Traduci
Due dipendenti che vanno a lavorare
di Cindy Foster

Bambini Steps

Gli psicologi offrono semplici consigli per combattere l'ansia post-COVID

Piccoli passi. Tutto inizia con piccoli passi.

Molti nuovi messicani stanno lottando per affrontare il burnout causato dal COVID-19. Alcuni hanno guardato mentre i propri cari si ammalavano, o si ammalavano loro stessi. Le relazioni sono state danneggiate da discussioni su ciò che è sicuro.

Per alcuni, il COVID ha portato alla perdita del lavoro; per altri significava vivere assenze dolorose dalla famiglia. Tutti ora sembrano lottare con il sonno e come affrontare lo stress e l'ansia.

Lo psicologo dell'Università del New Mexico Christopher Morris, PhD, direttore clinico della clinica per la salute comportamentale di Scienze della salute a Rio Rancho, e il collega psicologo clinico dell'UNM Jaye "Jaxcy" Odom, PsyD, vedono gli effetti della pandemia sui loro pazienti ogni giorno.

"La perdita arriva in tutti i tipi di forme", afferma Odom, che pratica presso la clinica regionale di salute mentale di Sandoval situata nel campus dell'UNM Rio Rancho Health Sciences. “Abbiamo perso opportunità in ogni aspetto della nostra vita”.

La recente revoca delle restrizioni ha significato che le persone stanno iniziando a riprendere diversi aspetti del controllo sulla propria vita, afferma.

"È importante riconnettersi con le persone e trovare quei modi in cui possiamo sentirci più in controllo", afferma Odom. "Ma dobbiamo considerare il fatto che molte persone sono esauste".

Ed è anche importante notare che anche i bambini potrebbero essere alle prese con l'ansia, aggiunge. 

Fare una pausa – per riconoscere ciò che abbiamo passato collettivamente e individualmente – è un primo passo importante, ma può essere difficile da fare per le persone.

"A volte ci sentiamo in colpa o egoisti per il desiderio di queste attività perdute da prima della pandemia quando altri hanno sofferto molto di più e ci sono tutte queste grandi perdite intorno a noi", dice.

Allora, come rimettere in carreggiata te stesso e i tuoi figli? Quali modi hanno i genitori per aiutare i propri figli ad ambientarsi e a riconnettersi socialmente?

"Questo è un problema enorme", dice Odom. “La struttura è così importante per i bambini. I bambini sono stati molto fortunati se hanno avuto l'opportunità di stare con altri bambini durante la pandemia. Ma molti non sono stati in grado di ottenerlo e hanno perso molti dei loro collegamenti con i loro programmi e le loro famiglie”.

Una variabile importante nel riportare i bambini alla "normalità" risiede nella creazione di orari e struttura, dice Odom.

"In generale, incoraggio davvero i genitori a iniziare qualsiasi attività che piaccia davvero ai loro figli", afferma. “Riportalo nella loro vita e poi prova a creare una struttura nelle loro vite nel miglior modo possibile. Se riesci a coinvolgerli nelle attività preferite, come il calcio, le partite di scacchi o i robot, qualunque cosa a cui sono interessati, ciò può avere un impatto su quella connessione sociale nelle loro vite”.

Anche gli adulti hanno bisogno di quella struttura nelle loro vite, ma non aspettatevi di ricostruire rapidamente quella vita pre-pandemia, dice Morris.

 

Christopher Morris, PhD

Fare cose che forniscono una struttura e avere un programma è un grosso problema e potrebbe volerci fare le cose a piccoli passi

- Christopher Morris, Dottorato

Provare tristezza di fronte alla perdita riflette quanto sia importante per te quella perdita, dice Morris. “È una sensazione naturale. Non rinunceresti all'esperienza che sta causando quella tristezza oggi. Quella persona o attività o luogo speciale fa parte della tua vita”.

Accettare le emozioni difficili è il primo passo per mantenere una certa connessione con esse, aggiunge.

"Forse non puoi connetterti nello stesso modo in cui lo facevi in ​​passato, ma ci sono altri modi per mantenere qualcosa che è significativo per te", dice. “Non può prendere il posto di ciò che abbiamo perso, ma qualcosa a cui dai valore che puoi fare per mantenere alte le tue energie e su cui puoi costruire.”

Categorie: Impegno della comunità, salute, Facoltà di Medicina, Prima pagina