Rendering dell'ampliamento dell'edificio dell'UNMCCC
Di Michele W. Sequeira

La richiesta di espansione

L'ampliamento della struttura della clinica consentirà all'UNM Cancer Center di offrire trattamenti non disponibili in altre parti dello Stato

Il Centro oncologico completo dell’Università del New Mexico si sta espandendo il suo spazio clinico per offrire trattamenti che nessun'altra entità nello stato può offrire.

L'edificio della clinica esistente comprende più di 200,000 piedi quadrati di sale esami, sale chirurgiche ambulatoriali, cabine per radiazioni, un'area per trapianti di midollo osseo e cellule staminali e una sala per infusioni di chemioterapia. L'edificio è stato inaugurato nel 2009 e alcune aree sono state completate nel 2017.

Ora serve ancora più spazio.

L’espansione della struttura farà spazio a macchine avanzate per trattamenti radioterapici, sale per trattamenti teranostici, procedure di radiologia interventistica e terapie cellulari che includono il trapianto di cellule staminali allogeniche e la terapia con recettori antigenici chimerici (CAR T).

Il nuovo edificio è stato inizialmente approvato per 28 milioni di dollari nel 2018, ma i piani sono stati sospesi a causa della pandemia COVID. Nel frattempo i costi di costruzione sono aumentati: il progetto ora costa 61 milioni di dollari.

La maggior parte dei finanziamenti proviene da finanziamenti obbligazionari attraverso l’Autorità Finanziaria del New Mexico e da stanziamenti della Legislatura dello Stato del New Mexico. Anche il Centro di scienze della salute dell’UNM sta fornendo alcuni fondi.

"A causa delle nostre sfide di bilancio, abbiamo suddiviso il progetto in tre segmenti", afferma Rodney Martinez, direttore finanziario dell'UNM Comprehensive Cancer Center. "E abbiamo dato la priorità a questi segmenti in base alle esigenze dei pazienti."

Sommario

  • L’UNM Comprehensive Cancer Center amplierà il proprio spazio clinico per soddisfare le esigenze dei pazienti offrendo trattamenti unici che non vengono offerti altrove nel New Mexico.
  • Il progetto deve essere suddiviso in segmenti per affrontare le sfide di bilancio.
  • Ai segmenti è stata assegnata la priorità in base alle esigenze dei pazienti.
  • Ampliamento dei programmi di radioterapia oncologica, teranostica e terapia cellulare; programma di radiologia interventistica da aggiungere.
  • Un evento rivoluzionario è previsto per il 14 dicembre alle 4:30. I membri dei mezzi di informazione sono pregati di confermare la presenza.

Celebrazione rivoluzionaria, 14 dicembre 2023

pale con logo
L'evento rivoluzionario ha avuto luogo il 14 dicembre 2023.
Parla Yolanda Sanchez
La direttrice e CEO dell'UNM Cancer Center, Yolanda Sanchez, dà il benvenuto alla folla.
Pannello innovativo
I relatori dell'evento ascoltano mentre parla il leader della maggioranza, rappresentante Gail Chasey. Seduti da sinistra a destra sono il Segretario ad interim | Dipartimento dell'Istruzione Superiore Patricia Trujillo; Douglas Ziedonis, vicepresidente esecutivo del Centro per le scienze della salute dell'UNM; il presidente dell'UNM Garnett Stokes; e Yolanda Sanchez, direttrice e CEO del Comprehensive Cancer Center dell'UNM.
Chasey parla al pubblico
La rappresentante Gail Chasey fa le sue osservazioni
Zideonis parla al pubblico
Douglas Ziedonis, vicepresidente esecutivo dell'UNM Health Sciences Center, interviene all'evento rivoluzionario dell'UNM Cancer Center.
Gli altoparlanti spalano lo sporco invisibile
I relatori spalano "terra invisibile", perché l'evento si è svolto al chiuso a causa del tempo inclemente. Da sinistra a destra ci sono il rappresentante Chasey, il segretario ad interim Trujillo, l'EVP Ziedonis, il presidente dell'UNM Stokes e il direttore e CEO dell'UNM Cancer Center Sanchez.
Gli ospiti assistono all'inaugurazione
Gli ospiti stanno a guardare l'inaugurazione.
Stokes, Sanchez e Trujillo parlano insieme all'evento
Il presidente dell'UNM Garnett Stokes, il direttore e amministratore delegato del Cancer Center dell'UNM Yolanda Sanchez e il segretario ad interim | HED Patricia Trujillo parla insieme all'evento
Rendering dell'ampliamento dell'edificio dell'UNM Cancer Center.
Rendering dell'ampliamento dell'edificio dell'UNM Cancer Center.
Rendering dell'ampliamento dell'edificio dell'UNM Cancer Center.
Rendering dell'ampliamento dell'edificio dell'UNM Cancer Center.
Rendering dell'ampliamento dell'edificio dell'UNM Cancer Center.
Rendering dell'ampliamento dell'edificio dell'UNM Cancer Center.

Segmento 1: Fuori il vecchio, dentro il nuovo

Nella prima fase, completata, la macchina per tomoterapia Accuray è stata sostituita con una Elekta Versa HD.

La macchina per tomoterapia è stata installata nel 2008 ed è stata la prima macchina per tomoterapia nel New Mexico. Era così grande che dovette essere smontato e rimosso in pezzi.

Il Versa HD appena installato può essere utilizzato per eseguire radioterapia a intensità modulata, radioterapia stereotassica corporea e radiochirurgia stereotassica per un'ampia varietà di tipi di tumore. La nuova macchina è anche più affidabile e di più facile manutenzione, afferma Martinez. È stato reso disponibile per i pazienti a dicembre.

La radioterapia stereotassica corporea è una procedura non invasiva che fornisce una dose elevata di radiazioni al tumore ma una dose molto più bassa ai tessuti circostanti, uccidendo così le cellule tumorali ma risparmiando le cellule vicine. Durante il trattamento, il paziente giace su un tavolo e la testa della macchina, chiamata gantry, ruota attorno al paziente.

Il portale concentra i raggi di radiazioni nel tumore del paziente da diverse direzioni. Tutti i raggi passano attraverso il tumore, quindi le radiazioni si concentrano lì e uccidono le cellule tumorali. Dosi più basse raggiungono le cellule circostanti e queste sopravvivono.

I fasci di radiazioni possono essere mirati con precisione per colpire tumori piccoli o irregolari e la capacità di somministrare grandi dosi alle cellule tumorali in modo sicuro e accurato ha aumentato il tasso di guarigione di questo trattamento riducendo al contempo il numero di giorni di trattamento.

Uccidere le cellule concentrando le radiazioni su di esse può essere utilizzato anche per eseguire un intervento chirurgico. Chiamata radiochirurgia stereotassica, la procedura viene utilizzata per eseguire interventi di radiochirurgia in luoghi difficili da raggiungere per un chirurgo o in situazioni in cui l'intervento chirurgico presenta un rischio elevato.

La radiochirurgia stereotassica è una procedura non invasiva; la pelle non è tagliata. Il trattamento fornisce radiazioni ad alte dosi a obiettivi specifici nel cervello.

"Può essere usato per trattare sia le metastasi cerebrali che le lesioni cerebrali benigne come il meningioma", afferma David Lee, MD, PhD, direttore della Radioterapia Oncologica presso l'UNM Cancer Center. "La radiochirurgia stereotassica viene solitamente eseguita in un unico trattamento, ma a volte può richiedere fino a cinque trattamenti."

"Versa HD è all'avanguardia e fornirà metodi e trattamenti moderni per i nostri pazienti", afferma Martinez.

Martinez spiega inoltre che circa 95 persone al giorno necessitano di trattamenti radioterapici oncologici, ma attualmente il Centro oncologico dell'UNM ha la capacità di curare solo 75 persone al giorno.

Il Versa HD manterrà i tempi di attesa accettabili per i pazienti, afferma Martinez, ma non aggiungerà capacità. L’UNM Cancer Center ha bisogno di un’altra macchina per la radioterapia oncologica.

 

Segmento 2: Nuove Macchine e Spazio per Trattamenti Unici

Il secondo segmento del progetto di espansione comprende un nuovo acceleratore lineare di risonanza magnetica all'avanguardia (MRI LINAC) per aumentare la capacità di radioterapia oncologica e cinque nuove suite di infusione per il programma di teranostica.

 

"Questa funzionalità sarà disponibile solo presso l'UNM Cancer Center", afferma Martinez del MRI LINAC. "Nessun'altra struttura nel nostro Stato può offrire una macchina in grado di visualizzare un tumore in tempo reale fornendo allo stesso tempo radiazioni."

Il LINAC MRI richiederà un nuovo caveau nell'area di radioterapia oncologica. Le pareti della volta sono spesse 6 piedi e sono realizzate in cemento per impedire la fuoriuscita di radiazioni. Una volta completata, la nuova macchina verrà installata e messa in servizio prima che sia possibile programmare il trattamento di qualsiasi paziente.

Il LINAC MRI visualizza contemporaneamente un tumore mentre focalizza su di esso i fasci di radiazioni. Può colpire con maggiore precisione un tumore perché utilizza la risonanza magnetica (MRI) che consente ai medici di vedere meglio il tumore. I medici possono quindi utilizzare la radioterapia adattativa per regolare i fasci di radiazioni in modo che rimangano sul tumore mentre il paziente respira.

"MRI-LINAC ci offrirà una capacità senza precedenti di trattare tumori difficili da vedere, come i tumori del pancreas e del fegato", afferma Lee. “Il risultato sarà un migliore targeting dei tumori con minori effetti collaterali. Questa è un’incredibile opportunità per i pazienti del New Mexico”.

Si prevede che il MRI LINAC sarà disponibile per i pazienti nel 2025.

 

L'UNM Cancer Center è l'unico centro oncologico dello stato in grado di offrire trattamenti teranostici come parte di un approccio multidisciplinare alla cura.

Il programma di teranostica è iniziato nel 2018 con il programma Lutathera. Attualmente, l’UNM Cancer Center è l’unica struttura nello stato che offre un trattamento teranostico – chiamato anche terapia con radionuclidi del recettore peptidico o PRRT – per i tumori neuroendocrini.

La teranostica, derivata dalle parole terapia e diagnostica, utilizza una molecola farmacologica composta da due parti in una procedura in due fasi. Una parte della molecola del farmaco si lega a determinati recettori sulle cellule tumorali; l'altra parte è uno ione radioattivo.

Nella prima fase del trattamento, la fase di imaging, la molecola del farmaco in due parti viene iniettata nel flusso sanguigno del paziente. La parte che si lega ai recettori sulle cellule tumorali è attaccata a uno ione radioattivo che emette particelle radioattive a bassa energia. Queste particelle illuminano le cellule tumorali durante le scansioni PET (tomografia a emissione di positroni), consentendo ai medici di diagnosticare e misurare il cancro.

Nella seconda fase, il trattamento viene somministrato in una serie di iniezioni. Anche in questo caso viene utilizzata una molecola composta da due parti. La parte che si lega ai recettori delle cellule tumorali è la stessa della prima fase. Ma l'altra parte è un diverso atomo radioattivo che emette radiazioni ad alta energia.

La radiazione ad alta energia distrugge le cellule tumorali ma non viaggia lontano all’interno del corpo. Sono interessate solo un piccolo numero di cellule vicine. Questo tipo di trattamento può uccidere con precisione le cellule tumorali ma lascia pochi danni ai tessuti sani circostanti.

Lutathera® è un trattamento teranostico per i tumori neuroendocrini avanzati, una rara forma di cancro. È stato approvato dalla Food and Drug Administration statunitense nel 2018. Bernard Tawfik, MD, guida il programma Lutathera presso l'UNM Cancer Center.

Nel 2022, la FDA ha approvato Pluvicto™ come nuovo trattamento teranostico per il cancro alla prostata metastatico. Neda Hashemi, MD, guida il programma Pluvicto e il team dedicato ai tumori alla prostata, ai testicoli, ai reni e alla vescica presso l'UNM Cancer Center.

Il Centro attualmente ha la capacità di offrire due trattamenti (iniezioni) a settimana. Le nuove suite per infusione amplieranno il programma teranostico per offrire fino a 25 trattamenti a settimana.

 

Segmento 3: Investimenti in Terapie Cellulari e Radiologia Interventistica

L'ultimo segmento del progetto includerà uno spazio di radiologia interventistica di 11,000 piedi quadrati e un laboratorio cellulare di Good Manufacturing Practice (cGMP) di 4,000 piedi quadrati per l'elaborazione delle cellule per il programma di trapianto di midollo osseo e di cellule staminali dell'UNM Cancer Center.

 

In passato, il New Mexico non disponeva di un programma di trapianto di midollo osseo e cellule staminali accreditato e certificato, afferma Martinez. I nuovi messicani affetti da tumori del sangue e del midollo osseo e altre malattie hanno dovuto viaggiare fuori dallo stato per lunghi periodi per cure costose e sconvolgenti.

Il laboratorio cGMP sosterrà il programma di trapianto di midollo osseo e di cellule staminali dell'UNM Cancer Center, che offre trapianti di cellule staminali autologhe e, più recentemente, trapianti di cellule staminali allogeniche per persone con determinati tipi di tumori del sangue.

L’UNM Cancer Center ha ottenuto l’accreditamento da parte della Fondazione per l’Accreditamento della Terapia Cellulare per il trapianto autologo.

Nei trapianti autologhi di cellule staminali, le cellule staminali del paziente vengono raccolte dal flusso sanguigno e congelate. Al paziente viene quindi somministrata una forte chemioterapia per liberare il corpo dal cancro. Una volta completata la chemioterapia, le cellule staminali vengono iniettate nuovamente nel flusso sanguigno del paziente dove trovano la strada per tornare al midollo osseo e ricostituire l'apporto di cellule del sangue del paziente.

Nei trapianti di cellule staminali allogeniche, le cellule staminali vengono raccolte da un donatore. Le cellule staminali devono essere confrontate in base a decine di fattori diversi per ridurre il rischio che il corpo del paziente rigetti le cellule del donatore.

Entrambi i tipi di trapianto di cellule staminali necessitano di conservare e scongelare in modo sicuro le cellule staminali.

L’UNM Cancer Center prevede inoltre di fornire la terapia con recettori dell’antigene chimerico (CAR-T) per uno spettro di neoplasie ematologiche. Le CAR T e altre terapie cellulari necessitano di funzionalità di laboratorio aggiuntive, come la conservazione delle cellule a lungo termine e la capacità di elaborare, sequenziare e manipolare in modo sicuro le cellule staminali e le cellule immunitarie.

CAR T offre nuovi modi per potenziare il sistema immunitario e trattare linfomi, mielomi e leucemie che non hanno risposto alle terapie più tradizionali. Invece delle cellule staminali, dal paziente vengono raccolti i globuli bianchi.

Questi globuli bianchi vengono inviati a un laboratorio esterno, dove vengono modificati. I globuli bianchi modificati hanno recettori sulla loro superficie che non sarebbero altrimenti presenti su questi globuli bianchi. Questi recettori sono sintonizzati per trovare le cellule tumorali e distruggerle fino a quando non scompaiono tutte.

I pazienti manifestano effetti collaterali da CAR T e devono rimanere vicino all'ospedale per alcune settimane dopo il trattamento.

"Le terapie CAR-T hanno dimostrato di essere rivoluzionarie per alcuni tumori del sangue", afferma Yolanda Sanchez, PhD, direttrice e CEO dell'UNM Cancer Center. "E poter ricevere la terapia CAR-T ad Albuquerque significa che i pazienti possono stare vicini ai loro pazienti". i propri cari nel New Mexico durante un momento difficile della loro vita”.

 

I fondi per questo segmento del progetto sono ancora in fase di revisione, ma Martinez è ottimista sulla loro approvazione.

 


UNM Centro completo per il cancro

L'University of New Mexico Comprehensive Cancer Center è il Cancer Center ufficiale del New Mexico e l'unico Cancer Center designato dal National Cancer Institute in un raggio di 500 miglia.

I suoi oltre 120 medici specializzati in oncologia certificati dal consiglio includono chirurghi oncologici in ogni specialità (tumori addominali, toracici, ossei e dei tessuti molli, neurochirurgia, genitourinario, ginecologia e tumori della testa e del collo), ematologi/oncologi medici adulti e pediatrici, oncologi ginecologici, e radioterapisti. Insieme a oltre 600 altri professionisti sanitari oncologici (infermieri, farmacisti, nutrizionisti, navigatori, psicologi e assistenti sociali), forniscono cure al 65% dei malati di cancro del New Mexico in tutto lo stato e collaborano con i sistemi sanitari della comunità in tutto lo stato per fornire cura del cancro più vicino a casa. Hanno curato circa 14,000 pazienti in circa 100,000 visite ambulatoriali oltre ai ricoveri ospedalieri presso l'UNM Hospital.

Un totale di quasi 400 pazienti hanno partecipato a studi clinici sul cancro testando nuovi trattamenti contro il cancro che includono test di nuove strategie di prevenzione del cancro e sequenziamento del genoma del cancro.

Gli oltre 100 ricercatori sul cancro affiliati all'UNMCCC hanno ricevuto 35.7 milioni di dollari in sovvenzioni federali e private e contratti per progetti di ricerca sul cancro. Dal 2015 hanno pubblicato quasi 1000 manoscritti e, promuovendo lo sviluppo economico, hanno depositato 136 nuovi brevetti e lanciato 10 nuove start-up di biotecnologie.

Infine, i medici, gli scienziati e il personale hanno fornito esperienze di istruzione e formazione a più di 500 studenti delle scuole superiori, universitari, laureati e post-dottorato nella ricerca sul cancro e nell'assistenza sanitaria sul cancro.

Categorie: Centro oncologico completo