Un uomo, una donna e un bambino che lavorano in piedi all'interno di una serra biologica
By UNM College of Population Health, Studio sugli agricoltori biologici, Francisco Soto Mas, Istituto nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro

I ricercatori dell’UNM conducono uno studio nazionale sugli agricoltori biologici

I produttori agricoli sono considerati lavoratori essenziali, poiché sono fondamentali per la disponibilità e l’accesso al cibo. Ciò è stato ancora più evidente durante la recente pandemia di COVID. Mentre la produzione e il consumo di cibo hanno sofferto con la prima ondata di infezioni, i dati successivi hanno mostrato un aumento della domanda di prodotti locali prodotti. Ciò vale anche per i prodotti biologici e le vendite hanno registrato una crescita significativa nel 2020 e nel 2021. I dati mostrano anche che i prodotti alimentari biologici sono disponibili praticamente in tutti i negozi di alimentari convenzionali. Ora, i ricercatori del College of Population Health (COPH) dell’Università del New Mexico stanno guidando uno studio nazionale su questa forza lavoro essenziale.

Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) descrive l’agricoltura biologica “come l’applicazione di una serie di pratiche culturali, biologiche e meccaniche che supportano il ciclo delle risorse aziendali, promuovono l’equilibrio ecologico e conservano la biodiversità. Questi includono il mantenimento o il miglioramento della qualità del suolo e dell’acqua; conservare le zone umide, i boschi e la fauna selvatica; ed evitare l’uso di fertilizzanti sintetici, fanghi di depurazione, irradiazione e ingegneria genetica."

Il mercato degli alimenti coltivati ​​biologicamente continua a crescere. Secondo l'USDA, ce ne sono circa 28,400 operazioni biologiche certificate negli Stati Uniti, e il numero di aziende agricole biologiche, la superficie coltivata biologicamente e il valore dei prodotti biologici venduti sono tutti in aumento. Sebbene non siano ufficialmente certificati, molti agricoltori in tutto il paese seguono anche pratiche agricole tradizionali che non implicano sostanze chimiche di sintesi. Questa crescita della produzione di alimenti biologici è guidata dalla domanda. La maggior parte delle famiglie acquista prodotti biologici e i prodotti biologici sono disponibili in quasi 3 negozi di alimentari convenzionali su 4. Nonostante il crescente interesse per i prodotti biologici e il ruolo svolto da questa forza lavoro essenziale nella produzione alimentare, si sa poco dell’agricoltore biologico.

I ricercatori dell’UNM COPH stanno conducendo uno studio unico con gli agricoltori biologici e stanno fornendo nuovi e importanti dati su questa popolazione. Il Organic Farmer Study è finanziato dal National Institute for Occupational Safety and Health (NIOSH) e dal Southwest Center for Agricultural Health, Injury Prevention, and Education presso l’Università del Texas presso il Tyler Health Sciences Center.

 

Colpo alla testa di Francisco Soto Mas
Lo studio è unico perché ci sono pochissime informazioni su questa forza lavoro essenziale. Stiamo generando dati che caratterizzano il produttore biologico e possono potenzialmente informare la ricerca, la pratica, la politica e l’allocazione delle risorse a più livelli.
- Francisco Soto Mas, MD, PhD, MPH, UNM College of Population Health

“Lo studio è unico perché ci sono pochissime informazioni su questa forza lavoro essenziale. Stiamo generando dati che caratterizzano il produttore biologico e possono potenzialmente informare la ricerca, la pratica, la politica e l’allocazione delle risorse a più livelli”, afferma Francisco Soto Mas, MD, PhD, MPH, che guida un team interdisciplinare di ricercatori in salute sul lavoro, agronomia/agricoltura sostenibile, sanità pubblica e scienze sociali presso l'UNM, la New Mexico State University e l'Università del Texas

Il Organic Farmer Study ha esplorato per primo l’impatto della pandemia di COVID sul produttore biologico e sulla comunità agricola. Ha stimato la prevalenza dell’infezione da COVID; sfide che gli agricoltori devono affrontare misure preventive; ritardi riscontrati nell’accesso e nei servizi sanitari; stato e intenzioni della vaccinazione; e come la pandemia ha colpito le loro famiglie, aziende agricole e imprese. Queste informazioni sono essenziali per la medicina e l’assistenza sanitaria, la sanità pubblica e la preparazione alle emergenze. Questi risultati sono già stati riportati e pubblicati su riviste scientifiche nazionali e internazionali.

articolo-1-coph-farm-study.jpg

La seconda fase dello studio è più completa e può avere un impatto ancora più significativo. Poiché lo studio è supportato dal NIOSH, la principale agenzia statunitense in materia di sicurezza e salute sul lavoro, l’attenzione si concentra su infortuni e malattie.

Tuttavia, lo studio è informato da un quadro concettuale multidimensionale che include non solo il luogo di lavoro ma anche fattori contestuali e sociali esterni che contribuiscono alla sicurezza sul lavoro e alla salute generale dell’agricoltore. Ad esempio, misura le pratiche di sicurezza, il tasso di infortuni e lo stato di salute. Si tratta di un contributo significativo perché i sistemi nazionali di sorveglianza professionale non raccolgono né segnalano questi dati. Ma lo studio esamina anche la salute mentale, sociale, intellettuale e spirituale dell’agricoltore e il modo in cui queste possono influire sulla sicurezza, sugli infortuni, sulla salute e sul benessere.

"Siamo entusiasti dei risultati che stiamo ottenendo e del contributo che stiamo apportando", afferma Soto Mas. Il Organic Farmer Study ha aperto una nuova linea di ricerca nelle scienze della salute COPH e UNM che ha un enorme potenziale per la ricerca e i finanziamenti futuri. Ancora più importante, lo studio sta contribuendo a sostenere una forma di agricoltura più sostenibile e una pratica agricola che promuove la preservazione del territorio e la conservazione dell’ambiente, contribuisce alla disponibilità e all’accesso al cibo, crea opportunità economiche per i membri della comunità, rafforza le reti sociali e aumenta la resilienza della comunità. Questa è la salute della popolazione. 

Per ulteriori informazioni sullo studio sugli agricoltori biologici, visitare il sito Web APEL.

Categorie: Collegio di salute della popolazione , Ricerca , Prima pagina