Traduci
${alt}
di Jeff Tucker

Ricercatore Onorato

La dottoressa Ichiko Kinjyo riceve il premio Liz Tilberis Early Career 2021 dall'Ovarian Cancer Research Alliance

 

Il lavoro pionieristico in corso sul trattamento del cancro ovarico presso l'Università del New Mexico Comprehensive Cancer Center ha ottenuto il riconoscimento nazionale e il sostegno finanziario dell'Ovarian Cancer Research Alliance.

Ichiko Kinjyo, MD, PhD, professore assistente di ricerca presso la Divisione UNM di Medicina Molecolare e presso l'UNM Comprehensive Cancer Center, è stato recentemente nominato destinatario 2021 del Liz Tilberis Early Career Award.

Kinjyo è stata premiata per il suo lavoro con Sarah Adams, MD, nell'esplorazione di come una combinazione di un agente mirato al cancro noto come inibitore di PARP e immunomodulazione tramite il blocco del checkpoint immunitario può migliorare il trattamento nei pazienti con tumori ovarici. 

Gli inibitori di PARP sono una forma orale di chemioterapia che induce la morte delle cellule cancerose bloccando la capacità di una cellula di riparare il proprio DNA. L'immunoterapia è un'altra nuova strategia di trattamento che funziona migliorando la risposta immunitaria del paziente al cancro. Il lavoro di Kinjyo ha identificato il meccanismo attraverso il quale questi diversi approcci possono lavorare insieme per ottenere un beneficio terapeutico ancora maggiore.

Il lavoro di Kinjyo nell'ambito della nuova sovvenzione si concentrerà su come gli inibitori di PARP influenzano direttamente le cellule immunitarie e se possono migliorare gli effetti antitumorali delle cellule T. 

"Il farmaco è stato inizialmente studiato da biologi del cancro, ma non da immunologi", ha detto Kinjyo. “Con un numero sempre maggiore di potenziali effetti degli inibitori di PARP nella regolazione intracellulare, siamo interessati all'impatto a lungo termine sul sistema immunitario. Questo è l'avvertimento che ancora non sappiamo".

Adams ha lanciato una sperimentazione clinica sulla combinazione di inibitore di PARP e trattamento immunoterapico presso l'UNM Cancer Center nel 2016. Una volta avviato questo studio, ha reclutato Kinjyo per unirsi a questo lavoro grazie alla sua esperienza nella biologia delle cellule T. 

"Ichiko è uno scienziato eccezionale", ha detto Adams. “Sta conducendo un lavoro critico che indaga su come l'immunità antitumorale sia migliorata da questo regime combinato. I suoi risultati hanno già ampliato la nostra comprensione dell'impatto dell'inibizione di PARP nella biologia del cancro e nell'immunologia dei tumori.

"Il suo nuovo progetto metterà alla prova un'ipotesi entusiasmante che collega l'immunometabolismo, la riparazione del DNA e la biologia del cancro e ha il potenziale per avere un impatto significativo sul trattamento per le donne con cancro ovarico e altri tipi di tumore".

Originaria del Giappone, Kinjyo si è trasferita alla UNM dopo aver completato il suo lavoro di dottorato sotto la guida di Akihiko Yoshimura, PhD. Ha completato la formazione post-dottorato in immunologia delle cellule T nel laboratorio di Steven L. Reiner, MD, presso l'Università della Pennsylvania, e successivamente con il Dr. Wolfgang Weninger, MD, presso l'Università di Sydney, in Australia.

Nel 2014 Kinjyo è entrata a far parte del laboratorio di Bridget Wilson, PhD, presso l'UNM, dove la sua ricerca si è concentrata sulla leucemia linfoblastica acuta. 

Kinjyo ha scelto la sua carriera come scienziato di base per la sua curiosità su come il corpo viene mantenuto come sistema biologico, ma ha detto che lavorare con un medico-scienziato come Adams è un'esperienza speciale.

"Sarah fa da ponte tra il capezzale clinico e il banco di ricerca portandoci i desideri dei pazienti e ricordandoci la richiesta di trattamenti migliori per curare il cancro", ha affermato. "Vogliamo fortemente contribuire a migliorare il trattamento clinico del cancro attraverso le nostre scoperte quotidiane dal laboratorio". 

Kinjyo prevede che la ricerca di base per scoprire gli effetti aggiuntivi degli inibitori di PARP oltre al loro impatto sulla riparazione del DNA migliorerà l'efficacia del trattamento e contribuirà alla progettazione di nuove combinazioni. Il suo lavoro ha anche il potenziale per espandere l'uso di PARP-inibitori per altri tipi di cancro.

I Liz Tilberis Early Career Awards vengono assegnati a docenti junior a livello di assistente professore che hanno un forte impegno per una carriera investigativa nella ricerca sul cancro ovarico. Il premio è stato avviato nel 2000 e prende il nome dal defunto presidente dell'Ovarian Cancer Research Alliance. OCRA è stata costituita nel 1994 ed è la più antica e grande organizzazione benefica per il cancro ovarico al mondo. Sin dal suo inizio, l'OCRA ha raccolto oltre 100 milioni di dollari per la ricerca sul cancro ovarico. 

UNM Centro completo per il cancro

L'University of New Mexico Comprehensive Cancer Center è il Cancer Center ufficiale del New Mexico e l'unico Cancer Center designato dal National Cancer Institute in un raggio di 500 miglia.

I suoi 146 medici specializzati in oncologia certificati dal consiglio includono chirurghi oncologici in ogni specialità (addominali, toracici, ossei e dei tessuti molli, neurochirurgia, genitourinario, ginecologia e tumori della testa e del collo), ematologi/oncologi medici adulti e pediatrici, oncologi ginecologici e radioterapisti oncologi. Insieme a oltre 600 altri professionisti sanitari oncologici (infermieri, farmacisti, nutrizionisti, navigatori, psicologi e assistenti sociali), forniscono cure al 65% dei malati di cancro del New Mexico in tutto lo stato e collaborano con i sistemi sanitari della comunità in tutto lo stato per fornire cura del cancro più vicino a casa. Hanno curato circa 13,000 pazienti in oltre 100,000 visite cliniche ambulatoriali oltre ai ricoveri ospedalieri presso l'UNM Hospital.

Un totale di quasi 1300 pazienti hanno partecipato a studi clinici sul cancro, il 40% dei quali ha partecipato a studi clinici testando nuovi trattamenti contro il cancro che includono test di nuove strategie di prevenzione del cancro e sequenziamento del genoma del cancro.

Gli oltre 100 ricercatori sul cancro affiliati all'UNMCCC hanno ricevuto 36.2 milioni di dollari in sovvenzioni federali e private e contratti per progetti di ricerca sul cancro. Dal 2015 hanno pubblicato quasi 1000 manoscritti e, promuovendo lo sviluppo economico, hanno depositato 136 nuovi brevetti e lanciato 10 nuove start-up di biotecnologie.

Infine, i medici, gli scienziati e il personale hanno fornito esperienze di istruzione e formazione a più di 500 studenti delle scuole superiori, universitari, laureati e post-dottorato nella ricerca sul cancro e nell'assistenza sanitaria sul cancro.

Categorie: Centro oncologico completo