Traduci
${alt}
Di Shawn Singh Sidhu, MD

Trovare il tuo equilibrio

Suggerimenti per mantenere il benessere emotivo in mezzo a disordini sociali

L'intera nazione ha guardato nell'ultima settimana poiché la nostra nazione ha attraversato un capitolo molto doloroso della sua storia.

Mentre i semi di questa sofferenza sono stati piantati centinaia di anni fa, è stato straziante vedere l'impatto su quegli innumerevoli individui le cui vite sono state irreversibilmente cambiate da questi eventi. Il resto di noi è stato relegato al ruolo di spettatore, con un senso di grande tristezza, frustrazione, disperazione e impotenza mentre osserviamo parti delle nostre città andare in pezzi.

Questi disordini sociali arrivano in un momento in cui la nostra nazione era già alle prese con la tragedia che COVID-19 ha causato la morte di oltre 100,000 membri della nostra famiglia, amici e membri della comunità.

È naturale che tempi così difficili abbiano un impatto sulla nostra psiche collettiva. Per coloro che sono coinvolti più intimamente, l'impatto potrebbe essere piuttosto grave e pervasivo. Tuttavia, anche coloro che seguono indirettamente i cicli di notizie e i social media possono provare disagio emotivo. Lo abbiamo visto in diretta in TV, poiché alcuni giornalisti sono scoppiati in lacrime mentre lottavano per elaborare gli eventi che stavano coprendo.

Le reazioni tipiche ai disordini sociali includono ansia, tristezza e disperazione. Alcuni individui possono preoccuparsi che la violenza si diffonda direttamente ai loro cari, mentre altri possono avere preoccupazioni più esistenziali per la ripresa delle loro comunità e per il futuro del nostro mondo.

Molti proveranno un senso di tristezza fino al lutto nel lutto per la perdita del Paese che pensavano di avere, o per le famiglie che hanno perso i propri cari. La disperazione o la disperazione spesso accompagnano l'ansia e la tristezza intense quando le persone si sentono impotenti e mancano di controllo sul loro ambiente.

Un'altra reazione tipica ai disordini sociali è la frustrazione e l'irritabilità, che se lasciate incontrollate, possono evolvere in rabbia, odio, pensieri in bianco e nero, disumanizzazione, pensieri di vendetta e, infine, più violenza.

Sebbene sia importante riconoscere questi sentimenti dentro di noi, la rabbia e l'odio servono solo a dividere ulteriormente, a peggiorare le tensioni esistenti e alla fine lasciano tutte le persone coinvolte a sentirsi molto peggio. La cosa ingannevole della rabbia è che dà alle persone un falso senso di controllo che non provano con paura, ansia, depressione, disperazione e disperazione.

Tuttavia, questa è un'illusione, poiché è molto fugace e finisce solo per perpetuare il ciclo del dolore e della sofferenza. Dovremmo resistere all'impulso di scegliere da che parte stare in un clima mediatico che si nutre di polarizzazione. Faremmo bene a ricordare che il dolore e la sofferenza non discriminano e colpiscono tutti.

Cosa possiamo fare per migliorare il nostro benessere emotivo durante questi momenti inquietanti? La prima e più pratica cosa è limitare la nostra esposizione a contenuti mediatici traumatici e provocatori. Potrebbe essere necessario seguire tale copertura per garantire la nostra sicurezza, in particolare se stiamo attraversando aree di disordini sociali. Ma in tutte le altre circostanze non fa bene vedere la copertura mediatica più di una volta al giorno. Dovremmo cercare una copertura di notizie il più possibile neutrale per evitare un'eccessiva polarizzazione.

È anche molto importante trovare sfoghi fisici per il nostro stress mentale ed emotivo. Questi potrebbero includere esercizi cardiovascolari, allenamento con i pesi, cross training o escursioni nella natura. Alcune forme di esercizio includono aspetti creativi e/o spirituali, come la danza e lo yoga, e questi potrebbero avere ulteriori benefici oltre alla forma fisica.

Molte persone sperimenteranno insonnia o altre difficoltà legate al sonno durante questi periodi. Il sonno è un aspetto critico del nostro benessere, poiché ripristina l'omeostasi e ci fornisce una tregua fondamentale dal ciclo di lotta o fuga degli ormoni dello stress durante i periodi difficili. Potrebbe essere necessario consultare un medico esperto se non riesci a dormire usando tecniche di rilassamento, docce o bevande calde o altri metodi naturali. È importante anche continuare a prenderci cura del nostro corpo in termini di nutrizione e idratazione.

Al di là di noi stessi, è anche importante per noi continuare ad avere connessioni sane con il mondo che ci circonda. Queste interazioni umane non sono solo importanti per una vita sana e piena, ma ripristinano anche la nostra fede nell'umanità.

Il più grande antidoto al sentimento di impotenza è l'avvocatura. Questo potrebbe essere un ottimo momento per rivalutare le nostre vite e chiederci se stiamo facendo abbastanza per migliorare le nostre comunità. Sappiamo che ci sono persone nella nostra comunità che stanno soffrendo. Cosa stiamo facendo per aiutarli? Cosa stiamo facendo per assicurarci che non si sentano esclusi, inascoltati, non visti e dimenticati?

I semi di questa agitazione potrebbero essere stati piantati secoli fa, ma possiamo iniziare a piantare nuovi semi di amore, resilienza, solidarietà, guarigione, benessere, unità e crescita. Ciò avrà il duplice vantaggio di aiutarci a livello individuale e anche di beneficiare il mondo che ci circonda.

Categorie: Impegno della comunità, educazione, Facoltà di Medicina, Prima pagina