Traduci
${alt}
di Michael Haederle

latine che guidano

La dottoressa Alisha Parada condivide la sua storia per ispirare gli altri

Quando Alisha Parada, MD, si è diplomata alla Las Cruces High School a 17 anni, incinta e single, il suo consulente di orientamento sembrava disinteressato a sostenere il suo desiderio di iscriversi al college.

"Mi ha completamente lasciato senza fiato", dice Parada. "Hanno scommesso contro di me. Ero determinato a fare qualcosa: tutti dicevano che non potevo farlo".

Imperterrita, Parada si iscrisse alla New Mexico State University da sola e in seguito si laureò alla School of Medicine dell'Università del New Mexico. Ha continuato a servire come capo residente in Medicina Interna presso UNM prima di entrare a far parte della facoltà nel 2012.

Ora, come capo della Divisione di Medicina Interna Generale dell'UNM e direttrice medica della Clinica UNM Southwest Mesa, Parada ha fatto della sua missione quella di fornire ai medici emergenti il ​​supporto che avrebbe voluto ricevere.

"Sono molto appassionato di fare da mentore alla prossima generazione di professionisti medici", afferma Parada.

Parada, i cui genitori erano di Albuquerque, è cresciuta a Las Cruces mentre suo padre lavorava nella vicina White Sands Missile Range. "Fin da quando ero molto giovane, ho sempre voluto essere un medico", dice. "Ero un laureato di prima generazione. I miei genitori mi hanno sostenuto e hanno detto: 'Dovresti andare al college', ma non sapevano come aiutarmi ad arrivarci".

Sebbene abbia iniziato come laureata in biochimica, ha trovato un mentore quando ha iniziato a lavorare al College of Agricultural, Consumer and Environmental Sciences della NMSU. L'ha incoraggiata a trasferirsi lì e lei ha continuato a laurearsi in scienze agrarie.

Ha lavorato per un anno dopo la laurea, poi ha iniziato la scuola di medicina all'UNM mentre suo figlio ha iniziato l'asilo. "Avevo un legame con la scuola di medicina perché avevano svolto attività di sensibilizzazione allo stato", dice.

Studiare medicina mentre cresceva un bambino come genitore single è stato impegnativo, ma è stato complicato dal fatto che Parada si prendeva cura anche della sua amata nonna materna, a cui è stato diagnosticato un cancro allo stomaco e all'esofago ed è morta all'inizio del suo secondo anno.

Parada è particolarmente orgogliosa del suo lavoro presso la Southwest Mesa Clinic - una delle più frequentate dell'UNM - dove molti dei suoi residenti svolgono le loro rotazioni cliniche. "Si tratta per lo più di una popolazione svantaggiata", dice. "Ci prendiamo cura dei più malati tra i malati, con complicazioni".

Prendersi cura dei meno abbienti è una vocazione speciale. "Ci vuole davvero una mentalità diversa per prendersi cura delle persone che non hanno risorse", dice. Mi sono sempre sentito come se mi stessi prendendo cura della mia famiglia. Per questo si fidano di più di noi".

Parada, che in precedenza è stata vicepresidente per la diversità, l'inclusione e l'equità nel Dipartimento di Medicina Interna, è importante condividere la sua storia con studenti di medicina, residenti e colleghi di facoltà.

"Alla scuola di medicina non c'erano molti mentori e docenti con cui potevo identificarmi - non c'erano molte donne di minoranza", dice, aggiungendo che Valerie Romero-Leggott, MD, ora vice rettore delle scienze della salute per la diversità, l'inclusione e Equity e Loretta Cordova de Ortega, presidente del Dipartimento di Pediatria, sono state le persone che l'hanno ispirata.

"Fortunatamente, sono nella stessa posizione in cui si trovavano loro, dove le persone mi guardano e dicono: 'Posso farlo'", dice Parada.

Parada è grata per il supporto che ha ricevuto dal presidente del dipartimento Mark Unruh, MD. "Il cambiamento culturale richiede molto, molto tempo", dice. "Ci sono molte grandi iniziative per aiutare a sostenere le persone, in particolare le donne appartenenti a minoranze, e potremmo davvero fare di più".

Dice che è in esso per il lungo raggio. "Essere in grado di essere un educatore e un mentore: è così che influenzeremo la comunità nel New Mexico".

Categorie: Impegno della comunità, educazione, salute, Facoltà di Medicina, Prima pagina