Foto da sinistra a destra: Carmella Kahn, Crystal Lee, Doreen Bird
Di Cindi Meche

Mese del patrimonio dei nativi americani: i docenti mantengono le proprie radici all'UNM

Il College of Population Health (COPH) dell'Università del New Mexico ha la fortuna di avere sette docenti e personale nativo americano che lavorano per creare partenariati in tutte le comunità del New Mexico per ricercare e assistere nell'alleviare le disuguaglianze sanitarie attraverso programmi ed educare gli altri a continuare questo tipo di lavoro . La loro capacità di trarre spunto dalle proprie esperienze migliora la loro capacità di supportare le comunità native.

Nell'ambito del Native American Heritage Month, alcuni di loro condividono le proprie esperienze personali e quelle che vedono come opportunità per gli studenti, gli insegnanti e la comunità UNM dei nativi americani in futuro. 

Carmella Khan (Navajo/ Diné), DrPH, MPH, un professore assistente, scopre che alcuni studenti nativi americani si sentono persi una volta arrivati ​​all'UNM.

“Gli studenti indigeni affrontano una serie di sfide che vanno dai fattori intrapersonali a quelli ambientali. Una sfida importante da evidenziare è il modo in cui gli studenti spesso faticano a provare un senso di appartenenza o di connessione con l’università, soprattutto se c’è un basso numero di studenti indigeni in corsi di laurea specifici”, afferma Kahn.

Colpo alla testa di Carmella Kahn
Mia nonna è un'erborista tradizionale Diné nella nostra comunità e spesso le veniva chiesto di fornire medicine a chi ne aveva bisogno. L'accompagnavo quando ero ragazzina per aiutarla a raccogliere le erbe e visitare i suoi pazienti. Fin da piccolo sentivo il bisogno di aiutare a guarire le persone malate e di essere al servizio dei membri della comunità, molti dei quali erano nostri parenti. L’esperienza mi ha permesso di iniziare a pensare a come le comunità indigene fanno ancora affidamento sulla nostra conoscenza della guarigione e al ruolo svolto dalla medicina occidentale. Ho usato le conoscenze che mi ha mostrato per applicarle al contesto dei progetti della fiera della scienza quando ero alle scuole medie, e questo mi ha portato verso una carriera nella sanità pubblica e nella ricerca. L’opportunità di imparare da mia nonna ha influenzato notevolmente la mia identità, il senso di appartenenza e la comprensione dell’importanza della connessione intergenerazionale e del trasferimento di conoscenze.
- Carmella Khan, DrPH, MPH UNM College of Population Health

Quando si parla delle sfide che devono affrontare gli studenti nativi americani, professore assistente Cristallo Lee (Navajo/ Diné), REZ, PhD, MPH, ML, afferma che la rappresentanza tra gli educatori è importante.

“Nella maggior parte degli istituti post-secondari non ci sono abbastanza docenti nativi per soddisfare le esigenze degli studenti nativi. I docenti nativi spesso lavorano nella comunità e il mondo accademico non sempre comprende e/o riconosce l’importanza del lavoro basato sulla comunità come fondamento primario. Gli studenti nativi spesso si sentono isolati negli ambienti accademici, il che può essere scoraggiante”. 

Uno dei vantaggi di lavorare con il COPH dell'UNM, secondo Lee, è la flessibilità che offre. Questa flessibilità le offre maggiori possibilità di interagire con le persone e di prendere parte a cerimonie e altre occasioni sociali, culturali e familiari significative a casa, cosa che potrebbe non essere sempre compresa in altri contesti professionali.

Colpo alla testa di Crystal Lee
Essendo nativo della REZ, ho sempre saputo che volevo intraprendere la mia carriera educativa per perseguire la salute/medicina perché entrambi i miei nonni materni/paterni erano uomini di medicina Navajo e li ho visti guarire la nostra gente usando la nostra conoscenza tradizionale. Osservarli aiuta a guarire i miei parenti/comunità, ho voluto emularli introducendo gli stessi principi/concetti che esibiscono nel mio contributo per aiutare a guarire le nostre comunità affrontando una serie di disparità sanitarie e sociali. I miei nonni erano le persone più informate che abbia mai incontrato in vita mia, compresi tutti i medici e gli scienziati che ho incontrato. Il nostro modo di curare le persone è in anticipo sui tempi della medicina occidentale.
- Cristallo Lee, REZ, PhD, MPH, ML UNM College of Population Health

Doreen Bird davanti ai lavori dell'UNMH

Doren Bird (Santo Domingo Pueblo/Kewa), PhD, MPH, consulente senior per la formazione e lo sviluppo della ricerca partecipativa basata sulla comunità (CBPR) di Santo Domingo Pueblo, NM vuole ricordare agli studenti di non lasciarsi alle spalle la propria cultura, di connettersi attraverso la preghiera, richiedere un nativo tutoraggio dei docenti e trovare organizzazioni costruite per unirsi.

Una di queste organizzazioni nel campus centrale dell'UNM è la Servizi agli studenti degli indiani d'America (AISS). Questo è un ottimo posto in cui gli studenti universitari possono trovare aiuto per i loro obiettivi educativi e stabilire contatti con gli altri. Questo può aiutare a trovare un senso di appartenenza. Un altro lo è Iniziativa per la salute dei nativi e il Centro per la salute dei nativi americani (CNAH) che fa parte dell'UNM Health Sciences. Lì, gli studenti possono trovare supporto e servizi come tutoraggio, libri e forniture o supporto individuale. Inoltre, offrono una gamma di programmi di sensibilizzazione in tutto il campus ed eventi della comunità.

Kahn aggiunge che è importante che tutti i dipendenti dell'UNM si educhino alla diversità.

"I dipendenti dell'UNM dovrebbero avere la responsabilità personale di cercare una formazione sull'umiltà culturale riguardo a tutti i diversi gruppi razziali dell'UNM", afferma. "Sarebbe fantastico avere il supporto e la presenza dei docenti ai vari eventi culturali che si tengono nel campus durante tutto l'anno."

La comunità dell'UNM può trovare annunci per questi eventi seguendo le pagine dei social media dei suddetti gruppi che ospitano questi eventi o richiedendo di iscriversi ai loro elenchi.

Anche se novembre è il mese dedicato a onorare il patrimonio dei nativi americani, ci sono opportunità per esplorare le diverse comunità del New Mexico al di fuori dell'ambiente accademico durante tutto l'anno. Ad esempio, le persone possono visitare il Centro culturale indiano Pueblo e la Centro culturale ispanico nazionale, che sono due centri culturali distintivi di Albuquerque. Fare viaggi per visitare alcune delle comunità rurali del Nuovo Messico è utile anche per apprezzare la bellezza e la forza di altre lingue, stili di vita, valori e credenze.

Categorie: Collegio di salute della popolazione, Diversità