$ {alt}
Di Brianna Wilson

Aggiornamenti del CDC sul virus respiratorio, linee guida COVID

Sono passati quasi quattro anni da quando il New Mexico ha registrato i suoi primi casi di COVID e i funzionari dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno appena rilasciato nuove raccomandazioni sui virus respiratori.

Meghan Brett, MD, an iinfettivo diseases dOttore e eepidemiologo dell'Ospedale dell'Università del New Mexico, ha affermato che la guida aggiornata arriva in un momento in cui esistono più protezioni e trattamenti efficaci per ridurre la gravità delle infezioni da COVID.

“Direi anche che il virus stesso è cambiato. Il virus si è evoluto, al punto che per la maggior parte delle persone è diventato più un’infezione delle vie respiratorie superiori piuttosto che un’infezione delle vie respiratorie inferiori, e penso che ciò abbia cambiato il tasso di ricoveri. Ha cambiato anche la gravità della malattia”.

- Meghan Brett, dottore in medicina, Epidemiologo dell'ospedale dell'UNM

Qual è la nuova guida?

  • Autoisolarsi finché non scompaiono i sintomi respiratori migliorando, e non hai la febbre da almeno 24 ore.
  • Una volta che i sintomi sono migliorati, puoi tornare alle normali attività, ma considera di indossare una maschera in pubblico per cinque giorni.

Brett ha detto di prendere in considerazione anche la possibilità di stare lontano dalle persone che corrono un rischio maggiore di casi COVID più gravi.

“Vale la pena proteggere gli altri che potrebbero essere soggetti a gravi tipi di infezioni”, ha affermato. "Ad esempio, se ti senti male, non è il momento adatto per andare a trovare tua nonna, ed è comunque ragionevole indossare una maschera per ridurre il rischio di trasmissione."

Brett raccomanda di prendere le distanze dalle persone di età superiore ai 65 anni, immunocompromesse o che hanno una condizione preesistente, fino a 10 giorni dopo l’inizio dei sintomi.

Raccomanda inoltre di eseguire il test per COVID più volte a casa o con il proprio medico di base, perché è possibile avere sintomi e non risultare positivi al virus per diversi giorni dal momento in cui iniziano i sintomi.

"L'antigene, o il test domiciliare, è ancora efficace, nonostante il cambiamento nei ceppi di questo virus", ha detto Brett. “Grazie alla vaccinazione e alle persone che sono state infettate dal COVID, abbiamo un’immunità migliore. Quindi, il nostro sistema immunitario risponde meglio al COVID in questo momento. La sfida ora è che quando il virus raggiunge il picco, di solito avviene il quarto o il quinto giorno, il che è diverso rispetto a tre anni fa”.

Quali indicazioni rimangono le stesse?

  • Resta a casa se non ti senti bene.
  • Se hai sintomi e condizioni mediche di base, è importante sottoporti al test per COVID o influenza perché puoi ricevere cure per entrambe le infezioni. Questo aiuta a ridurre il rischio di andare in ospedale.
  • Rimani aggiornato su vaccinazioni come influenza, COVID e ora RSV.
  • Praticare una buona igiene: lavarsi spesso le mani, coprire tosse e starnuti, pulire le aree toccate frequentemente.

Brett ha affermato che questa nuova guida è rivolta al grande pubblico. Gli operatori sanitari continueranno a seguire le precedenti linee guida del CDC per COVID e altri virus respiratori. Questi includono l’esecuzione di una PCR per COVID o due test antigenici a distanza di 48 ore l’uno dall’altro e il soggiorno a casa per cinque giorni se il risultato è positivo. Dovrebbero continuare a indossare una maschera al lavoro dal quinto al decimo giorno, dal momento in cui iniziano ad avvertire i sintomi.

Brett ha anche affermato che i recenti progressi nella risposta al COVID, compresi vaccini e cure, non significano che le comunità non debbano più affrontare questo virus. 

“Le infezioni da COVID continuano a verificarsi e le persone con infezione da COVID possono ancora sentirsi molto male per giorni ed essere a rischio di COVID a lungo termine, anche con infezioni lievi”, ha affermato. “Ciò che è cambiato è la gravità dell’infezione per la maggior parte dei pazienti grazie al sistema immunitario, ai trattamenti efficaci e al cambiamento del virus stesso che rende l’infezione meno grave. Quindi, è importante continuare a proteggerci con la vaccinazione, pratiche efficaci di igiene respiratoria e l’autoisolamento quando siamo malati di tutti i virus respiratori”.

Fare clic qui per ulteriori informazioni sulla guida aggiornata del CDC sui virus respiratori.

Categorie: COVID-19, Istruzione, Salute, Notizie che puoi usare, Prima pagina, Ospedale UNM