Traduci
UNM Centro per lo sviluppo e la disabilità
di Michael Haederle

Partnership privilegiata

Il Centro UNM per lo sviluppo e la disabilità si unisce al Dipartimento della salute di NM per migliorare l'assistenza sanitaria comportamentale per i bambini

L'Università del New Mexico Centro per lo sviluppo e la disabilità (CDD) sta collaborando con il Dipartimento della salute del New Mexico (DOH) in un'iniziativa finanziata dal governo federale per aiutare i fornitori di cure primarie pediatriche dello stato a diagnosticare e trattare meglio i problemi comportamentali e di salute mentale nei bambini.

L'iniziativa quinquennale da 2.5 milioni di dollari del New Mexico Access to Behavioral Health Care (NM-ABC) utilizzerà la capacità di tele-mentoring del progetto ECHO dell'UNM per migliorare le competenze dei fornitori di cure primarie pediatriche, ha affermato il direttore del CDD Marcia Moriarta, PsyD. Il progetto offrirà inoltre ai fornitori la possibilità di consultare gli esperti di salute comportamentale dell'UNM e creare un elenco di risorse.

 

Marcia Moriarta, PsyD

Riunisce formazione e consulenza per i fornitori di cure primarie per supportare meglio i bisogni comportamentali e di salute mentale dei bambini che vedono nelle loro pratiche.

- Marcia Moriarta, PsyD

"L'idea è che riunisca formazione e consulenza per i fornitori di cure primarie per supportare meglio i bisogni comportamentali e di salute mentale dei bambini che vedono nelle loro pratiche", ha affermato Moriarta, che è co-investigatore principale della sovvenzione.

Il progetto è finanziato attraverso il DOH dal Amministrazione delle risorse e dei servizi sanitari (HRSA), ha affermato la co-investigatrice Susan Chacon, MSW, LCSW, direttore dei servizi medici per bambini per il programma DOH Title V Children and Youth with Special Health Care Needs.

Il finanziamento HRSA viene distribuito a una rete nazionale di 40 stati nell'ambito dell'American Rescue Plan Accesso all'assistenza sanitaria mentale pediatrica .

"È piuttosto eccitante, perché sta ricostruendo e rafforzando l'infrastruttura per la salute comportamentale pediatrica", ha detto Chacon, citando il Surgeon General's avviso recente sulla salute mentale dei bambini negli Stati Uniti "C'è una crisi là fuori e stiamo cercando di fare qualcosa per aiutare".

Per valutare la necessità di formazione, i partner si stanno rivolgendo a pediatri, medici di famiglia, cliniche sanitarie qualificate a livello federale, organizzazioni di assistenza gestita, infermiere scolastiche e altri che forniscono assistenza sanitaria ai bambini, ha affermato.

Una parte fondamentale del progetto prevede l'organizzazione di sessioni interattive di tele-ECHO con gruppi di fornitori di tutto lo stato, ha affermato Moriarta.

Un team interdisciplinare di esperti dei Dipartimenti UNM di Psichiatria e scienze comportamentali e Pediatria fornirà informazioni dettagliate sulla diagnosi dei bambini con condizioni come ansia, depressione, disturbo da deficit di attenzione, traumi, disturbo dello spettro autistico e suicidalità. Le sessioni includeranno anche una discussione sulle migliori alternative di trattamento.

Oltre alle ben note sfide per la salute mentale e comportamentale che i bambini devono affrontare, "l'altra cosa che sta emergendo è la risposta dei bambini al COVID: è una dimensione completamente nuova", ha affermato Moriarta.

I partecipanti all'iniziativa NM-ABC potranno anche consultare gli esperti dell'UNM in salute comportamentale di bambini e adolescenti in merito alle diagnosi dei loro pazienti e aiutarli ad accedere alle risorse necessarie. "Possono chiamare UNM e ottenere supporto attivo", ha detto Moriarta.

Il progetto assumerà anche un esperto di risorse di formazione, ha affermato. "Svilupperemo un hub di risorse online".

I partecipanti UNM al progetto includono gli psichiatri Amy Rouse, MD, e Caroline Bonham, MD, le psicologi Sylvia Acosta, PhD, e Julia Oppenheimer, PhD, di Pediatrics, e la manager clinica Karen Longenecker, LCSW, un'assistente sociale presso il CDD che lavora in collaborazione con i fornitori del Dipartimento di Medicina di Famiglia e di Comunità.

Chacon afferma che poiché i fondi federali verranno prima erogati al DOH prima di essere inviati all'UNM, sarà responsabile dell'amministrazione della sovvenzione. "È una bella collaborazione", ha detto, "Non potremmo farcela l'una senza l'altra".

Categorie: Impegno della comunità, educazione, salute, Facoltà di Medicina, Prima pagina