo comportamentale, in cui un paziente è guidato nell'identificare e riformulare pensieri e credenze negative, è generalmente considerata efficace quanto gli inibitori selettivi della captazione della serotonina come la sertralina nel trattamento della depressione.

Ai pazienti in dialisi, che spesso hanno sofferto di ipertensione e diabete non trattati prima di progredire verso l'insufficienza renale, possono essere prescritti una dozzina di farmaci o più, ha detto Unruh, creando un'ulteriore considerazione in termini di trattamento della depressione.

Due gruppi di 60 sono stati assegnati in modo casuale a ricevere la terapia cognitivo comportamentale o la sertralina. I terapeuti hanno incontrato uno a uno con i pazienti nel gruppo di terapia cognitivo comportamentale, mentre i pazienti assegnati al braccio sertralina dello studio avevano prescrizioni che potevano portare a casa. Tutti i pazienti sono stati valutati a sei settimane e di nuovo a 12 settimane per valutare se i loro sintomi di depressione fossero diminuiti.

Nel complesso, hanno riferito i ricercatori, i risultati per i pazienti con sertralina "erano modestamente migliori". Ma entrambi i gruppi di pazienti erano migliorati rispetto alle loro valutazioni di base, secondo lo studio.

Lo studio triennale è stato finanziato dal governo federale attraverso il Patient-Centered Outcomes Research Institute, un programma che richiede specificamente il coinvolgimento del paziente nella progettazione di un protocollo di ricerca.

"È davvero una grande cosa per i nostri pazienti partecipare agli studi, perché aggiunge la loro voce al modo in cui le persone vengono curate", ha detto Unruh. "Da queste persone che hanno il coraggio di partecipare a queste prove, siamo più informati su come prenderci cura di persone come loro".

Categorie: Impegno della comunità, educazione, salute, Notizie che puoi usare, Ricerca, Facoltà di Medicina, Prima pagina