Traduci
${alt}

Studi in servizio

Gli studenti di medicina dell'UNM esplorano nuovi modi per apprendere e contribuire alla pandemia di COVID-19

Studenti di medicina negli Stati Uniti. hanno visto la loro formazione interrotta dalla nuova pandemia di coronavirus e molti hanno espresso la loro frustrazione per essere stati emarginati dall'aiutare a prendersi cura del sistema dei pazienti in un momento critico.

Gli studenti di medicina dedicati dell'Università del New Mexico si sono fatti avanti offrendo volontari per fare da babysitter e fare commissioni per i residenti e i docenti impegnati che lavorano nell'ospedale, il personale delle linee telefoniche e il sostegno alla raccolta del sangue, tra molti altri progetti.

E, poiché le lezioni sono diventate completamente virtuali, la UNM School of Medicine ha creato un nuovo blocco COVID-19 per gli studenti del secondo e terzo anno che offre loro un'opportunità unica di utilizzare le proprie competenze in iniziative non cliniche continuando per raggiungere i propri obiettivi educativi.

"Il blocco COVID è un tentativo di tenerli in movimento, legati all'incredibile passione e interesse degli studenti per essere al servizio in questo momento enormemente impegnativo", ha affermato il vicepresidente esecutivo Martha Cole McGrew, MD.

A marzo, la School of Medicine si è unita alla maggior parte delle scuole di medicina statunitensi nel ritiro degli studenti di medicina dai contesti clinici. Con la chiusura del campus dell'UNM agli studenti fino alla fine del semestre primaverile, l'istruzione è diventata completamente virtuale, ha affermato McGrew.

"Le scuole mediche di tutto il paese hanno cambiato le lezioni di persona in apprendimento virtuale", ha detto. "Anche se gli studenti non hanno contatti con i pazienti in questo momento, il loro apprendimento in classe virtuale sarà migliorato dall'opportunità di apprendere e crescere dalle sfide che questa situazione comporta e di progredire nella loro formazione medica allo stesso tempo".

Gli studenti stanno lavorando con i mentori della facoltà per sviluppare e implementare progetti di servizio per soddisfare le esigenze della comunità durante la crisi, ha affermato McGrew. Tutti i progetti saranno approvati dalla dirigenza della School of Medicine, dal centro operativo di emergenza dell'UNM Hospital o dal team di gestione degli incidenti dell'UNM Health Sciences Center, a seconda dei casi, per fornire il servizio più necessario alla comunità durante questa crisi.

"I nostri studenti sono la ragione per cui esistiamo come istituzione accademica", ha detto McGrew. "Sono ispirato e orgoglioso del profondo impegno e dell'energia di questi studenti e degli educatori che li sostengono".

Categorie: Impegno della comunità, educazione, salute, Facoltà di Medicina, Prima pagina