$ {alt}
Di Elizabeth Dwyer Sandlin

Il Dipartimento di Psichiatria dell'UNM collabora con SE-COMISCA per estendere i servizi di assistenza sanitaria comportamentale in tutta l'America Latina

In una collaborazione senza precedenti, il Dipartimento di Psichiatria dell’Università del New Mexico (UNM) e SE-COMISCA (SICA) hanno unito le forze per fornire servizi essenziali di assistenza sanitaria comportamentale e formazione a otto paesi membri della regione dell'America Latina. Il programma innovativo mira a colmare il divario nei servizi di salute mentale e nella condivisione delle conoscenze, migliorando significativamente la vita individuale e rafforzando le comunità in tutta l’America Centrale.

SE-COMISCA, un’organizzazione internazionale dedicata all’integrazione regionale in America Centrale, ha collaborato con l’UNM per rafforzare la capacità degli operatori sanitari, facilitare i servizi di telemedicina e, in definitiva, migliorare l’accesso alle cure di salute mentale nella regione.

Il Dr. Rene Santos, una figura chiave di SE-COMISCA, afferma: "Ci sono otto paesi membri che partecipano a SICA e lo sviluppo del nostro i piani e i programmi di salute mentale rappresentano una grande priorità per tutti i paesi membri”.

Questa collaborazione unica tra UNM e SE-COMISCA contribuisce a destigmatizzare i problemi di salute mentale e a rafforzare l’accesso alle cure in paesi come Guatemala, El Salvador, Honduras e altri. 

 

C'è molto dello stigma relativo ai problemi di salute mentale in America Latina: disturbo da stress post-traumatico, depressione, ideazione suicidaria. Il nostro obiettivo è contribuire a creare consapevolezza e a eliminare lo stigma, in modo che gli operatori sappiano cosa cercare e i pazienti siano aperti a ricevere cure.
- José Canaca, MD UNM Psichiatria e Scienze comportamentali

Il dottor Jose Canaca, uno dei massimi esperti del Dipartimento di Psichiatria dell'UNM, sottolinea l'importanza di questa partnership, affermando: "C'è molto dello stigma relativo ai problemi di salute mentale in America Latina – disturbo da stress post-traumatico, depressione, ideazione suicidaria… Il nostro obiettivo è contribuire a creare consapevolezza e sbarazzarci dello stigma, in modo che gli operatori sappiano cosa cercare e i pazienti siano aperti a ricevere cure”.

Il dottor Mauricio Tohen, presidente del Dipartimento di Psichiatria dell'UNM, ha approfondito ulteriormente il significato del programma. “Il New Mexico è uno stato davvero rurale e ciò che impariamo qui sul lavoro con le comunità rurali può essere facilmente estrapolato all’America Latina”.

Il partenariato esemplifica l’universalità delle sfide nel fornire servizi adeguati. Collaborando con SE-COMISCA, l’UNM mira a stabilire un quadro che colmi i confini geografici e consenta l’accesso a competenze e supporto precedentemente limitati.

"La salute mentale è una preoccupazione globale", afferma il dottor Canaca. "Nei paesi in via di sviluppo, solo il 2% dei budget sanitari è destinato alla salute mentale, e solo per le cure ospedaliere. Non c’è nulla al di fuori delle cure ospedaliere, né ambulatoriali né addirittura prevenzione”.

Una delle caratteristiche principali del programma è la formazione degli operatori sanitari rurali nelle competenze di base in materia di salute mentale. Questi professionisti sanitari ricevono formazione e risorse inestimabili, che consentono loro di identificare, comprendere e trattare meglio le persone che soffrono di problemi di salute mentale. Tale formazione ha effetti di vasta portata, poiché molte di queste regioni non hanno accesso a fornitori di servizi di salute mentale e, se qualche trattamento o servizio è disponibile, è esclusivamente attraverso i loro fornitori di cure primarie.

Inoltre, la collaborazione prevede la fornitura di telementoring in collaborazione con il progetto Echo dell'UNM, un modello di telementoring progettato per migliorare l'accesso all'assistenza sanitaria in aree remote e scarsamente servite. Il Dr. Santos condivide i suoi pensieri su questo aspetto della partnership: “Vogliamo raggiungere le persone in aree remote che altrimenti non avrebbero accesso alle informazioni e ai servizi sulla salute mentale. La tecnologia di telementoring collega i medici locali con gli specialisti, indipendentemente dalla loro ubicazione, garantendo cure di qualità ai pazienti." 

Il Dr. Tohen sottolinea i vantaggi reciproci di questa collaborazione, affermando: "La condivisione di conoscenze e soluzioni può andare in entrambe le direzioni e migliorare tutte le nostre comunità. Il le sfide e la conoscenza non viaggiano solo da nord a sud – le esperienze di apprendimento acquisite lavorando con questi paesi contribuiranno anche al progresso dell’assistenza sanitaria mentale nel Nuovo Messico e negli Stati Uniti”. 

La partnership UNM-SICA è destinata a essere un faro di speranza per i paesi centroamericani, trasformando l’accessibilità e la qualità dell’assistenza sanitaria mentale. Questa collaborazione innovativa sottolinea l’importanza della cooperazione internazionale nell’affrontare le sfide sanitarie globali e riafferma l’idea che la condivisione di conoscenze e soluzioni può elevare le comunità su entrambi i lati del partenariato. 

Man mano che il programma guadagna slancio, promette di essere un modello di collaborazione internazionale nel campo della salute mentale, offrendo speranza alle regioni che da tempo lottano con servizi di salute mentale insufficienti.

"Il livello di soddisfazione che osserviamo tra i pazienti e gli operatori sanitari è davvero elevato", afferma il Dott. Santos. “Ci stiamo muovendo nella direzione giusta e dobbiamo continuare. C’è una reale necessità di aiutare le persone nelle nostre comunità – di migliorare la capacità dei nostri fornitori di fornire l’assistenza di cui la nostra gente ha bisogno”.

Categorie: Diversità, Facoltà di Medicina, Prima pagina