Traduci
${alt}
Di Sara Ali, MD, Mina Sardashti, MD, e Shawn Sidhu, MD

Uso di marijuana negli adolescenti

Separare i fatti dalla finzione

Pianta di marijuana

Non sorprende che la maggior parte degli adolescenti e dei loro genitori abbiano opinioni forti sulla marijuana in questi giorni.

Un recente sondaggio del National Institute on Drug Abuse (NIDA) ha rilevato che l'11% di 8th selezionatori e il 36% di 12th i selezionatori hanno riferito di aver usato marijuana nel 2018. Più preoccupante è che quasi il 6% degli alunni di 12° elementare fumano marijuana ogni giorno, rendendo la marijuana la droga illecita più utilizzata durante i 44 anni di questo sondaggio.

Allora perché gli adolescenti usano la marijuana? La risposta breve: un cambiamento nella cultura tra i giovani riguardo al rischio percepito della marijuana. Un malinteso comune che la marijuana sia innocua rende i bambini più aperti a provarla.

Secondo il sondaggio NIDA, la disapprovazione personale riguardo all'uso di marijuana è diminuita, il che suggerisce che le persone non la vedono come qualcosa di pericoloso o dannoso come una volta. Questo cambiamento culturale aiuta a rendere l'uso della marijuana più accettabile da parte degli adolescenti. La pressione dei pari è un altro fattore che contribuisce alla diffusione dell'uso di marijuana.

La marijuana è davvero innocua? Nonostante la credenza popolare che la marijuana sia relativamente sicura, numerosi studi scientifici collegano il suo uso a conseguenze negative a breve e lungo termine negli adolescenti.

La marijuana è nota per influenzare lo sviluppo del cervello. Durante l'adolescenza, il cervello sta subendo cambiamenti nello sviluppo ed è più vulnerabile agli effetti dannosi del farmaco.

L'uso di marijuana nell'adolescenza è associato a un minor numero di fibre neurali nelle regioni del cervello che controllano la vigilanza, l'apprendimento e la memoria. Alcuni studi hanno anche dimostrato che l'uso di marijuana negli adolescenti è associato a un calo significativo del QI che potrebbe non tornare nell'età adulta, anche se l'uso di marijuana viene successivamente interrotto.

Un malinteso comune è che la marijuana non porti alla dipendenza. Ma gli studi hanno dimostrato il contrario. L'uso precoce e regolare di marijuana influisce sullo sviluppo del sistema endocannabinoide del cervello, che regola il piacere, la ricompensa e la motivazione. Questa alterazione può portare a una futura dipendenza.

Più usano la marijuana, più è probabile che gli adolescenti sperimentino sintomi di astinenza sotto forma di irritabilità, difficoltà del sonno e brama. Gli studi hanno dimostrato che gli adolescenti che usano regolarmente marijuana hanno maggiori probabilità di essere consumatori dipendenti in età adulta, e questo è associato a scarsi risultati lavorativi e relazionali.

Alcuni adolescenti usano la marijuana per migliorare il loro umore, ma gli studi hanno dimostrato che questo può effettivamente peggiorare le cose. L'uso di marijuana negli adolescenti è stato collegato a un aumento dell'incidenza di depressione, pensieri suicidi e comportamenti autolesionisti.

L'uso di marijuana compromette anche la capacità di guida e aumenta il rischio di incidenti automobilistici. La combinazione di alcol e marijuana peggiora questo rischio.

Come sapere se tuo figlio fa uso di marijuana? Un improvviso calo del rendimento scolastico o della motivazione è un campanello d'allarme. Gli adolescenti incontrano regolarmente fattori di stress, come bullismo, problemi relazionali, pressioni scolastiche, conflitti familiari e problemi di salute mentale.

A volte, gli adolescenti si rivolgono all'uso di sostanze, inclusa la marijuana, per affrontare questo stress. Anche i cambiamenti nei comportamenti di tuo figlio, l'aumento dell'irritabilità o l'ansia potrebbero essere segni che stanno usando droghe per far fronte.

Cosa possono fare i genitori per aiutare i loro ragazzi? Ecco alcuni suggerimenti suggeriti:

Mantieni una comunicazione aperta e ascolta attivamente le preoccupazioni dei tuoi figli. Partecipa alla vita dei tuoi figli e conosci i loro amici. Informati sugli effetti negativi della marijuana in modo da poter avere discussioni informate con tuo figlio. Insegna ai tuoi figli le abilità per resistere alla pressione dei coetanei e sentirsi a proprio agio nel dire di no a comportamenti dannosi.

Una comunicazione aperta e fiduciosa con tuo figlio è il modo migliore per assicurarti che riceva informazioni chiare e accurate sui rischi che accompagnano l'uso di marijuana.

Categorie: Impegno della comunità, educazione, Research, Facoltà di Medicina, Prima pagina