$ {alt}
Di Chris Ramirez, Tom Szymanski, Allan Stone

I leader sanitari dell'UNM si concentrano sulle sfide e sui bisogni della forza lavoro con il senatore Ben Ray Luján

In un municipio, i leader della salute e delle scienze sanitarie dell'Università del New Mexico e di tutto lo stato hanno fornito risposte al senatore Ben Ray Luján, (D) New Mexico, per quanto riguarda le cause e le possibili soluzioni alle sfide del New Mexico nella crescita e nel mantenimento di un vivace personale sanitario. Hanno condiviso le modalità per rafforzare i partenariati federali che potrebbero aiutare, tra cui portare più risorse nel New Mexico per fungere da incubatore per nuove innovazioni.

sfide-della-forza-lavoro-a.jpgIl municipio faceva parte della serie di dibattiti comunitari di Luján sullo stato, ascoltando le prospettive delle diverse parti interessate sulle questioni sanitarie. In questo municipio, ospitato da Albuquerque Health Care for the Homeless, Doug Ziedonis, MD, MPH, CEO del sistema sanitario dell'UNM e vicepresidente esecutivo di UNM Health Sciences, si è unito a Sanjeev Arora, MD, fondatore e direttore del progetto ECHO dell'UNM; Angela Ramirez, vice capo dello staff del segretario americano alla sanità e ai servizi umani Xavier Becerra; Gloria Doherty, PhD, PPA, MSN, RN, infermiera specializzata in adulti, ACNO-BC, FAANP, Associazione degli infermieri del New Mexico; Andres Gensini, MD, FAAFP, vicepresidente degli affari clinici per i servizi medici presbiteriani; e Troy Clark, presidente/CEO della New Mexico Hospital Association.  

Luján ha iniziato la discussione spiegando che le questioni sanitarie sono questioni personali, ricordando al pubblico un ictus che ha avuto un anno e mezzo fa quando era stato curato all'ospedale UNM. 

“Mentre ero all’ospedale UNM e ricevevo cure eccellenti, ho stretto amicizia con gli infermieri, i medici e le équipe che si prendevano cura di me”, ha detto Luján. "Se vuoi davvero sapere cosa sta succedendo lì dentro, parla con la persona che pulisce l'edificio!"

Esprimendo la sua sincerità e gratitudine per tutti gli operatori sanitari, Luján ha aperto la discussione per conoscere le sfide del personale sanitario del New Mexico. Doherty ha spiegato che il nostro Stato ha bisogno di più di 5,000 infermieri per colmare la carenza in ogni contea. Troy ha affermato che gli ospedali urbani sono in eccesso e gli ospedali rurali sono sotto capacità a causa della mancanza di linee di servizio di base negli ospedali rurali, costringendo gli ospedali più piccoli a inviare pazienti ad Albuquerque.

“Abbiamo una crisi del personale sanitario”, ha detto Ramirez. 

Progetto ECHO, un'organizzazione senza scopo di lucro, ha lavorato per affrontare la carenza di specialisti attraverso il suo modello di tutoraggio virtuale, aiutando i professionisti sanitari in prima linea ad apprendere e rimanere aggiornati con le migliori pratiche di assistenza, ovunque vivano.

sfide-della-forza-lavoro-b.jpg

“La nostra visione è che tutti gli operatori sanitari ricevano un tutoraggio continuo per tutta la loro vita. Con la rapida evoluzione e crescita della base di conoscenze in ambito sanitario, è sempre più difficile per gli operatori sanitari tenere il passo, in particolare per coloro che servono i meno abbienti, il che aumenta le disparità sanitarie”, ha affermato Arora. “Dal 2003, ECHO ha avuto un impatto positivo nei settori della salute mentale pediatrica, del diabete, dell’autismo e molti altri. "

Ziedonis ha spiegato che molti laureati in scienze sanitarie dell'UNM rimangono nel Nuovo Messico e rappresentano la maggioranza della forza lavoro sanitaria del nostro stato, citando recenti statistiche che mostrano che circa il 50% dei laureati in medicina dell'UNM esercitano nel Nuovo Messico, il 70% dei laureati del College of Nursing rimangono nello stato, L'80% dei laureati in farmacia esercita la professione nello stato e circa il 90% dei laureati in professioni sanitarie rimane nel New Mexico.  

Ha affermato: “facciamo crescere i nostri attraverso straordinari programmi di percorsi che iniziano nelle scuole elementari. Vogliamo equità nella nostra forza lavoro, nonché capacità e resilienza”.

Ziedonis ha spiegato la missione dell'UNM di migliorare la salute e l'equità sanitaria in tutte le aree di missione. Gli esempi che ha condiviso includono il modo in cui la formazione di telementoring del progetto ECHO del personale sanitario del nostro stato sta diffondendo i più recenti approcci sanitari attraverso discussioni di casi, il che sta salvando vite umane. Ziedonis ha citato l'Office of Community Health dell'UNM, che ha creato un modello nazionale di migliori pratiche, gli Health Extension Rural Offices (HERO), che supportano il cambiamento del sistema e integrano gli operatori sanitari della comunità in ogni contea del New Mexico. Gli operatori sanitari comunitari lavorano nelle comunità locali per aiutare i residenti a connettersi con i servizi sociali, l’assistenza sanitaria e molti altri servizi necessari per affrontare le barriere che impediscono loro di accedere all’assistenza sanitaria. Inoltre, ha detto a Luján e al panel che i fornitori, i docenti, il personale e i ricercatori dell'UNM sono di livello mondiale e hanno un'enorme dedizione alle loro missioni. Ha spiegato come le migliori pratiche dell'UNM possano ampliare i programmi nel New Mexico e a livello nazionale, ma abbiamo bisogno di maggiore collaborazione e sostegno da parte del Congresso e dell'amministrazione Biden per assistere. 

“Abbiamo bisogno di una strategia di sanità pubblica. Abbiamo bisogno di una strategia di equità sanitaria. Dobbiamo concentrarci sui determinanti sociali degli eventi avversi per la salute nell’infanzia”, ha detto Ziedonis a Luján. “Come aiuteremo un’ampia gamma di persone ad affrontare questi problemi?”   

Alcune idee presentate da Ziedonis includono:

  • Ampliare gli sforzi per creare più banda larga in modo che i sistemi sanitari possano offrire più opzioni di telemedicina, teleconsulto e telementoring.
  • Creare più programmi di condono dei prestiti per l’istruzione, in particolare per i fornitori rurali e tribali, per incentivare il lavoro in questi luoghi. Ciò consentirebbe inoltre ai fornitori di concentrarsi sui propri pazienti senza preoccuparsi di debiti paralizzanti.
  • Aiutare gli ospedali pubblici e accademici a compensare gli operatori sanitari con salari competitivi rispetto agli ospedali privati ​​o a scopo di lucro.
  • Fornire risorse all'Indian Health Services (IHS) per supportare i tirocinanti laureati in medicina (residenti/associati) e altri tirocinanti operatori sanitari simili al VA Health System. Ciò consentirebbe ai tirocinanti di apprendere all'interno delle comunità IHS e dei nativi americani e li incoraggerebbe a intraprendere una carriera al servizio di queste popolazioni.
  • Sostenere il compenso delle università per i docenti e i ricercatori di scienze sanitarie. Con l’aumento del corpo docente, l’UNM potrebbe far crescere tutte le unità accademiche di scienze sanitarie, permettendoci di accettare, istruire e formare un numero maggiore di professionisti sanitari. L'assistenza in termini di compensazione aiuterebbe anche gli sforzi volti a reclutare e trattenere i migliori e più brillanti.
  • Sostenere uno sforzo nazionale per aumentare il corpo docente e i precettori clinici utilizzando la piattaforma del progetto ECHO e finanziare il sostegno per aumentare la nostra capacità del corpo docente e aggiungere più studenti in più tirocini clinici.  
  • Riesaminare i rimborsi Medicaid e Medicare per aiutare gli ospedali a bilanciare i budget. Troy ha affermato che 67 ospedali del New Mexico hanno bilanci sbilanciati. Inoltre, Ziedonis ha affermato che il 43% dei nuovi messicani usufruisce di Medicaid e più della metà utilizza Medicare. 

“Diamo corpo a questo, sviluppiamolo”, ha affermato Luján. “Se è qui, come possiamo andare avanti? Le migliori idee legislative vengono dal dialogo con le persone in questo momento, sia in una tavola rotonda come quella di oggi o in un negozio di alimentari. Cercherò di incorporare (queste idee) nella legislazione esistente, o di scrivere qualcosa di nuovo e di sostenerlo all’interno di agenzie come la sanità e i servizi umani”.

Dopo la tavola rotonda, Ziedonis e gli altri leader sanitari hanno espresso gratitudine per l'impegno di Luján e degli altri rappresentanti federali.

"Sono entusiasta che siamo qui a lavorare insieme perché penso che sia l'unico modo per affrontare la questione", ha detto Ziedonis.

Categorie: L'impegno della comunità, ECHO, Notizie che puoi usare, Prima pagina, Ospedale UNM