$ {alt}
Di Nicole San Roman

Il preside della Scuola di Medicina dell'UNM ascolta le comunità dell'NM per pianificare i prossimi passi

Una cosa è insegnare l’equità nella salute da un’aula. È una cosa completamente diversa sperimentarlo, essendo integrati nelle comunità del New Mexico. Per questo motivo, il preside della Facoltà di Medicina dell'Università del New Mexico, Patricia Finn, MD, ha attraversato lo stato con la sola intenzione di ascoltare veramente ciò che i nuovi messicani avevano da dire.

Ho molto da imparare e lo sto inalando. Volevo sapere dove siamo geograficamente, culturalmente, spiritualmente e proprio come persone. Quindi ho pensato che il modo migliore fosse farlo di persona.
- Preside Patricia Finn, MD, Scuola di Medicina dell'UNM

“Sono completamente nuovo alla mia posizione di preside della Facoltà di Medicina, che serve contro tutti i del New Mexico” disse Finn. “Ho molto da imparare e lo sto inalando. Volevo sapere dove siamo geograficamente, culturalmente, spiritualmente e proprio come persone. Quindi, ho pensato che il modo migliore fosse farlo di persona.

In qualità di preside, gli accademici, la ricerca e il successo degli studenti sono le massime priorità, ma anche creare equità nella salute è una passione che, secondo Finn, deriva innatamente da chi è lei come persona.

"Viene dalla mia educazione e dal mio DNA", ha detto Finn. “Sono un immigrato irlandese di prima generazione. I miei genitori non hanno mai avuto un’istruzione formale né hanno superato la terza elementare. Parlavano con accenti così forti che non potevi capirli, ma avevano questa sensazione del tipo: 'Tutti hanno una possibilità.'"

Finn è arrivata nel New Mexico dal Midwest, dove era presidente di Medicina, preside associato per le iniziative strategiche e direttrice associata del programma di formazione per scienziati medici presso il College of Medicine dell'Università dell'Illinois a Chicago. Vede l’equità nella salute come il suo scopo.

La medicina è una vocazione. Essere qui, nel New Mexico, in questo momento per offrire davvero opportunità al massimo livello agli esseri umani: questo è ciò che possiamo fare, ciò che dovremmo fare e saremo in grado di fare.
- Preside Patricia Finn, MD, Scuola di Medicina dell'UNM

"La medicina è una vocazione", ha detto Finn. “Essere qui, nel New Mexico, in questo momento per offrire davvero opportunità al più alto livello agli esseri umani: questo è ciò che possiamo fare, ciò che dovremmo fare e saremo in grado di fare”.

In agosto, si mise in viaggio viaggiando verso Farmington, Taos e Gallup nel New Mexico settentrionale e Las Cruces, Roswell e Ruidoso nel New Mexico meridionale. Il marito di Finn, David Perkins, MD, PhD, che co-dirige il programma MD/PhD presso la Scuola di Medicina dell'UNM, si è unito a lei insieme ad altri dell'UNM Health Sciences. Durante il viaggio, Finn ha discusso con ex studenti, studenti, docenti, fornitori e legislatori dell'UNM. Ha anche visitato i pueblos e le cliniche del servizio sanitario indiano.

"Abbiamo passato molto tempo ad analizzare e interagire", ha detto Finn. “Ogni volta che andavamo da qualche parte, io andavo sul lato sinistro, mio ​​marito andava sul lato destro. Avevo bisogno di sapere dove erano le cose, cosa erano e voglio davvero essere reattivo. Abbiamo quattro missioni: istruzione, clinica, ricerca e il nostro impegno nei confronti della nostra comunità locale e globale. Non sentivo di poterli realizzare a meno che non avessi avuto la sensazione di chi fosse lì.

Per Finn era importante incontrare ex studenti e mentori in tutto il New Mexico, parlare del loro lavoro e conoscere ciò che conta per loro.

“Sono docenti affiliati a noi. Insegnano ai nostri studenti. Li onoriamo e volevo assicurarmi che sentissero che il preside era lì. Abbiamo un numero di studenti a rotazione; Volevo anche vedere come sarebbe andata per loro”.

Anche l’interazione con i legislatori e i donatori era un obiettivo prioritario.

"Volevo assicurarmi di aver compreso ciò che i legislatori ritengono importante per il loro collegio elettorale e per la loro gente mentre lottiamo per il miglioramento generale dell'assistenza sanitaria", ha affermato Finn. “Allo stesso modo, volevo ringraziare in modo significativo i donatori che hanno contribuito, ma anche sapere cosa è importante per loro e quali sono le aree che possiamo migliorare”.

Trovare il lato positivo e celebrare le storie di successo

Una volta in viaggio, Finn ha detto di aver incontrato persone che l'hanno lasciata commossa, ispirata e determinata.

“Ogni visita è stata un'avventura, emozionante, esaltante, significativa e umiliante. Sono rimasto stupefatto dal calore e dall’eccitazione.”

Finn ha parlato dell'incontro con uno dei pochi chirurghi ortopedici che esercitano a Roswell, Omar Osmani, MD, che è anche mentore per gli studenti dell'UNM. Originario del Libano, Osmani non ha frequentato l'UNM, ma i suoi figli sì.

“Sua figlia era una studentessa di laurea in medicina che si è laureata alla UNM e ora è residente in dermatologia a Durham, nella Carolina del Nord, e ha un figlio che ora è residente in medicina d'urgenza qui. Quindi, il dottor Osmani è molto impegnato con l’UNM”, ha detto Finn. “Ha descritto le sfide e le opportunità nel New Mexico ed era così pieno di vita e di amore per l’UNM, ma ha anche bisogno del nostro sostegno. Ha parlato di ciò che era importante per lui per la cura dei pazienti, per l’istruzione e per la generazione successiva”.

Ed è stata quella generazione successiva – gli studenti – che secondo Finn l'ha davvero colpita. Gli studenti stanno prendendo parte all'esperienza di immersione pratica della Scuola di Medicina, che offre loro un'opportunità clinica unica di interagire sia con i fornitori che con i pazienti nelle zone rurali del New Mexico.

“Hanno esperienze incredibili lavorando con medici di famiglia e chirurghi. Se hanno questa esperienza, tendono a tornare nelle comunità rurali”, ha detto Finn. “Hanno anche parlato del fatto che la vita rurale non è per tutti, perché diventerai un praticante solista. Quindi la domanda è: li stiamo preparando per questo?”

Finn ha detto che il feedback complessivo sull’istruzione è stato incredibilmente positivo.

"È l'apice se puoi essere formato da persone dell'UNM", ha detto.

Ascoltare le nostre sfide

Ma Finn ha ammesso che non tutte le conversazioni sono state facili. L’accesso all’assistenza sanitaria è stata una grande preoccupazione che ha avuto eco tra le voci in tutto lo Stato. Alcuni medici hanno parlato della frustrazione che provano nel tentativo di sottoporre i loro pazienti agli interventi chirurgici necessari ad Albuquerque. Altri hanno espresso la sensazione di essere stati dimenticati nelle zone rurali del New Mexico, e il loro duro lavoro non riconosciuto.

"Era davvero potente, pesante", ha detto Finn.

Secondo la New Mexico Hospital Association, gli ospedali urbani hanno una capacità eccessiva e gli ospedali rurali sono insufficienti a causa del fatto che gli ospedali più piccoli non dispongono di linee di servizio di base, costringendoli a inviare sempre più pazienti ad Albuquerque. 

Inoltre, molti nuovi messicani che vivono nelle aree rurali e tribali devono affrontare incredibili barriere per accedere all’assistenza sanitaria. I tempi di guida per raggiungere la clinica o la farmacia più vicina possono essere di un'ora o più. Alcune famiglie non hanno un veicolo affidabile nemmeno per fare quel viaggio.

"Se vivi a Silver City e hai un bambino malato che ha un problema cardiaco, per vedere un cardiologo devi guidare quattro ore lì e quattro ore indietro", ha detto Finn. “Oltre a ciò, se sono necessari ulteriori appuntamenti sanitari per quel bambino, probabilmente non avverranno nello stesso giorno. Quindi ci sono più viaggi e oneri per la famiglia. È orribile, orribile.

E mentre la telemedicina sta emergendo in tutta la nazione come un modo praticabile per raggiungere i pazienti difficili da raggiungere, la mancanza di infrastrutture a banda larga nel New Mexico rende questo tipo di sensibilizzazione impossibile.

Dall'ascolto attivo all'azione

"Il risultato finale di quelle difficili conversazioni è stata un'opportunità", ha detto Finn. “Come pensiamo al nostro ruolo di partner? Come possiamo rendere i servizi più disponibili? Tutti erano d’accordo sul fatto che una volta che si riesce a far entrare un paziente nel sistema sanitario dell’UNM, le cure sono spettacolari per gli ictus, per i traumi, per le procedure ortopediche estese e complesse”. 

Finn spera che ciò che ha sentito durante il suo tour aiuterà a generare più discussioni sull’accesso all’assistenza sanitaria e sull’espansione delle cliniche UNM in tutto il New Mexico – il cuore della creazione di una sana equità.

"Questo è un grosso problema", disse Finn. “Non posso farcela da solo, ma dobbiamo essere consapevoli di questi limiti come sistema sanitario”.

Alcune cliniche UNM attualmente in espansione in tutto lo stato includono una nuova clinica di ostetricia e ginecologia a Las Cruces e una clinica Truman per pazienti affetti da HIV che sarà situata a Roswell. I medici dell'UNM si sono recati anche per fornire assistenza nelle zone rurali dello stato, recentemente a Gallup per consulenze di pneumologia e dermatologia.

Quando si tratta di istruzione, Finn vuole cercare modi per aumentare sin dall’inizio l’esposizione alla pipeline per suscitare l’entusiasmo degli studenti per le carriere nel settore sanitario. Sta anche pensando in grande quando si tratta della Scuola di Medicina dell'UNM.

Voglio aumentare le dimensioni della scuola di medicina, chi formiamo, dove formiamo e come lo facciamo. Mi piacerebbe farlo in modo progressivo a livello statale e assicurarmi di avere abbastanza insegnanti e mentori.
- Preside Patricia Finn, MD, Scuola di Medicina dell'UNM

"Voglio aumentare le dimensioni della scuola di medicina, chi formiamo, dove formiamo e come lo facciamo", ha detto. "Mi piacerebbe farlo in una progressione a livello statale e assicurarmi di avere abbastanza insegnanti e mentori."

Finn ha affermato che la collaborazione con i legislatori sui compensi dei docenti sarà fondamentale per raggiungere questo obiettivo. Vuole anche assicurarsi che i docenti e i mentori dell'UNM siano onorati e riconosciuti per il lavoro che hanno svolto e continuano a svolgere in tutto lo stato.

È anche entusiasta delle opportunità offerte dai progressi tecnologici.

“Le indagini e le indagini scientifiche saranno fondamentali e utili per risolvere alcuni di questi problemi”, ha affermato Finn. “Come utilizziamo la tecnologia per formare i migliori e i più brillanti?”

Parlando dei progressi nell’intelligenza artificiale, Finn ha espresso entusiasmo per i potenziali progressi nella telemedicina e nei teleconsulti che potrebbero aiutare ad espandere la portata dell’UNM Health and Health Sciences in tutto il New Mexico. Questi progressi potrebbero essere utili non solo per i pazienti, ma anche per la formazione di studenti, docenti e medici.

Continuare ad espandere l'istruzione e l'accesso all'assistenza sanitaria attraverso le UNM Progetto ECHO anche il modello sarà utile. Il progetto ECHO sta già aiutando le persone di tutto il mondo ad accedere a conoscenze fondamentali e salvavita utilizzando una rete globale con centinaia di programmi specializzati.

“Se riusciamo a capitalizzare quell’energia e quell’entusiasmo con tutta la nostra alta tecnologia, con moralità, pensando al tempo stesso alla migliore cura dei pazienti, possiamo iniziare a ideare il trattamento giusto, il momento giusto, la medicina personalizzata, e poi utilizzarli anche per la nostra forza lavoro ", disse Finn. “Penso che siamo in una posizione unica per farlo”. 

Finn ha detto che intende continuare le conversazioni che ha iniziato con i nuovi messicani, verificando con loro le principali preoccupazioni e priorità, e tornare per un tour di follow-up l'anno prossimo.

Voglio davvero essere una voce per ogni voce che ho sentito. Non sarò in grado di sistemare tutto ogni volta, ma voglio pensare in modo strategico ad alcuni modi in cui possiamo aiutarli immediatamente e a lungo termine. Questo è il mio piano.
- Preside Patricia Finn, MD, Scuola di Medicina dell'UNM

"Voglio davvero essere una voce per ogni voce che ho sentito", ha detto. “Non sarò in grado di sistemare tutto ogni volta, ma voglio pensare in modo strategico ad alcuni modi in cui possiamo aiutarli immediatamente e a lungo termine. Questo è il mio piano."

Per come la vede Finn, guidare l'istruzione e la formazione del personale sanitario del New Mexico non può avvenire solo dal campus, ma richiede una vera conoscenza e comprensione del tessuto delle diverse comunità del nostro stato.   

Categorie: L'impegno della comunità, Notizie che puoi usare, Facoltà di Medicina, Prima pagina