Traduci
${alt}
di Yamhilette Licon Muñoz

latine che guidano

Il biochimico dell'UNM Karlett Parra fonde il mentoring con la ricerca all'avanguardia

Il "potenziale dell'idrogeno" - comunemente noto come pH - è definito come la concentrazione di ioni idrogeno in una soluzione. È una misura di acidità o basicità.

Nelle cellule, il pH è estremamente regolato e si scopre che molti normali processi cellulari dipendono da particolari concentrazioni di pH. Di conseguenza, la sua deregolamentazione contribuisce a (o provoca) varie malattie.

Ma cosa controlla i livelli di pH all'interno delle cellule?

Karlett Parra, PhD, professore e presidente del Dipartimento di Biochimica e Biologia Molecolare dell'UNM, ha dedicato la sua vita allo studio di uno degli attori chiave nella regolazione del pH: un enzima chiamato vacuolar-H+-ATPasi (meglio conosciuta come V-ATPasi).

"V-ATPase è un nano-motore molto interessante", afferma Parra. "Utilizza l'energia dell'ATP [adenosina trifosfato] per pompare protoni, generando e mantenendo diversi livelli di pH all'interno della cellula".

"La regolazione del pH da parte della V-ATPasi è cruciale per diversi processi fisiologici, come la maturazione degli spermatozoi, l'acidificazione urinaria, l'acidificazione lisosomiale e l'assorbimento di ferro e colesterolo, tra gli altri".

Nata e cresciuta in Venezuela, Karlett Parra è la prima scienziata della sua famiglia.

"Da quando ho scoperto la scienza, è diventata la mia passione", dice. "La mia famiglia era confusa su quanto fossi impegnato a perseguire una carriera nella ricerca".

Parra ha conseguito il dottorato di ricerca in biochimica e biologia molecolare presso la SUNY Upstate Medical University di Syracuse, NY. Lì ha iniziato a studiare V-ATPasi sotto la guida di Patricia Kane, PhD. "È stata la decisione migliore della mia vita", dice.

Parra è entrata a far parte della Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico nel 2007, dove la sua ricerca si è incentrata sui diversi ruoli della V-ATPasi in fisiologia e fisiopatologia. Trasferirsi ad Albuquerque dal nord-est è stata una transizione gradita, dice.

"Adoro l'azzurro del cielo e le montagne di Sandia", afferma Parra. "Mi ricordano la mia città natale."

Parra è stata nominata presidente del Dipartimento di Biochimica e Biologia Molecolare nel 2012. È stata una nuova sfida.

"Essere a capo di un dipartimento è come cercare di far avanzare una grande montagna", spiega Parra. "Sta lavorando con un gruppo di professionisti di grande talento verso un obiettivo condiviso. Ha bisogno del lavoro, della concentrazione e dell'impegno di tutti. Sono molto orgoglioso del dipartimento ed è stato molto soddisfacente vederlo crescere".

Nel suo laboratorio, Parra studia modelli di lievito (Saccharomyces cerevisiae e Candida albicans) i meccanismi molecolari che regolano o sono regolati dalla V-ATPasi, nonché le linee cellulari di cancro al seno e alla prostata.

Ha scoperto che l'inibizione farmacologica o genetica della V-ATPasi diminuisce la virulenza del patogeno fungino C. albicans e interrompe diversi processi tumorigenici, come l'invasione e la metastasi nelle cellule del cancro al seno e alla prostata.

Ritiene che diversi importanti processi patologici coinvolgano la regolazione del pH e che lo studio della V-ATPasi possa un giorno portare allo sviluppo di nuovi bersagli terapeutici.

Come scienziata e mentore, Parra scopre che uno dei suoi più grandi vantaggi deriva dal lavorare con gli studenti.

"Ci sono ottimi studenti alla UNM", dice. "Vedere alcune di loro crescere e diventare scienziati di successo è una grande soddisfazione. Lavorare con donne di diversa estrazione - comprese donne di una cultura simile alla mia - e vederle seguire la propria strada non ha prezzo".

Categorie: Educazione, Research, Facoltà di Medicina, Prima pagina