Medicina UNM

LA SCUOLA DI MEDICINA DELL'UNIVERSITÀ DEL NUOVO MESSICO ALUMNI MAGAZINE

Storia di copertina: dal tutoraggio alla partnership

Molto prima che acquistassero insieme un edificio per collocare insieme le loro nuove pratiche - Juliette Eye Institute e Retina Consultants of New Mexico - Robert Melendez, MD '00, e C. Nathaniel Roybal, MD, PhD '07, hanno avuto una relazione iniziata attraverso tutoraggio presso la Facoltà di Medicina dell'Università del New Mexico.

LEGGI
MOLTO ALTRO

CHIUDI

Storia di copertina: dal tutoraggio alla partnership

Robert Melendez e C. Nathaniel Roybal condividono una visione chiara per il futuro Di Emily Monteiro Morelli - fotografia di Jose Rodriguez

Molto prima che acquistassero insieme un edificio per collocare insieme le loro nuove pratiche - Juliette Eye Institute e Retina Consultants of New Mexico - Robert Melendez, MD '00, e C. Nathaniel Roybal, MD, PhD '07, hanno avuto una relazione iniziata attraverso tutoraggio presso la Facoltà di Medicina dell'Università del New Mexico.

Oltre alla loro alma mater, Melendez e Roybal hanno molto in comune. Entrambi sono di successo, motivati ​​e innovativi. Entrambi sono oftalmologi molto rispettati che hanno lasciato collaborazioni professionali a lungo termine per avviare studi privati ​​nel bel mezzo della pandemia di COVID-19. Entrambi gli studi condividono un edificio per uffici e sono dedicati a fornire assistenza di livello mondiale ed esperienze eccezionali per i pazienti.

E, cosa forse più importante, entrambi hanno dedicato tempo, energia e immaginazione per servire e migliorare la loro amata comunità medica del New Mexico, guidando la prossima generazione di medici.

"Mi appassiona perché ho avuto molti grandi mentori, come il dottor Frank Marez, '77", dice Melendez. “Apprezzo quando qualcuno prende tempo per restituire. Quando uno studente mi contatta con domande, ripenso a come mi sono sentito quando qualcuno mi ha aiutato a passare al livello successivo. [Diventare un medico] è come scalare una pendenza di 100 gradini, e vedo il mio ruolo come aiutare con uno di quei gradini”.

Mentre ha fatto da mentore ad almeno 30 studenti durante la sua carriera come docente volontario presso l'UNM, Melendez ha anche toccato la scena nazionale come membro e presidente del Young Ophthalmologist Committee dell'American Academy of Ophthalmology.

"Ho sviluppato risorse aziendali per giovani oftalmologi e ho supervisionato il programma ONE Network online, sviluppando la prima app educativa per oftalmologi di tutto il mondo", afferma. Una caratteristica popolare è la serie ONE Minute Video, che fornisce filmati estratti delle parti più difficili degli interventi chirurgici.

Appassionato innovatore, Melendez ha anche fondato la Juliette RP Vision Foundation, chiamata, come il suo studio, in onore di sua madre, la cui diagnosi di retinite pigmentosa ha catalizzato la sua scelta professionale da ragazzo. La fondazione assegna borse di studio a studenti ipovedenti e borse di ricerca a giovani scienziati che conducono ricerche sulla retina.

Melendez, che ha conseguito un MBA presso la UNM Anderson School of Management, è anche appassionato di tutoraggio aziendale. Ha fondato una rivista digitale e cartacea, Ophthalmology Business Minute, e ha pubblicato un libro sulla leadership, Focus on Your Passion, Not the Position. Nei prossimi mesi pubblicherà anche un secondo libro di economia.

Roybal condivide quella passione per gli affari. Ha fondato Retina Consultants of New Mexico con una visione più ampia in mente.

“Ho iniziato la mia pratica privata non solo per fornire ai pazienti l'esperienza di un'assistenza di livello mondiale e la possibilità di avere un rapporto con il loro medico, ma anche perché essere un imprenditore mi permette di diventare un diverso tipo di leader e mentore a New Messico", dice.

“Credo che i professionisti unici e gli studi indipendenti siano il futuro della medicina nel New Mexico. I piccoli studi di proprietà dei medici sono il modo in cui ci prenderemo cura delle nostre aree rurali. Voglio aiutare i medici a guidare i medici durante il processo di apertura delle loro cliniche".

Cresciuto nel nord del New Mexico in una famiglia di nove figli, Roybal non ha mai conosciuto un medico oltre al pediatra di famiglia. Fortunatamente, ha deciso di intraprendere una carriera in medicina. I medici di comunità sono una risorsa importante per i giovani studenti che pensano alla possibilità di una carriera in medicina. Sono spesso l'unico legame tra studenti e medicina.

"Il tutoraggio è tutto", afferma Roybal. “Faccio da mentore a studenti universitari, studenti di medicina, specializzandi e borsisti perché sono l'unica eredità che lasceremo in medicina. La professione medica riguarda la connessione umana e il tutoraggio è il modo in cui reclutiamo e tratteniamo le nostre persone migliori. Il mentoring è l'ancora che collega tutte le nostre esperienze attuali alle possibilità di domani”.

Roybal attribuisce ai mentori del suo programma di dottorato il merito di avergli insegnato l'amore per la scienza, tuttavia quando ha saputo di essere interessato a conoscere l'oftalmologia dal lato clinico, "Ho avuto la fortuna di incontrare Rob Melendez e altri oftalmologi dell'UNM come Arup Das, che mi hanno preso sotto la loro ala protettrice e mi hanno dato la fiducia e la fiducia in me stesso per fare domanda per una specializzazione in oftalmologia.

“I nostri più grandi successi provengono da qualcuno che identifica quelle caratteristiche e talenti che alla fine ci renderanno grandi e ci spinge, 'le piccole aquile', fuori dal nido. I mentori sanno che possiamo volare molto prima di rendercene conto da soli".

Quella spinta fuori dal nido per Roybal è culminata in una prestigiosa borsa di studio post-dottorato EyeSTAR e residenza presso l'UCLA, seguita da una borsa di studio retina presso l'Università dell'Iowa.

Entrambi i medici sono anche attivi nel tutoraggio della ricerca.

Il Dr. Roybal è stato il ricercatore principale in diversi studi clinici di riferimento, è un opinion leader chiave nell'imaging oftalmico ed è attualmente fortemente coinvolto nello sviluppo di protocolli di intelligenza artificiale per l'individuazione e il trattamento della retinopatia diabetica. Fa da mentore a studenti di medicina e laureandi e li aiuta a presentare abstract, presentazioni e pubblicazioni.

La ricerca è il modo migliore per rimanere all'avanguardia e avere un enorme impatto sulla medicina", afferma.

Melendez, che ha anche un master in scienze, ha recentemente riacceso la sua passione per la ricerca, presentando domande di sovvenzione di formazione istituzionale indipendente per esaminare modi per migliorare i risultati dopo la cataratta e la chirurgia LASIK.

Roybal è recentemente diventato presidente della UNM School of Medicine Alumni Association (un ruolo precedentemente ricoperto da Melendez) e vede il suo mandato come un'opportunità per magnificare il ruolo dell'organizzazione come cheerleader per i medici del New Mexico.

"In definitiva vogliamo che i nostri studenti di medicina abbiano successo e vogliamo che si uniscano alla nostra comunità di medici del New Mexico", afferma. “L'associazione può fornire percorsi di tutoraggio affinché i nostri studenti tornino a casa con un forte sostegno e una rete di sicurezza. Vogliamo crescere e sviluppare il raggio d'azione per i nostri residenti e diventare una voce ancora più forte per gli studenti.

Il New Mexico è un posto fantastico per praticare la medicina. Non potevo immaginare nessun altro stato in cui un medico potesse avere un impatto maggiore sulla comunità".

Per Roybal, Melendez e altri mentori hanno svolto un ruolo fondamentale nel suo ritorno nel New Mexico.

“I miei mentori hanno detto: 'Mi sto esercitando nel New Mexico, sto andando molto bene, è fantastico per la mia famiglia e lo adoro.' Questo tipo di informazioni è fondamentale quando si prendono decisioni a lungo termine. È un sogno che diventa realtà ottenere la formazione che ho ricevuto [e] essere in grado di esercitarmi nel mio stato di origine e utilizzare la mia formazione al suo massimo potenziale".

“Il mio 'perché'”, dice Melendez, “è quello di contribuire, e lo faccio sfidando lo status quo per cercare di trovare un modo migliore, che è qualcosa che trasmetto agli allievi: trovare un modo migliore, sia che si tratti di iniziare una fondazione, uno studio o una rivista economica. Ho fatto da mentore al liceo, all'università, a studenti di medicina, a giovani oftalmologi – ci ricorda perché siamo vivi. Niente può sostituire quel tipo di 'pagamento'”.

Sebbene la loro relazione sia iniziata come un tutoraggio uno a uno, Roybal e Melendez sono la prova vivente degli effetti a catena di quel rapporto di tutoraggio e della sua capacità di collegare il passato con il presente, plasmando un vibrante futuro della medicina nel New Mexico e nelle sue innumerevoli studenti, pazienti, medici e comunità. Il tutoraggio è gratificante e, se sarai davvero fortunato, i tuoi allievi diventeranno amici per tutta la vita.

Traduttore che lavora alla scrivania.

Lettera del preside

Cari amici,

Ho parlato spesso nell'ultimo anno dell'ispirazione che ho sperimentato servendo insieme a una rete di individui dedicati al lavoro e alla missione della School of Medicine dell'Università del New Mexico durante la pandemia di COVID-19. Tutti nel nostro istituto mi hanno ispirato. Il loro lavoro e il loro impegno sono stati monumentali.

Mentre il vaccino continua a diffondersi, siamo rinvigoriti da una nuova speranza. Sono particolarmente grato al Governatore Michelle Lujan Grisham, Dipartimento della Salute Sez. Tracie Collins, MD, MPH, Vice Sez. Laura Parajón, MD, e Dipartimento Servizi Umani Sez. David Scrase, MD, per il loro incrollabile lavoro di guida del nostro stato attraverso questa crisi. Dott. Collins, Parajón e Scrase sono tutti docenti della UNM School of Medicine.

Vedo un cauto senso di sollievo nella nostra facoltà, personale e studenti e condivido la loro evidente gratitudine per questa nuova linea di difesa contro la malattia.

LEGGI
MOLTO ALTRO

CHIUDI

Lettera del preside

Cari amici,

Ho parlato spesso nell'ultimo anno dell'ispirazione che ho sperimentato servendo insieme a una rete di individui dedicati al lavoro e alla missione della School of Medicine dell'Università del New Mexico durante la pandemia di COVID-19. Tutti nel nostro istituto mi hanno ispirato. Il loro lavoro e il loro impegno sono stati monumentali.

Mentre il vaccino continua a diffondersi, siamo rinvigoriti da una nuova speranza. Sono particolarmente grato al Governatore Michelle Lujan Grisham, Dipartimento della Salute Sez. Tracie Collins, MD, MPH, Vice Sez. Laura Parajón, MD, e Dipartimento Servizi Umani Sez. David Scrase, MD, per il loro incrollabile lavoro di guida del nostro stato attraverso questa crisi. Dott. Collins, Parajón e Scrase sono tutti docenti della UNM School of Medicine.

Vedo un cauto senso di sollievo nella nostra facoltà, personale e studenti e condivido la loro evidente gratitudine per questa nuova linea di difesa contro la malattia.

 

Mentre ci facciamo strada attraverso e oltre questo momento molto impegnativo, plaudo al dott. Douglas Ziedonis, vicepresidente esecutivo per le scienze della salute e amministratore delegato del sistema sanitario dell'UNM, il dott. Michael Richards, vicerettore per gli affari clinici, UNM Health Sistema e l'intero sistema sanitario per la loro leadership. I nostri amministratori delegati, Kate Becker dell'UNM Hospital, Jamie Silva-Steele dell'UNM Sandoval Regional Medical Center e il dottor Robb McLean dell'UNM Medical Group, Inc., sono stati tutti straordinari.

Ancora più importante, grazie a coloro in prima linea che si prendono cura dei pazienti in ogni modo immaginabile: fornitori di cure mediche, pulizie, servizi di ristorazione, catena di approvvigionamento, ecc.

Grazie anche ai nostri educatori e ricercatori - docenti, personale e studenti - che hanno cambiato e adattato di volta in volta, creando una forza lavoro per l'assistenza sanitaria e la ricerca per scoprire e implementare nuove conoscenze e trattamenti.

Siamo stati in prima linea nel trattamento dei pazienti e stiamo prendendo l'iniziativa per porre fine a questa crisi trasformando The Pit, l'arena sportiva indoor dell'UNM, in un centro di distribuzione di massa di vaccini. UNM Health continua a svolgere un ruolo incredibilmente importante nell'aiutare il New Mexico a diventare uno degli stati più vaccinati del paese.

Riconosco che è giunto il momento - e imperativo - che proprio come i nostri pazienti, le comunità e la nazione iniziano a riprendersi, anche la nostra facoltà e il nostro personale devono iniziare a prendersi il tempo tanto necessario per il benessere e il recupero.

Man mano che una parte maggiore del paese viene vaccinata, ci sforziamo lentamente per riconnetterci gli uni con gli altri. Anche se non possiamo ancora raccogliere quanto vorremmo, ora è un momento unico per riconnetterci in modi nuovi e innovativi.

L'Office of Advancement and Alumni Relations ha lanciato il sondaggio "Lobo MD Connect the Pack", che ti invito a completare. Questa è un'opportunità per aggiornare le tue informazioni di contatto, far sentire la tua voce e informare l'Associazione Alumni sui vantaggi che vorresti ricevere come alumnus. Vogliamo rimanere in contatto con te e metterti in contatto con i tuoi compagni di classe e colleghi di tutta la nazione.

Spero che questa edizione di UNM Medicine, come il vaccino, ti dia speranza e anticipazione per una rinnovata connessione con noi. Spero che le storie di tutoraggio ti ispirino a credere nel potere di stare insieme per servire la comunità. Spero anche che, se sei in grado di farlo, prendi in considerazione di fare una donazione in denaro alla Scuola di Medicina attraverso la Fondazione UNM. La tua generosità fa molto per sostenere la missione della nostra scuola.

Possiate voi e le vostre famiglie rimanere in salute e al sicuro. Prenditi cura di te stesso e delle persone che ami. Continua a seguire le linee guida anti-COVID per far muovere le nostre comunità nella giusta direzione. Siete tutti nei miei pensieri e nel mio cuore.

Per quanto riguarda caldi,
mcgrewsig.png
Martha Cole McGrew, MD
Preside ad interim, UNM School of Medicine

A prima vista

LEGGI
MOLTO ALTRO

Nuovo capo dell'OMI nominato; Creata la nuova Divisione di Neurochirurgia Pediatrica

Colpo alla testa Heather Jarrell.
Colpo alla testa Heather Spader.
Colpo alla testa James Botros.

A prima vista

CHIUDI

Nuovo capo dell'OMI nominato; Creata la nuova Divisione di Neurochirurgia Pediatrica

NUOVA LEADERSHIP ALL'OMI

Heather Jarrell, dottore in medicina, è stato nominato Chief Medical Investigator per il New Mexico Office of the Medical Investigator (OMI).

Jarrell aveva servito come capo ad interim dall'aprile 2020.

In qualità di unico ufficio di ricerca medica dello stato, l'OMI indaga su qualsiasi morte avvenuta nel New Mexico che sia improvvisa, violenta, prematura e inaspettata, o dove una persona viene trovata morta e la causa della morte è sconosciuta.

Operato come un programma speciale all'interno del Dipartimento di Patologia dell'Università del New Mexico, l'OMI determina la causa e le modalità di morte in questi casi e fornisce una certificazione formale di morte. Nel 2020, l'OMI ha gestito quasi 10,000 indagini sulla morte.

“Dott. Jarrell è stato fenomenale nel ruolo ad interim", ha affermato Martha Cole McGrew, MD, presidente del consiglio di amministrazione dell'OMI. "Ha la fiducia dello staff, è una leader attiva e riflessiva e ha davvero mostrato una vera leadership durante la situazione senza precedenti con COVID-19".

"Un grande ringraziamento al comitato di ricerca per la sua leadership in questo processo di ricerca nazionale", ha affermato Douglas Ziedonis, MD, MPH, Vicepresidente esecutivo per le scienze della salute e CEO dell'UNM Health System. “Dott. Jarrell è una scelta eccezionale e siamo tutti fortunati ad avere la sua leadership. Non vedo l'ora di vedere l'OMI crescere in tutte le aree di missione e continuare ad avere un impatto per così tanti in tutto il New Mexico".

"Sono onorato e onorato di essere il sesto capo dell'OMI", ha detto Jarrell. “La mia passione per il nostro staff e la nostra missione di indagare sulle morti per servire i vivi è vicina e cara al mio cuore. Voglio ringraziare tutti in OMI che sono andati davvero oltre durante la pandemia e lavorano instancabilmente ogni giorno”.

Jarrell ha frequentato la Mercer University School of Medicine e ha ricevuto il suo MD nel 2008. Ha completato la sua residenza e borse di studio in patologia presso l'Università della Virginia e la Virginia Commonwealth University. È entrata a far parte di OMI nel 2014. Jarrell ha anche completato missioni mediche in Zambia, Honduras, Perù e Tanzania.

LUNGIMIRANZA

Creata la Divisione di Neurochirurgia Pediatrica

La UNM School of Medicine ha creato una nuova Divisione di Neurochirurgia Pediatrica, che renderà disponibili competenze certificate dal consiglio di amministrazione e procedure avanzate per i bambini del New Mexico che richiedono un intervento chirurgico al cervello o alla colonna vertebrale.

La nuova divisione, costituita all'interno del Dipartimento di Neurochirurgia UNM, comprende Heather Spader, dottore in medicina, che di recente è entrato a far parte della facoltà come professore associato e servirà come capo divisione, e James Botros, dottore in medicina, che era stato l'unico neurochirurgo pediatrico dello stato da quando era entrato in UNM nel 2018.

"Abbiamo gli unici neurochirurghi pediatrici certificati nel New Mexico", ha affermato Martha Cole McGrew, MD, decano ad interim della School of Medicine. "Questa divisione è incredibilmente importante per i bambini e le famiglie nel nostro stato".

La nomina di Spader è particolarmente significativa dato che ci sono pochissime neurochirurghe donne negli Stati Uniti, e meno ancora sono capi divisione o presidenti, ha aggiunto McGrew.

"Abbiamo gli unici neurochirurghi pediatrici certificati nel New Mexico", ha affermato il preside ad interim Martha Cole McGrew, MD. "Questa divisione è incredibilmente importante per i bambini e le famiglie nel nostro stato".

“La creazione della Divisione di Neurochirurgia Pediatrica mostra l'impegno di UNM a supportare i Drs. Botros e Spader, gli unici due neurochirurghi pediatrici certificati nel New Mexico, nella costruzione di un centro di eccellenza regionale per la neurochirurgia pediatrica", ha affermato Meic Schmidt, MD, MBA, presidente del Dipartimento di Neurochirurgia.

Spader ha affermato che la creazione della nuova divisione offre "un'enorme opportunità" per costruire un programma per servire i nuovi messicani meno abbienti.

"C'è un vero bisogno di averci qui", ha detto.

I neurochirurghi pediatrici sono addestrati a trattare una vasta gamma di problemi, ha detto, tra cui tumori cerebrali, epilessia, idrocefalo, craniosinostosi (in cui le placche ossee del cranio di un bambino si fondono prematuramente), spina bifida e spasticità dovuta a paralisi cerebrale.

Spader ha fatto la sua residenza in neurochirurgia alla Brown University, seguita da una borsa di studio in neurochirurgia pediatrica presso l'Università dello Utah. Più di recente, ha esercitato presso il Joe DiMaggio Children's Hospital di Hollywood, in Florida.

La ricerca di Spader si concentra sull'uso dell'analisi di neuroimaging avanzata per individuare le posizioni nel cervello che causano crisi epilettiche. La maggior parte dell'epilessia può essere trattata medicamente, ma quando ciò non funziona, la rimozione chirurgica del tessuto interessato può essere d'aiuto.

Botros, un assistente professore, ha completato la sua specializzazione in neurochirurgia presso l'Università del Texas Southwestern Medical Center di Dallas e la sua borsa di studio in neurochirurgia pediatrica presso il Children's Hospital di Los Angeles. Prima dell'arrivo di Spader il mese scorso, Botros era stato l'unico neurochirurgo pediatrico con una borsa di studio nel New Mexico, disponibile 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana.

"Questo è un momento davvero emozionante per UNM", ha detto. "Sia il dottor Spader che io ci dedichiamo davvero a fornire assistenza a tutti i bambini e i giovani adulti del New Mexico".

Durante i periodi in cui non c'erano neurochirurghi pediatrici certificati dal consiglio di amministrazione che praticavano nello stato, i bambini del New Mexico venivano spesso inviati altrove per cure, negli ospedali del Colorado, dell'Arizona e del Texas.

"Non sarà più necessario", ha detto Botros. “Avere due fornitori migliora l'accesso alle cure e migliorerà la nostra capacità di fornire assistenza e istruzione ai pazienti e ai fornitori. Ci permetterà davvero di crescere e di svilupparci come reparto”.

Botros conduce già consultazioni virtuali con i medici in tutto lo stato, ha affermato Spader. In futuro, la divisione lavorerà con il programma di telemedicina Access to Critical Cerebral Emergency Support Services, che utilizza la videoconferenza per collegare i medici di tutto lo stato con neurologi e neurochirurghi dell'UNM. "Questo è il numero 1 nella nostra lista di cose", ha detto.

Ora che la nuova divisione è diventata una realtà, l'obiettivo a lungo termine di Spader è aggiungere un terzo neurochirurgo e creare un programma di borse di neurochirurgia pediatrica.

Colpo alla testa James Botros.

Portata globale

Il progetto ECHO condivide le misure di prevenzione del COVID in patria e all'estero

LEGGI
MOLTO ALTRO

La maggior parte delle storie sull'inizio della pandemia di COVID-19 sono simili: tutto si è fermato, nessuno sapeva cosa aspettarsi e molti non erano preparati. Ma la storia di quello che è successo al progetto ECHO (Extension for Community Health Outcomes) dell'Università del New Mexico School of Medicine è diversa.

foto della terra dallo spazio

Portata globale

Il progetto ECHO condivide le misure di prevenzione del COVID in patria e all'estero di Kara Leasure Shanley

CHIUDI

La maggior parte delle storie sull'inizio della pandemia di COVID-19 sono simili: tutto si è fermato, nessuno sapeva cosa aspettarsi e molti non erano preparati. Ma la storia di quello che è successo al progetto ECHO (Extension for Community Health Outcomes) dell'Università del New Mexico School of Medicine è diversa.

Come modello di apprendimento virtuale per la distribuzione delle conoscenze mediche e il tutoraggio per l'implementazione delle migliori pratiche, ECHO era già all'avanguardia.

"[ECHO] cresceva di circa il 70% all'anno e poi, quando è arrivato il COVID-19, abbiamo scoperto che avevamo questa rete umana", afferma Sanjeev Arora, MD, fondatore e direttore del progetto ECHO. Con le informazioni su COVID-19 che cambiano ogni giorno, molti paesi si chiedevano come rispondere.

Fortunatamente, ECHO aveva già 800,000 studenti in 155 paesi prima della pandemia. A livello locale, ECHO ha ospitato diverse sessioni settimanali per medici in tutto lo stato e con il Dipartimento della salute del New Mexico.

"Centinaia di medici si unirebbero", dice Arora. “Presentavano i casi e i problemi che stavano riscontrando e condividevamo con loro le ultime conoscenze”.

ECHO ha anche risposto a livello nazionale oltre a collaborare con le divisioni del Dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS) e dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti. "Abbiamo posto molta attenzione sull'attivazione dell'intera rete del paese in modo che tutti i 250 hub stessero facendo ECHO per COVID-19 nei loro rispettivi stati", afferma Arora.

In particolare, l'Agenzia per la ricerca e la qualità della sanità dell'HHS ha chiesto l'aiuto di ECHO per affrontare i decessi nelle case di cura. "Ovviamente eravamo un po' nervosi", dice Arora. "Non avevamo mai fatto nulla di questa portata - ci sono 15,000 case di cura negli Stati Uniti - ma sentivamo sicuramente che non era una chiamata che potevamo rifiutare".

ECHO ha sviluppato programmi di studio per 9,000 case di cura in tutto il paese, mettendo in contatto il personale delle case di cura con epidemiologi ed esperti di miglioramento della qualità dei centri sanitari accademici per insegnare loro il COVID-19 e come gestirlo nelle loro strutture.

Una casa di cura nel South Dakota è stata persino in grado di salvare il 98% dei suoi residenti da COVID-19 dopo che il personale ha appreso come somministrare il trattamento con anticorpi monoclonali bamlanivimab da ECHO.

Ma il COVID-19 negli Stati Uniti non era l'unico obiettivo di ECHO.

ECHO ha anche collaborato con l'Organizzazione mondiale della sanità, l'UNICEF e altri per fornire formazione su tutto, dall'introduzione di vaccini attraverso COVAX al trattamento dei pazienti affetti da HIV durante la pandemia. Inoltre, ECHO ha ricevuto una cospicua sovvenzione dal progetto Audacious e da altri per formare gli operatori sanitari nei paesi a basso reddito.

"Essenzialmente, è stata una risposta globale", afferma Arora. "ECHO ne è diventato il centro in molti modi, perché tutte queste agenzie internazionali hanno scoperto che era efficace".

Arora apprezza che senza la flessibilità della leadership e del personale dell'Università del New Mexico che hanno aiutato ECHO a ottenere le persone e i fondi necessari per rispondere rapidamente alla pandemia, questi sforzi non sarebbero stati possibili. "Per fare un progetto così grande, hai bisogno di tutte le mani sul ponte", dice.

Arora pensa anche che ECHO abbia ricevuto alcune lezioni utili. "La buona conclusione è che abbiamo imparato che ECHO può essere molto efficace come risposta globale a una pandemia".

foto della terra dallo spazio

Precettore primario

Quando Laura McCutcheon, MSPAS '15, si è iscritta al programma di assistente medico (PA) dell'Università del New Mexico School of Medicine, sapeva che voleva specializzarsi nelle cure primarie rurali. Ma come la maggior parte degli studenti della PA, era ansiosa di essere l'unico fornitore in una località remota senza un altro medico che l'aiutasse.

LEGGI
MOLTO ALTRO

CHIUDI

Precettore primario

Laura McCutcheon introduce gli studenti dell'assistente medico ai vantaggi dell'assistenza sanitaria rurale Di Kara Leasure Shanley - fotografia di Jose Rodriguez

Quando Laura McCutcheon, MSPAS '15, si è iscritta al programma di assistente medico (PA) dell'Università del New Mexico School of Medicine, sapeva che voleva specializzarsi nelle cure primarie rurali. Ma come la maggior parte degli studenti della PA, era ansiosa di essere l'unico fornitore in una località remota senza un altro medico che l'aiutasse.

Ora, come docente clinico e precettore nel programma PA, McCutcheon insegna agli studenti che non solo si tratta di una paura infondata, ma anche che l'assistenza sanitaria rurale può essere un'opportunità illuminante e appagante.

McCutcheon viveva a Peñasco, nel Nuovo Messico, dal 2003 e vi trascorreva uno dei suoi turni clinici. Dopo la laurea nel 2015, è tornata a lavorare presso la clinica sanitaria familiare El Centro e la clinica sanitaria scolastica di Peñasco (SBHC).

Fare medicina rurale si adatta alla mia personalità", afferma McCutcheon. “Mi piacciono molto le sfide di non avere tutto a nostra disposizione qui e di dover lavorare davvero con quello che abbiamo.

McCutcheon afferma che uno dei vantaggi di essere un fornitore rurale è conoscere veramente la comunità. È molto orgogliosa delle relazioni che ha costruito con i suoi pazienti adolescenti all'SBHC, che si è esteso anche alle loro famiglie nel suo studio a El Centro.

"Penso che abbia consentito un ampio grado di fiducia e integrazione nella vita delle persone, dove vedo più generazioni della stessa famiglia per tutta la durata della loro vita", afferma.

Nonostante conoscesse bene la sua comunità prima di diventare un PA, McCutcheon era ancora sorpresa dalle disparità socioeconomiche che aveva scoperto al suo ritorno. "Penso che lavorare nell'assistenza sanitaria mi abbia illuminato su quanto siano profonde queste disparità e su quanto siano limitate le nostre risorse nel New Mexico rurale", afferma.

Questo è il motivo per cui McCutcheon crede che sia importante per gli studenti PA dell'UNM ruotare in cliniche come la sua e, si spera, specializzarsi nelle cure primarie rurali. "È davvero vantaggioso per gli studenti venire qui e vedere com'è", dice.

McCutcheon pensa che anche se gli studenti non scelgono di specializzarsi nelle cure primarie rurali, è comunque importante per loro capire e apprezzare ciò che accade ai loro pazienti dopo la dimissione, comprese le condizioni di vita dei pazienti e l'accesso alle risorse nelle aree rurali. Apprezza che il programma PA dell'UNM incoraggi fortemente i suoi studenti a ruotare il più possibile nelle parti più remote del New Mexico.

Come precettore lei stessa, McCutcheon spera di aiutare gli studenti della PA ad apprezzare l'importanza dell'assistenza sanitaria rurale e persino di convincere alcuni di loro a seguire il suo esempio. "Questa è una cosa che spero di trasmettere alle persone è quanto ne abbiamo bisogno e quanto può essere divertente."

Il lavoro della vita

Logica della scoperta: Tudor Oprea cerca nuovi usi per i farmaci esistenti

LEGGI
MOLTO ALTRO

In quanto principio guida dell'informatica, la logica è uno degli strumenti più importanti in tutta la scienza e la tecnologia. Guida anche Tudor Oprea, MD, PhD, a porre domande filosofiche su cosa sono le malattie e come trovare nuovi farmaci per curarle o curarle.

Tudor Oprea lavora alla lavagna.
Colpo alla testa Tudor Oprea.
Colpo alla testa Tudor Oprea.

Il lavoro della vita

Logica della scoperta: Tudor Oprea cerca nuovi usi per i farmaci esistenti di Kara Leasure Shanley

CHIUDI

In quanto principio guida dell'informatica, la logica è uno degli strumenti più importanti in tutta la scienza e la tecnologia. Guida anche Tudor Oprea, MD, PhD, a porre domande filosofiche su cosa sono le malattie e come trovare nuovi farmaci per curarle o curarle.

"Ad essere sincero, a volte ci sono notti in cui non riesco a dormire a causa di questo"

"Non abbiamo risposte e la maggior parte degli scienziati con cui parlo non sembra essere infastidita da questo", dice. Questo disagio e il suo approccio per correggerlo hanno guidato la curiosità e la determinazione di Oprea per tutta la sua carriera.

Oprea, professore e capo della Divisione di Informatica Traslazionale presso il Dipartimento di Medicina Interna dell'Università del New Mexico School of Medicine, è cresciuto in Romania, dove ha imparato ad affrontare tutto con una sana dose di scetticismo.

“Questa è la prima cosa della crescita lì – le bugie del partito (comunista) – che mi ha portato a rifiutarmi di leggere qualsiasi cosa in lingua rumena, perché pensavo che tutto fosse una bugia”, dice.

Invece, Oprea ha cercato fantascienza e altri libri in inglese e francese, incluso uno in particolare. “In qualche modo, mi è caduto tra le mani un libro di chimica generale e ho iniziato a leggerlo come un romanzo”, ricorda.

Quello fu il momento in cui Oprea capì che voleva studiare chimica, ma quando fu reclutato dall'esercito, scoprirono che era parzialmente daltonico, il che in Romania significava che non poteva guidare, lavorare con i computer o studiare chimica (anche se ha fatto tutti e tre da allora).

Quindi, ha deciso di proseguire il suo MD/PhD presso l'Università di Medicina e Farmacia mentre sopportava blackout programmati dal governo e interruzioni dell'acqua calda. Nel suo tempo libero, Oprea ha anche cercato esperti nella sua università per insegnargli la chimica quantistica e come i farmaci interagiscono con i recettori proteici.

Tuttavia, mentre faceva volontariato in un ospedale della contea vicino alla sua città natale, una carenza di steroidi indotta dal governo ha portato alla morte di 10 pazienti per anafilassi. "Ho deciso che non voglio essere un medico in un sistema che uccide le persone", dice Oprea.

Fortunatamente, la sua sconfinata curiosità lo ha portato su una nuova strada.

Dopo aver visto per la prima volta modelli molecolari tridimensionali, Oprea ha preso posizioni post-dottorato studiando modelli molecolari e proteici nel Missouri e nel New Mexico, seguite da una posizione di ricerca presso Astra Zeneca in Svezia e una cattedra presso la West University di Timișoara in Romania.

Lì, il suo interesse si è evoluto di nuovo, questa volta è stata la scoperta di farmaci.

Oprea è tornata nel New Mexico nel 2002 per lavorare allo screening dei farmaci ad alto rendimento con Bruce Edwards, PhD, e Larry Sklar, PhD, nel Center for Molecular Discovery dell'UNM. Ha continuato a costruire il database Drug Central per la scoperta di farmaci, scoprire nuovi farmaci contro il cancro con i suoi collaboratori Eric Prossnitz, PhD, e Angela Wandinger-Ness, PhD, e guidare il Knowledge Management Center for Illuminating the Druggable Genome.

Oggi, l'attenzione di Oprea si è spostata sull'ignoto, compreso il genoma oscuro – geni e proteine ​​le cui funzioni nel corpo umano non sono ben comprese – e le malattie rare. Oprea si è rivolta all'informatica per aiutare a decifrare questi misteriosi argomenti.

“Quando prendo tutte queste conoscenze e provo a metterle insieme, sto guardando quali sono le definizioni per le malattie. Sto cercando di mappare le malattie in bersagli per i farmaci".

Nella sua mente, il risultato più orgoglioso di Oprea finora è stato quello di inserire due farmaci - raltegravir e ketorolac - in studi clinici per curare il cancro attraverso le sue collaborazioni con ricercatori e medici dell'UNM. "Faccio davvero il tifo per noi avere un farmaco sul mercato", dice, "perché penso che aiuterebbe davvero a mettere l'università sulla mappa della scoperta di farmaci".

Colpo alla testa Tudor Oprea.

Mentoring clamoroso in medicina rurale

Brooklyn Cochrane ha iniziato la sua rotazione della scuola di medicina del terzo anno presso la Piñon Family Practice a Farmington, NM, nella primavera del 2020. Ma dopo solo due settimane, la pandemia di COVID-19 ha costretto a interrompere le rotazioni per Cochrane e i suoi compagni studenti di medicina dell'UNM.

Per i molti studenti in tutto il paese che erano stati inseriti nelle rotazioni rurali, questa sarebbe un'opportunità persa di sperimentare i vantaggi e le sfide uniche della medicina rurale. Ma grazie all'educazione di Brooklyn, aveva già acquisito ore di educazione medica basata sulla comunità sotto il suo mentore in medicina e amico in musica, Joseph Pope, MD '91.

LEGGI
MOLTO ALTRO

CHIUDI

Mentoring clamoroso in medicina rurale

di Ashley Salazar

Brooklyn Cochrane ha iniziato la sua rotazione della scuola di medicina del terzo anno presso la Piñon Family Practice a Farmington, NM, nella primavera del 2020. Ma dopo solo due settimane, la pandemia di COVID-19 ha costretto a interrompere le rotazioni per Cochrane e i suoi compagni studenti di medicina dell'UNM.

Per i molti studenti in tutto il paese che erano stati inseriti nelle rotazioni rurali, questa sarebbe un'opportunità persa di sperimentare i vantaggi e le sfide uniche della medicina rurale. Ma grazie all'educazione di Brooklyn, aveva già acquisito ore di educazione medica basata sulla comunità sotto il suo mentore in medicina e amico in musica, Joseph Pope, MD '91.

Pope, un ex militare della Marina, violista di talento e laureato nel 1991 alla Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico, ha completato la sua residenza presso l'Università del Colorado al St. Mary's Hospital di Grand Junction, nel Colorado.

Mentre era al St. Mary's, Pope fece amicizia con Kristen Cochrane, un'infermiera che condivideva la sua passione per la musica. Poco dopo essersi trasferita a Farmington con suo marito, Keith Cochrane, ex direttore della musica strumentale al San Juan College, Kristen ha convinto Pope e la sua famiglia a trasferirsi anche lì.

Il primo bambino che Pope ha partorito a Farmington è stato Brooklyn, la figlia di Kristen e Keith. È stato un bellissimo inizio per il legame musicale e medico di Brooklyn con Pope.

Brooklyn aveva una passione per la musica fin dalla tenera età, ma è stato solo quando il suo insegnante di musica si è ammalato che Brooklyn ha iniziato a interessarsi anche alla medicina.

"Ho contattato il dottor Pope e gli ho chiesto: 'Posso venire a seguirti e vedere cosa fai?'", ha detto Brooklyn. “Mi ha appena accolto a braccia aperte. Qualunque cosa volessi fare, se volessi seguirlo, se volessi seguire uno dei suoi PA o uno qualsiasi degli altri medici coinvolti lì".

Dopo aver seguito Pope per la prima volta, l'interesse di Brooklyn per la pratica medica è diventato una passione per la medicina di comunità.

"Ricordo di aver lasciato la prima volta dopo aver pensato 'Questo è quello che dovevo fare, come se questo è dove voglio essere'", ha detto. "Queste persone sono così gentili e premurose e non solo per la salute della comunità, ma anche per il benessere dei loro pazienti.'"

Pope ha detto che Brooklyn era senza paura. “Le lasciamo fare delle cose. 'Vuoi fare un tentativo? Vuoi fare questa procedura?'” ha detto. “E lei diceva: 'Dove sono i miei guanti? Andiamo a farlo.'”

Pope crede che ogni medico sia in definitiva un mentore, perché deve insegnare ai propri pazienti. Non sorprende che veda anche un valore nel tutoraggio degli studenti. Stima che più di 100 studenti abbiano seguito i medici nel suo ufficio da quando ha fondato Piñon Family Practice nel 1998 e conosce i vantaggi reciproci dell'istruzione basata sulla clinica.

“Gli studenti impiegano tempo. . . c'è sempre uno svantaggio nell'avere uno studente in giro, ma il vantaggio è che continuano a farti domande. Cerchiamo di mettere lo studente nella posizione di diventare l'insegnante. Ci sono molte ragioni per cui averli intorno ci rende migliori. Ci sfidano».

L'accoglienza degli studenti è sempre stata una parte del piano strategico per la pratica della famiglia Piñon, ha affermato Pope.

“Nel nostro piano a lungo termine avevamo: 'Dobbiamo avere studenti. Abbiamo bisogno di aiutare, soprattutto quelli dei Four Corners, con l'esperienza'”, ha detto. “Il nostro ulteriore motivo a lungo termine è reclutare qualcuno e fargli riempire le nostre scarpe, così possiamo andarcene. E possono prendersi cura della pratica, e possono prendersi cura di noi".

Il piano sta funzionando. Recentemente, Piñon ha assunto un nuovo medico di famiglia, William Curtis Young, MD '16, figlio di Bill Young, MS '02, un assistente medico di lunga data presso la clinica. Come Brooklyn, il nuovo medico di Piñon ha trascorso gran parte dei suoi anni formativi imparando dagli operatori dello studio.

“Lo conosciamo da tutta la vita – pedinando in ogni occasione”, ha detto Pope. "Pensavamo che il nostro futuro includesse lui, e questo è l'esempio più sorprendente di ciò che stiamo cercando di fare".

La scelta della specialità di Brooklyn è stata anche influenzata dal suo tempo con Pope a Piñon. "La sua passione mi ha spinto a uscire da solo e a conoscere meglio questa comunità [di medicina di famiglia], quindi ho trovato lavoro presso Presbyterian lavorando con il dipartimento dei servizi per le donne".

Quando è stato chiaro come Brooklyn voleva che fosse la sua carriera, ha chiesto a Pope un piccolo consiglio in più: "Dove dovrei andare alla scuola [di medicina] per ottenere la migliore possibilità di una carriera come questa?"

Naturalmente, Pope raccomandò l'UNM, dove fu influenzato dai suoi mentori di medicina di famiglia, inclusi i membri emeriti della facoltà Burt Umland e Warren Heffren. “Dott. L'enfasi di Pope non solo sul paziente ma anche sulla comunità viene dall'UNM”, ha detto Brooklyn. "Lo sottolineano davvero, non solo nella medicina di famiglia, ma in tutto".

Quando si avvicinarono le rotazioni del terzo anno, Brooklyn era ansiosa di mettere ancora una volta in pratica tutto ciò che aveva imparato all'UNM a Piñon. “Rotazione con [Dott. Pope] sarebbe stato l'apice", ha detto. "Ero arrivato a questo punto in cui potevo essere utile in clinica e vedere i pazienti da solo".

Sfortunatamente, il COVID-19 ha interrotto la rotazione. Ha persino fermato i piani di Brooklyn di suonare il suo oboe in un concerto musicale con Pope. Nonostante alcune delusioni, la rotazione breve ha offerto un impatto finale e duraturo su Brooklyn, poiché è stata in grado di sperimentare una risposta tempestiva alla pandemia con il team di Piñon.

Come il tempo direbbe, la comunità di Farmington è stata tra le più colpite dal virus nel New Mexico e Brooklyn è stata colpita dalla rapida risposta del team, allestendo uno dei primi siti di test delle tende nello stato. "Hanno sicuramente avuto un grande impatto su quella comunità", ha detto Brooklyn.

Brooklyn porterà con sé ciò che ha imparato nella breve rotazione all'inizio di una pandemia e anni di tutoraggio di Pope nella fase successiva del suo viaggio di educazione medica: una residenza in ostetricia e ginecologia presso l'Università delle Hawaii.

Dare un profilo

Prima che la Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico fosse fondata nel 1964, i neurochirurghi di uno studio privato facevano personale all'ospedale indiano della contea di Bernalillo e si recavano nelle città rurali del New Mexico con un pacchetto di strumenti per condurre procedure chirurgiche.

Hanno trattato un'ampia varietà di problemi, tra cui la tubercolosi spinale e frequenti tumori ipofisari. Ma le basi gettate dalla facoltà fondatrice, come Michael Pollay, MD, ha permesso alla scuola di svilupparsi nell'istituzione in grado di fornire risorse profonde per l'educazione chirurgica e la salute della comunità conosciute oggi in tutto il paese. questi trattamenti sono generalmente disponibili.

LEGGI
MOLTO ALTRO

CHIUDI

Dare un profilo

EREDITÀ DEL SERVIZIO: Ricordando Michael Pollay, MD di Ashley Salazar

Prima che la Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico fosse fondata nel 1964, i neurochirurghi di uno studio privato facevano personale all'ospedale indiano della contea di Bernalillo e si recavano nelle città rurali del New Mexico con un pacchetto di strumenti per condurre procedure chirurgiche.

Hanno trattato un'ampia varietà di problemi, tra cui la tubercolosi spinale e frequenti tumori ipofisari. Ma le basi gettate dalla facoltà fondatrice, come Michael Pollay, MD, ha permesso alla scuola di svilupparsi nell'istituzione in grado di fornire risorse profonde per l'educazione chirurgica e la salute della comunità conosciute oggi in tutto il paese. questi trattamenti sono generalmente disponibili.

Pollay ha completato il suo dottorato in medicina presso l'Università del Wisconsin-Madison nel 1955 e l'istruzione chirurgica presso l'Ospedale dell'Università del Colorado ad Aurora, dove alla fine è diventato il primario residente in neurochirurgia. Nel 1963 fu reclutato ad Albuquerque per servire come istruttore e per aiutare a stabilire la nuova scuola di medicina.

Al momento del suo arrivo nel New Mexico, non esisteva un campus di Scienze della salute dell'UNM. Pollay e altri membri fondatori della facoltà hanno lavorato all'Indian Hospital e i primi laboratori di anatomia per la scuola sono stati allestiti in un vicino impianto di imbottigliamento 7-Up abbandonato.

Pollay ha sviluppato un intenso servizio clinico ad Albuquerque prima che ci fosse un'unità di terapia intensiva o un centro traumatologico. Lui e Ralph Kaplan, MD, assistiti da un chirurgo o un chirurgo ortopedico, hanno condiviso ogni due chiamate notturne. Pollay ha anche condotto ricerche e sviluppato un laboratorio per studiare la fisiologia del liquido cerebrospinale. Mentre era in facoltà ha contribuito a sviluppare il curriculum e i programmi di formazione per la nuova scuola di medicina. Alla fine, Pollay è diventato professore di Neurochirurgia e Fisiologia.

Nel 1976 lasciò la UNM School of Medicine per entrare a far parte della facoltà dell'Università dell'Oklahoma College of Medicine come professore e presidente di Neurochirurgia, posizione che mantenne fino al 1994.

Pollay ha tratto la più grande gioia nella sua carriera professionale e scientifica dal suo ruolo di insegnante dei numerosi studenti, stagisti, residenti e borsisti con cui ha lavorato. Anche dopo la sua partenza dall'UNM, lui e sua moglie Peggy, un'infermiera in pensione, istituirono una borsa di studio attraverso La Tierra Sagrada Society, un gruppo formato per supportare le esigenze finanziarie degli studenti di medicina.

Pollay è morto dopo una lunga malattia respiratoria nel febbraio 2021. La sua esperienza e passione per l'istruzione, così come il suo servizio al popolo del New Mexico, sono molto apprezzati e ricordati con affetto. Puoi inviare ricordi e saperne di più sulla sua vita e carriera in neurochirurgia presso il Pagina web Memorial Facoltà virtuale della UNM School of Medicine.

Affari degli studenti

Settant'anni fa, mio ​​padre è nato in una famiglia di contadini fuori Shahrekord, la mia casa ancestrale in Iran. Era una famiglia impoverita di calmo impegno per la loro lotta collettiva. L'economia della piccola agricoltura intrappolava la famiglia perché forniva cibo e denaro a sufficienza per sopravvivere, ma non offriva alcuna eccedenza di capitale per consentire un cambiamento nella traiettoria della famiglia. La realtà della loro situazione è stata sentita da tutti.

LEGGI
MOLTO ALTRO

Colpo alla testa Rosstin Ahmadian

CHIUDI

Affari degli studenti

Il nostro viaggio familiare Di Rosstin Ahmadian - Candidato MD/PhD - Fotografia di Jose Rodriguez

Settant'anni fa, mio ​​padre è nato in una famiglia di contadini fuori Shahrekord, la mia casa ancestrale in Iran. Era una famiglia impoverita di calmo impegno per la loro lotta collettiva. L'economia della piccola agricoltura intrappolava la famiglia perché forniva cibo e denaro a sufficienza per sopravvivere, ma non offriva alcuna eccedenza di capitale per consentire un cambiamento nella traiettoria della famiglia. La realtà della loro situazione è stata sentita da tutti.

Mia nonna faceva sempre preparare il cibo (di solito pane, uova o yogurt) ma ogni pasto era privo di carne, un lusso costoso inaccessibile per loro. I bambini hanno percorso le quattro miglia fino a scuola con scarpe di due taglie più grandi, una strategia per allungare la vita della scarpa. Mio nonno avrebbe rinunciato del tutto alle nuove scarpe da lavoro. Di conseguenza, alla fine di una giornata di lavoro, mio ​​padre massaggiava i piedi di suo padre con diverse lozioni, ma per quanto si sforzasse, non riusciva mai a rendere morbidi i piedi di suo padre.

La nostra sottoscrizione all'eredità della povertà e della carestia si è conclusa bruscamente con mio nonno perché sapeva che le generazioni successive avrebbero sofferto senza un deciso cambiamento nella traiettoria della nostra famiglia. Proibì mai più ai bambini di coltivare e ognuno avrebbe dovuto intraprendere una carriera negli affari o nel mondo accademico con denaro inviato a casa per pagare l'aiuto nella fattoria. Spinse i suoi figli ad emigrare e sacrificò la continuità delle generazioni in sua presenza affinché si forgiasse una nuova eredità familiare.

Oggi, alle feste di famiglia come No-Rooz (Capodanno), sono circondato dalla generazione di mio padre, tutti gli imprenditori, medici e professori. Sono un'incarnazione unica del sogno americano perché il loro successo ha richiesto la separazione da quelli che sono venuti prima di loro. Sono una continuazione della loro storia e di quella decisione coraggiosa presa da mio nonno tanto tempo fa.

Una bottiglia di vetro volò oltre la testa di mio padre e andò in frantumi in fondo a una buia tromba delle scale. All'inizio, non si rese conto che la bottiglia era destinata a lui.

Dopo che mio padre ha prestato servizio per due anni nell'esercito iraniano, un requisito per tutti i cittadini maschi, i miei genitori hanno racimolato 900 dollari per il loro viaggio negli Stati Uniti. Mia madre ha studiato infermieristica e mio padre ha studiato ingegneria elettrica e informatica. Mio padre faceva il turno di notte in una tavola calda locale per $ 2.50 l'ora per sbarcare il lunario.

Poco dopo l'arrivo dei miei genitori, il sentimento anti-iraniano ha inondato il paese di notizie sulla crisi degli ostaggi. I miei genitori hanno assistito alla trasformazione dell'opinione pubblica americana nei confronti degli iraniani. Un tempo accolto, mio ​​padre ora doveva schivare le bottiglie di vetro scagliate nella notte mentre scendeva dal suo appartamento universitario. I suoi capelli scuri e il suo forte accento lo hanno reso il bersaglio di insulti razziali e ha smesso di essere il signor Ahmadian, era l'iraniano. Questi eventi sono accaduti più di 10 anni prima che iniziassi il mio viaggio in America.

Sto sulle spalle dei paladini, i miei antenati, che hanno reciso i legami familiari per il bene dei figli e dei nipoti che dovevano ancora incontrare. È l'arazzo dei loro sacrifici che spinge la mia missione a migliorare la vita di coloro che mi circondano e di questo paese che chiamo mio. Per questo mi alleno per diventare medico-scienziato.

Come i miei antenati hanno fatto per me, spero di dare la possibilità ai miei pazienti e alle loro famiglie di scrivere il prossimo capitolo alle loro condizioni.

Aiutare gli studenti a finanziare le loro passioni

La Tierra Sagrada compie 25 anni

LEGGI
MOLTO ALTRO

Impegnarsi a diventare un medico significa iniziare un percorso che può richiedere un decennio per essere completato. Gli studenti mettono la loro passione nell'impresa, ma troppo spesso se ne vanno con un debito massacrante che richiede un altro decennio per essere ripagato. La Tierra Sagrada ha fornito più di 1 milione di dollari in sostegno finanziario agli studenti di medicina, assistente medico, terapia fisica e terapia occupazionale dell'UNM.

borsista LTSS con donatore
Studioso LTSS
borsista LTSS con donatore

Aiutare gli studenti a finanziare le loro passioni

La Tierra Sagrada compie 25 anni di Cindy Foster

CHIUDI

Impegnarsi a diventare un medico significa iniziare un percorso che può richiedere un decennio per essere completato. Gli studenti mettono la loro passione nell'impresa, ma troppo spesso se ne vanno con un debito massacrante che richiede un altro decennio per essere ripagato. La Tierra Sagrada ha fornito più di 1 milione di dollari in sostegno finanziario agli studenti di medicina, assistente medico, terapia fisica e terapia occupazionale dell'UNM.

La Tierra Sagrada Society, che quest'anno celebra il suo 25° anniversario, è stata creata per migliorare la rete di sicurezza a disposizione degli studenti della Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico e ridurre quel debito durante la loro istruzione.

roth.jpg

"Dopo essere diventato preside, mi sono reso conto che dovevamo fare un lavoro migliore nello sviluppo e nell'allargamento di un pubblico più ampio di amici alla scuola di medicina", afferma Paul B. Roth, MD, MS, ex rettore per le scienze della salute e decano di lunga data di la Scuola di Medicina.

La School of Medicine, aperta nel 1964, aveva appena superato i 30 anni quando Roth fu nominato preside nel 1995. Era ancora considerata un'istituzione giovane a livello nazionale. Al contrario, la maggior parte delle altre scuole di medicina esisteva da molti decenni.

"Hanno avuto generazioni di laureati che hanno terminato la loro carriera e hanno avviato una pianificazione patrimoniale per restituire alla loro scuola di medicina", afferma Roth.

"Nel 1996, la maggior parte dei nostri laureati era ancora in servizio, molti erano all'inizio della loro carriera e molti stavano ancora pagando i prestiti degli studenti", afferma Roth. "Non abbiamo avuto diverse generazioni di persone con una storia con la scuola".

E la maggior parte degli studenti di medicina dell'UNM, nonostante pagassero tasse scolastiche relativamente basse, stavano accumulando grandi quantità di debiti studenteschi per finanziare la loro istruzione. "Il mio sogno era quello di arrivare alla fine al punto in cui ci sarebbero state tasse scolastiche e tasse gratuite", dice. Anche se la scuola di medicina avesse avuto la fortuna di ottenere il sostegno per coprire le tasse scolastiche, gli studenti avrebbero comunque dovuto affrontare debiti e spese vive legate a frequentando la scuola di medicina, secondo Roth.

"Le tasse scolastiche e le tasse probabilmente rappresentano meno della metà del costo totale sostenuto dagli studenti di medicina, e gli studenti dovranno comunque pagare per i libri e per pagare vitto e alloggio", afferma Roth. "Tali costi sono a volte coperti attraverso aiuti finanziari e prestiti, ma l'idea è cercare di ridurre, se non eliminare, qualsiasi tipo di debito studentesco".

Questa intuizione ha portato alla fondazione della Società La Tierra Sagrada.

"Ho pensato che fosse un ottimo momento per iniziare a far crescere la base di donatori per la scuola di medicina e penso che, nel tempo, abbiamo visto un aumento del numero di donazioni e supporto per la scuola di medicina", afferma Roth.

Uno dei doni più consistenti alla Scuola di Medicina è stato fornito nel 2014 da Diane Klepper, dottore in medicina, un professore emerito che condivideva da tempo la passione di Roth per il sostegno agli studenti, in particolare quelli delle aree rurali del New Mexico.

Klepper è arrivata alla UNM come borsista di medicina polmonare nel 1967. Ha continuato a servire come assistente della scuola di medicina (in seguito associata) preside per le ammissioni e gli affari studenteschi per 31 anni.

"Diane ha davvero preso l'idea di creare un'associazione di ex studenti e l'ha seguita", ricorda Roth. “Abbiamo creato Friends of the Medical School, che si è trasformato in LTSS. È stata una grande sostenitrice e consulente degli studenti e ha davvero aiutato innumerevoli studenti. Ho ancora ex studenti che chiedono di lei e la lodano per il lavoro che ha svolto”.

Klepper ha continuato a lavorare con l'organizzazione dopo il suo pensionamento e nel 2014 ha provveduto alla dotazione di un fondo di abbinamento dollaro per dollaro per borse di studio a studenti rurali

La School of Medicine's Alumni Association ha una storia di aiuto agli studenti con prestiti di emergenza, dice Roth, ma come organizzazione basata sulla comunità, La Tierra Sagrada ha creato un flusso di entrate da un più ampio pool di donatori.

Il nome dell'organizzazione - spagnolo per "la terra sacra" - è stata l'idea dell'allora responsabile dello sviluppo della Scuola di Medicina Deborah Sarkas. “Sapevamo di volere un nome che fosse culturalmente sensibile e appropriato che parlasse anche della nostra missione, ricorda Roth.

All'inizio, la scuola ha anche assegnato borse di studio per aiutare con la ricerca finanziata dagli studenti. La ricerca era un requisito della scuola e doveva essere supervisionata da un mentore della facoltà, dice Roth. "Le sovvenzioni sono state progettate per aiutare a sostenere i costi dei progetti di ricerca di una comunità".

Le sovvenzioni sono state eliminate diversi anni fa e l'organizzazione ora si concentra interamente sulle borse di studio.
La Tierra Sagrada Society ha superato il milione di dollari per sostenere borse di studio per studenti di medicina e borse di ricerca a livello comunitario. I destinatari vengono scelti dal consiglio di amministrazione di 1 membri dell'organizzazione dopo che gli studenti hanno completato un processo di candidatura.

"È un onore ricevere un premio e sapere di avere quel tipo di supporto mentre continui i tuoi studi", afferma Fermín Prieto, laureato della classe 2021.

Negli ultimi tre anni la società ha aperto il suo processo e ora assegna anche borse di studio agli studenti dei programmi di assistente medico, terapia occupazionale e terapia fisica.

La scuola di medicina beneficia anche delle idee generate da LTSS. "Nel corso degli anni, i consigli di amministrazione e i presidenti di LTSS - molti dei quali provenivano da fuori la scuola di medicina - hanno fornito nuova comprensione e vigore all'organizzazione", afferma Roth, che è andato in pensione nel 2020.

“Ogni anno ci incontravamo per pensare ad alcune cose che potevano essere utili per la scuola di medicina. Si è evoluto quando ho iniziato a capire e acquisire maggiori informazioni sui bisogni degli studenti di medicina”.

Elena D. Bissell, MD, professore associato presso il Dipartimento di Medicina di Famiglia e di Comunità dell'UNM, traccia il desiderio di essere un medico dall'esperienza della sua famiglia con il loro medico di famiglia quando era bambina. “Era parte integrante delle nostre vite”, dice. "Ha partorito bambini e ha aiutato mio padre a ricevere le cure specialistiche di cui aveva bisogno quando ha sviluppato una condizione medica cronica".

Pagare per la scuola di medicina come studente di prima generazione richiedeva "un sacco di prestiti", dice. "Ricevere la borsa di studio LTSS ha aiutato."

Mentre ci sono vari livelli di benefici che derivano dal dare livelli, qualsiasi donazione alla scuola di medicina porta con sé l'ammissione alla LTSS, afferma Ashley Salazar, responsabile per l'avanzamento e le relazioni esterne della School of Medicine.
Qualsiasi regalo di qualsiasi importo a un fondo di borse di studio della Scuola di Medicina è valutato e riconosciuto dalla Società La Tierra Sagrada. “Il nostro motto è: 'Quando dai, appartieni'”, dice. “La Tierra Sagrada celebra quel piccolo universo che comprende ciò che stanno attraversando i nostri studenti.”

Alla fine, tutto torna ad aiutare gli studenti a rimanere a galla finanziariamente mentre intraprendono il loro viaggio per diventare medici.
Roth ricorda con affetto le cene di premiazione che la società ha ospitato nel corso degli anni.

"Mi facevano sempre sedere a un tavolo con un borsista e i suoi genitori", dice. “Avrei potuto ascoltare le loro storie e quanto fossero completamente ed entusiasticamente grati di ricevere il sostegno finanziario e di come questo stesse aiutando a superare la scuola di medicina.

"Era sempre un momento esaltante sedersi e ascoltare la storia di ogni famiglia, sentire il grado di passione che gli studenti avevano per la medicina in generale e quanto fossero grati di ricevere questo supporto aggiuntivo".

Per ulteriori informazioni sulle modalità di adesione a LTSS, contattare Erika Anderson all'indirizzo emanderson@salud.unm.edu
o 505.272.1913

borsista LTSS con donatore

LTSS

dare livelli

Qualsiasi regalo di qualsiasi importo a un fondo di borse di studio della Scuola di Medicina è valutato e riconosciuto dalla Società La Tierra Sagrada. I donatori a LTSS per una di queste borse di studio sono chiamati "Donatori di supporto".

ciliegia che dà livello

Con un regalo annuale di $ 1- $ 999, sarai elencato come Cherry Donor nel programma della cena della borsa di studio. CLICCA PER PARTECIPARE

turchese dando livello

Con un regalo annuale di $ 1,000- $ 2,499, sarai elencato come donatore di turchesi nel programma della cena della borsa di studio. 
CLICCA PER PARTECIPARE

 

argento che dà livello

Con un regalo annuale di $ 2,500- $ 4,999, sarai elencato come donatore d'argento nel programma della cena della borsa di studio. CLICCA PER PARTECIPARE

livello di donazione d'oro

Con un regalo annuale di $ 5,00- $ 24,999, sarai elencato come donatore d'oro nel programma della cena della borsa di studio. CLICCA PER PARTECIPARE

Livello di donazione dotato

Con una donazione di $ 25,000 o superiore, stabilisci una borsa di studio nominativa da assegnare ogni anno e verrai elencato nel programma della cena della borsa di studio come donatore di dotazione. CLICCA PER PARTECIPARE

borsista abbraccia il suo patrono

Qualsiasi borsa di studio. Qualsiasi importo.

La Tierra Sagrada è la più grande entità di borse di studio presso la School of Medicine dell'Università del New Mexico.

 

LEGGI
MOLTO ALTRO

SERVIRE IL PRESENTE. FORMA IL FUTURO.

La Tierra Sagrada è la più grande entità di borse di studio presso la School of Medicine dell'Università del New Mexico.

 

Impegnato a riconoscere tutti coloro che sostengono borse di studio presso la Scuola di Medicina, il Consiglio di amministrazione di La Tierra Sagrada è lieto di annunciare...

Quando dai, appartieni.

Ora, quando darai a una borsa di studio della UNM School of Medicine, apparterrai a La Tierra Sagrada.

La Tierra Sagrada è dedicata a servire il presente e plasmare il futuro dell'assistenza sanitaria fornendo borse di studio basate sulle necessità agli studenti della UNM School of Medicine.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare Erika Anderson a emanderson@salud.unm.edu o 505.272.1913

CHIUDI

Colpo alla testa Patricia Watts Kelley.

Lettera del Presidente

Cari ex studenti della UNM School of Medicine,

È un vero privilegio scrivere all'intera rete degli alumni della UNM School of Medicine come presidente dell'Associazione Alumni 2021. La laurea con la prima classe di MD/PhD della School of Medicine e il ritorno a servire i New Mexico come chirurgo vitreoretinico sono due dei miei successi più orgogliosi. Abbiamo grandi opportunità negli anni a venire di utilizzare l'Associazione Alumni come strumento per supportare i nostri medici praticanti mentre servono i nostri compagni New Mexico. Vedrai che faremo sforzi per ascoltarti direttamente nel prossimo anno.

LEGGI
MOLTO ALTRO

CHIUDI

Lettera del Presidente

ASSOCIAZIONE ALUMNI DELLA SCUOLA DI MEDICINA DELL'UNIVERSITÀ DEL NUOVO MESSICO

Cari ex studenti della UNM School of Medicine,

È un vero privilegio scrivere all'intera rete degli alumni della UNM School of Medicine come presidente dell'Associazione Alumni 2021. La laurea con la prima classe di MD/PhD della School of Medicine e il ritorno a servire i New Mexico come chirurgo vitreoretinico sono due dei miei successi più orgogliosi. Abbiamo grandi opportunità negli anni a venire di utilizzare l'Associazione Alumni come strumento per supportare i nostri medici praticanti mentre servono i nostri compagni New Mexico. Vedrai che faremo sforzi per ascoltarti direttamente nel prossimo anno.

ex-alunni.jpgMentre leggi questa rivista, troverai articoli che mettono in evidenza gli ex studenti che hanno fatto da mentore agli studenti della School of Medicine. Quest'anno e in futuro, l'Associazione Alumni lavorerà per creare maggiori opportunità per rendere attuale il tuo ruolo in una relazione di mentore.

La campagna "Meet Your Match" abbina i neolaureati del programma MD con ex studenti che già praticano nella loro specialità di interesse. Ti preghiamo di considerare di prestare parte del tuo tempo e dei tuoi talenti per fare da mentore a uno dei nostri studenti.

Vorrei invitarvi a partecipare al nostro prossimo municipio virtuale con Douglas Ziedonis, MD, MPH, Vicepresidente esecutivo per le scienze della salute e CEO dell'UNM Health System, e Martha Cole McGrew, MD, Preside ad interim della Scuola di Medicina. Spero che questo municipio diventi un evento annuale in cui gli alumni possano interagire con i decisori e aiutare a definire l'agenda, non solo per l'associazione ma all'interno della Scuola di Medicina. Speriamo di conoscere le tue idee specifiche.

Nel prossimo anno, l'Associazione Alumni sosterrà anche gli sforzi per reclutare i nostri ex studenti laureati nel nostro stato. Cerca i prossimi eventi per mettere in contatto i nostri residenti con i datori di lavoro all'interno del nostro stato.

Il New Mexico è un posto bellissimo con una cultura ricca e diversificata. Come alunni abbiamo una voce potente e una prospettiva di gratitudine che deve essere ascoltata dai nostri potenziali colleghi mentre prendono queste importanti decisioni di vita.

Grazie per aver dedicato del tempo con UNM Medicine. Spero che ti spronerà ad agire, a essere coinvolto, a diventare un mentore e ad usare la tua voce per aiutarci a reclutare medici.

Se non hai già completato il "Lobo MD Connect the Pack" sondaggio sul coinvolgimento via e-mail, per favore trova le informazioni sul sondaggio qui.

Spero di vederti e sentirti al nostro prossimo municipio virtuale il 16 giugno. Trovi maggiori informazioni su come registrarti qui.

Grazie per tutto il vostro supporto. Tu sei il traguardo più orgoglioso della School of Medicine.

Cordiali saluti,

C. Nathaniel Roybal, MD, PhD '07

Presidente, Associazione Alumni
UNM Scuola di Medicina


RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI CONSIGLIO

ASSOCIAZIONE ALUNNI DELLA SCUOLA DI MEDICINA UNM
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

C. Nathaniel Roybal, MD, PhD '07 (Presidente)
Alisha Parada, MD '08 (Tesoriere/Vicepresidente)
Jennifer Phillips, MD '01 (Immediato Past President)
Lawrence Andrade, dottore in medicina '00
Manuel Archuleta, MD '73
Valerie Carrejo, MD '04
Dion Gallant, MD '99
Angela Gallegos-Macias, MD '02
Albert Kwan, MD '83
Mario Leyba, MD '04
Robert Melendez, '08
Daphne Olsen, '17'
Mario Pacheco, '86
Valerie Romero-Leggott, MD '92
Linda Stogner, MD '83

RAPPRESENTANTI STUDENTI E RESIDENTI

Deanna Gonzales, MS '21
Jessica K. Benally, MS '22

MEMBRO EX OFFICIO

Martha Cole McGrew, MD
Preside ad interim, UNM School of Medicine

AVANZAMENTO E RELAZIONI CON GLI ALUMNI

RESPONSABILE AVANZAMENTO E RELAZIONI ESTERNE
Ashley Salazar

MARKETING MANAGER
Bridgette Wagner Jones

PROGRAM MANAGER
Erika Anderson

SPECIALISTA DEL PROGRAMMA
Ryan Niemi

PIANIFICATORE EVENTI
Ruth Morgan

AMMINISTRATORE DEL PROGRAMMA
Ashley Hatcher

STUDENTE LAVORATORE
Bryan Marquez

CONTATTACI
UNM Scuola di Medicina
Ufficio Avanzamento e Relazioni Alumni
MSC 08 4720 • Sala Fitz #182B
1 Università del Nuovo Messico
Albuquerque, NM 87131-0001
505.272.5112

Motivo di celebrazione

Saluti e applausi hanno riempito lo spazio Zoom lunedì 15 marzo, mentre gli studenti laureandi della UNM School of Medicine hanno aperto con impazienza le loro e-mail per scoprire dove si sono abbinati per la residenza.

 

LEGGI
MOLTO ALTRO

CHIUDI

Motivo di celebrazione

Giornata della Residenza 2021

Saluti e applausi hanno riempito lo spazio Zoom lunedì 15 marzo, mentre gli studenti laureandi della UNM School of Medicine hanno aperto con impazienza le loro e-mail per scoprire dove si sono abbinati per la residenza.

 

Il Match Day è un rito di passaggio annuale. Gli studenti di medicina del quarto anno in tutto il paese imparano contemporaneamente dove trascorreranno i prossimi tre-cinque anni della loro vita completando la loro formazione medica. Quest'anno, il Match Day della UNM School of Medicine è stato il primo (e si spera l'ultimo) ad essere tenuto virtualmente.

Degli 83 membri della classe del 2021, 24 (circa il 29%) si sono abbinati in New Mexico e 23 di quelli abbinati alla UNM School of Medicine. Ciò è di buon auspicio per la futura forza lavoro medica nel New Mexico, perché i medici in genere decidono dove praticare in base a dove hanno svolto la loro residenza.

A livello nazionale, secondo il National Residency Matching Program, più di 35,000 studenti laureati in medicina si sono abbinati per le posizioni di residenza del primo anno, di cui quasi la metà nelle specialità di cure primarie. Il ciclo di partite del 2021 è stata la più grande partita mai registrata con un aumento del 2.7% rispetto allo scorso anno.

Colpo alla testa di Teresa Veglia.

latina che guida

Anni fa, come studentessa della UNM School of Medicine, Teresa A. Vigil, MD '03, pensava di essere sulla strada giusta per intraprendere una carriera in oncologia.

Ma tutto è cambiato quando ha iniziato la sua rotazione in pediatria, che ha portato a una residenza in pediatria nel 2003.

LEGGI
MOLTO ALTRO

CHIUDI

latina che guida

La pediatra Teresa Vigil trova gioia nei suoi pazienti e negli studenti di medicina che guida Di Rebecca Roybal Jones

Anni fa, come studentessa della UNM School of Medicine, Teresa A. Vigil, MD '03, pensava di essere sulla strada giusta per intraprendere una carriera in oncologia.

Ma tutto è cambiato quando ha iniziato la sua rotazione in pediatria, che ha portato a una residenza in pediatria nel 2003.

"Mi sentivo bene ad andare al lavoro ogni giorno", ricorda.

E lo fa ancora, anche se le sue visite ai pazienti sono condotte su Zoom a causa di COVID-19, invece che presso l'ospedale dell'Università del New Mexico.

"Una delle mie cose preferite da fare è parlare con un bambino", dice Vigil, aggiungendo che le dà anche una scusa per stare al passo con gli ultimi fumetti e i personaggi Marvel.

In questi giorni chiede ai suoi giovani pazienti come stanno. Stanno dormendo bene? “'Come stai visto che non puoi vedere i tuoi amici a scuola?' Parlo con famiglie e bambini (della pandemia)”, dice.

Professore presso il Dipartimento di Pediatria dell'UNM, Vigil ha completato la sua residenza presso l'UNM nel 2006 e ha continuato come residente principale dal 2006 al 2007. Da allora è in Pediatria, diventando professore ordinario l'anno scorso. È anche assistente decano degli studenti presso l'Ufficio per gli affari degli studenti di medicina.

Nel campus dell'UNM Health Sciences, Teresa A. Vigil (pronunciato Teh-DEH-sa) è affettuosamente conosciuta dai suoi colleghi e studenti come "TV". “Mi distingue dalle altre persone”, dice. "Chiamami TV".

Vigil è cresciuto a Las Vegas, nel Nuovo Messico, e proviene da una famiglia con una lunga storia nello stato. Attribuisce alla sua famiglia affiatata la sua ispirazione. Sua madre insegnava in prima elementare e suo padre era professore di scienze politiche alla New Mexico Highlands University.

"Non sarei da nessuna parte senza i miei genitori", dice. “Mi hanno sempre incoraggiato a fare esattamente quello che volevo fare. Quel pensiero e quell'incoraggiamento mi hanno portato qui".

Prima di iscriversi alla facoltà di medicina, ha conseguito la laurea in biologia all'UNM e ha lavorato presso i laboratori di riferimento TriCore dell'UNMH per un paio d'anni. Ha iniziato la scuola di medicina nel 1999.

"Ero convinta che avrei fatto oncologia medica", dice. “Avevo uno zio che aveva un tumore al cervello, ed è probabilmente da lì che è iniziato (il mio interesse per la medicina). Amavo l'ematologia e l'oncologia. Nel mio terzo anno, ho gravitato per i pazienti con il cancro. Ma quando sono arrivato in pediatria, mi sono sentito come a casa».

Ha deciso di perseguire la residenza principale in modo che potesse conoscere i ruoli amministrativi. "Mi sentivo come se potessi gestire le cose abbastanza bene", dice Vigil. "Mi sembrava giusto che potessi usare le capacità organizzative con cui sono nato".

Il tutoraggio degli studenti di medicina è una parte importante del lavoro. Vigil attinge alle proprie esperienze di mentore. "Cerco davvero di ascoltare cosa vogliono fare prima di prendere una decisione su come aiutarli", dice.

“Cerco solo di ricordare che sono unici. Chiedo loro: 'Qual è il tuo background? Cos'hai fatto? Quali sono le tue esperienze?' Posso avere un'idea di dove vogliono andare. Non sono lì per influenzarli. Sono lì per tenerli sulla buona strada per qualcosa che vogliono fare".

Nel 2014, Vigil è passata a lavorare con gli studenti di medicina nell'Office of Medical Student Affairs, un ruolo che ama.

"Riesco a comportarmi come un pastore, spingendo gli studenti dove dovrebbero andare", dice. Ma, aggiunge, "non sono come un pastore".

Vigil si descrive più come un pastore tedesco. "Uso quell'analogia", dice. "In realtà sto mordicchiando le dita dei piedi e dando loro una gomitata con il naso."

Adora guardare l'"incredibile metamorfosi" degli studenti. "Nel loro quarto anno, sono medici", dice. "Entrano con il desiderio di prendersi cura delle persone e escono di qui pronti a prendersi cura di loro".

Impostare le cose in chiaro

Una passione per la conoscenza, una ragione per dare

LEGGI
MOLTO ALTRO

Quando Jeffrey Gorvetzian è morto alla fine del 2019, la sua famiglia ha scelto di ricordarlo in modo speciale. Il fratello di Jeff, Joseph A. Gorvetzian, MD, un ex membro dell'UNM in malattie infettive, e la moglie di Joe, Nancy Croker, MD, hanno fondato il Jeffrey Michael Gorvetzian Endowed Professor of Biomedical Research Excellence nel Dipartimento UNM di Genetica Molecolare e Microbiologia.

Jeff Gorvetzian da bambino si prepara a lanciare un razzo.
Colpo alla testa Jeffrey Gorvetzian.
Colpo alla testa di Nancy Crocker e Joseph Gorvetzian.

Impostare le cose in chiaro

Una passione per la conoscenza, una ragione per dare Di Ashley Salazar e Ken Thompson

CHIUDI

Quando Jeffrey Gorvetzian è morto alla fine del 2019, la sua famiglia ha scelto di ricordarlo in modo speciale. Il fratello di Jeff, Joseph A. Gorvetzian, MD, un ex membro dell'UNM in malattie infettive, e la moglie di Joe, Nancy Croker, MD, hanno fondato il Jeffrey Michael Gorvetzian Endowed Professor of Biomedical Research Excellence nel Dipartimento UNM di Genetica Molecolare e Microbiologia.

Jeff non era un medico, ma aveva un'incredibile sete di conoscenza e una relativa passione nell'usare ciò che aveva imparato per migliorare la propria qualità di vita. Joe e Nancy ricordano con affetto lunghe discussioni molto dettagliate con Jeff su argomenti medici, in parte spinte dalle lotte di salute di Jeff contro l'obesità e le malattie cardiache.

Jeff è arrivato al punto di seguire corsi di biochimica e biologia cellulare per sviluppare una comprensione della scienza sottostante. Sorprendentemente, ha applicato quella comprensione alla sua situazione e, nel corso di diversi anni, ha perso più di 100 libbre e ha ampiamente corretto la sua funzione cardiaca.

Nel corso dei suoi studi, Jeff si interessò all'autofagia, alla nutrigenomica e ad altri processi a livello cellulare. Ciò ha portato Nancy a presentare suo cognato al lavoro del Centro di autofagia, infiammazione e metabolismo dell'UNM. Jeff ha parlato in diverse occasioni di dare un contributo per far progredire questi campi di ricerca che lo hanno aiutato a migliorare la propria salute.

Jeff "sarebbe stato onorato di essere lo sponsor di questa prestigiosa cattedra, e siamo orgogliosi di poterla creare a suo nome", afferma Joe. "Egli ci mancherà molto."

Mentre Jeff ha trascorso la maggior parte della sua vita in Texas, Joe e Nancy si sono incontrati durante la residenza al Banner Good Samaritan Medical Center di Phoenix, sono sbarcati ad Albuquerque per la fratellanza di Joe, hanno fondato una casa, hanno cresciuto tre figli e sono diventati membri della comunità locale e della famiglia UNM . Joe, che si è laureato alla School of Medicine del Texas Tech University Health Sciences Center, continua a esercitare nel campo delle malattie infettive.

Nancy, laureata alla Scuola di Medicina dell'Università dell'Indiana, ha esercitato la professione di pediatra ad Albuquerque prima di andare in pensione alcuni anni fa. Il loro figlio Joseph "Joey" Gorvetzian, MD, si è laureato alla UNM School of Medicine nel 2019.

L'esperienza di Joey ha ulteriormente rafforzato i legami della famiglia con la School of Medicine perché tutti hanno riconosciuto quanto fosse importante l'UNM per la comunità. Joe e Nancy hanno iniziato a sostenere La Tierra Sagrada Society nel 2014 e hanno creato un fondo di borse di studio nel 2015.

La famiglia è stata anche contenta che Bryce Chackerian, PhD, un professore del Dipartimento di Genetica Molecolare e Microbiologia che è stato il primo mentore di Joey alla facoltà di medicina, sia stato il primo destinatario della cattedra Gorvetzian. Le attività accademiche di Chackerian saranno sostenute dal fondo per un periodo di cinque anni. Chackerian e Gorvetzian sono entrambi nomi armeni, e tutti sono solleticati da quell'inizio fortuito al fondo di nuova costituzione della famiglia.

checkerian.jpg

Vorrei esprimere la mia gratitudine per il dono del Dr. Joseph Gorvetzian e della Dr. Nancy Croker in onore di Jeffrey Gorvetzian e per sostenere la ricerca di base presso l'UNM Health Sciences Center. Sono onorato di essere il primo destinatario della cattedra dotata e di usare il loro generoso dono per sostenere la ricerca che il nostro laboratorio sta facendo per sviluppare nuovi vaccini.

  • - Bryce Chackerian, PhD

 

 

 

 

 

 

 

NOTA:

Questo articolo è una versione riveduta e ampliata di un pezzo apparso per la prima volta nell'edizione autunnale 2020 di Medicina UNM. Poco dopo la sua pubblicazione originale abbiamo appreso di diversi errori e riferimenti ambigui che hanno portato a confusione tra i lettori. Ci scusiamo per queste imprecisioni e siamo stati onorati di collaborare con i Drs. Joe Gorvetzian e Nancy Croker nella pubblicazione di questa revisione. La loro guida bonaria e divertente ha offerto l'opportunità di stampare alcune meravigliose foto del fratello di Joe, Jeff. Inoltre, stiamo fornendo alcune parole del Dr. Bryce Chackerian, il professore dotato di Jeffrey Michael Gorvetzian di eccellenza nella ricerca biomedica.

Colpo alla testa di Nancy Crocker e Joseph Gorvetzian.

Atti di classe

Colpo alla testa di Robb Mclean

Robb McLean, MD (Faculty, House Staff alumnus) è stato nominato CEO di UNM Medical Group, Inc.

Denise Gonzales, MD '98

Denise Gonzales, MD '98 è stata descritta in "Trusted Voices", una serie di video distribuita dal Dipartimento della Salute del New Mexico che mette in evidenza gli esperti nel campo medico che condividono la loro opinione con i nuovi messicani sull'importanza e la sicurezza di ottenere il COVID-19 vaccino.

John Pederson, MD '00

John Pederson, MD '00 è apparso su KOB-TV 4 Albuquerque, condividendo i suoi consigli di esperti come pediatra per gli studenti che tornano in classe durante la pandemia.

Vesta Sandoval, MD (alunna del personale interno)

Vesta Sandoval, MD (alunna del personale della casa) ricopre il ruolo di chief medical officer presso Lovelace Health System ad Albuquerque. Lei e il suo team hanno creato uno dei primi siti di test drive-through COVID-19 del paese, che è iniziato con un disegno su un tovagliolo di carta.

Michelle Ozbun, PhD (Facoltà)

Michelle Ozbun, PhD (Facoltà) è stata descritta in un recente articolo della UNM HSC Newsroom per lo sviluppo e la convalida di un metodo per testare le superfici per le particelle di virus.

Foto di Elizabeth Garcher

Elizabeth Garchar, MD '16 ha condiviso la sua esperienza sui cambiamenti corporei e le aspettative per la gravidanza in un recente articolo della UNM HSC Newsroom.

Keri Rath, MD '02

Keri Rath, MD '02 e le sue amiche del The Fabulous Ladies Book Club, hanno aiutato a vaccinare la città di Ruidoso, nel Nuovo Messico, allestendo una clinica di vaccinazione pop-up.

Colpo alla testa Antony Fleg

Antony Fleg, MD (Facoltà) ha condiviso i migliori consigli per aiutare i membri della comunità a evitare il blues post-vacanze.

William Curtis Young, medico '16'

William Curtis Young, MD '16 ha iniziato la sua carriera medica presso la Piñon Family Practice a Farmington, NM Young ha trascorso gran parte della sua infanzia ammirando e imparando da suo padre, Bill Young, MS '02, un assistente medico di lunga data presso la clinica.

Tutti i nostri alunni sono atti di classe. Aiutaci a vantarci un po'!

Scrivici a unmsomalumni@salud.unm.edu o chiamaci al 505.272.5112

LEGGI
MOLTO ALTRO

Tutti i nostri alunni sono atti di classe. Aiutaci a vantarci un po'!

Scrivici a unmsomalumni@salud.unm.edu o chiamaci al 505.272.5112

Elenco dei migliori documenti ABQ 2021

Allergia e immunologia Osman Dokmeci, medicoShanze Wang, dottore in medicina; Anestesiologia Christopher Arndt, MD, '02, Niels Chapman, MDDavid Leachman, MD '00; Cardiologia Mark Sheldon, medico; Chirurgia del colon e del retto Rohini McKee, MDVinay Rai, medico; Dermatologia David Carey, MD '98, Suraj Reddy, MD '04Aimee Smidt, MD; Medicina d'emergenza Sanjay Kholwadwala, MD '94; Endocrinologia, diabete e metabolismo  Ivan Pinon, medico; Usanza familiare Dion Gallant, MD '99Jennifer Phillips, MD '01; Gastroenterologia Andrew Mason, MD '96,  Nina Nandy, dottore in medicina, Angelina Villas-Adams, MD '05; Chirurgia Generale – Non Robotica Gerald Demarest, MD, David Hoang, medico, Mario Leyba, MD '04; Geriatria Heather Brislen, MD '07, David Scrase, MD, Julie Silverhart, MD '03; Medicina dell'ospizio Tamara Goodman, MD '03Nancy Guinn, MD '96; Malattia infettiva Meghan Brett, dottore in medicina; Medicina Interna Lance Rudolph, dottore in medicinaWilliam Berlin, MD '91, Megan Molleck, MD '13; Genetica medica Victor Vigil, MD '87, Tom Cushing, MD '02; Neurologia Sally Harris, MD '94Amanda Deligtisch, MD, Daniel Shibuya, medico; Neurochirurgia Mark Bryniarski, medico, Andrew Carlson, MD '05; ostetricia e Ginecologia Eve Espey, dottore in medicina, Kathleen Kennedy, dottore in medicina;

CHIUDI

Oncologia / Ematologia Jose Avitia, medico, Malcolm Purdy, medico; Ortopedia Jeffrey Racca, MD '95, Deana Mercer, MD '03, Gehron Treme, MD; Otorinolaringoiatria—ENT Ronald Escudero, MD '81Jason Mudd, MD '06; Medicina del dolore Eugene Koshkin, medico; Patologia David Martin, MD '07, Nancy Joste, MD '89, Arand Pierce, MD '06; Pediatria Sylvia Crago, MD '92, Alwyn Koil, medico; Cardiologia Pediatrica Bharat Dara, MD '05Anne Greene, dottore in medicina; Endocrinologia pediatrica Deborah Allen, dottore in medicina '97, Ellen Kaufman, MDSusan Scott, MD; Pneumologia pediatrica Laura Caffey, MD '95, Elif Dokmeci, dottore in medicina; Specialista Pediatrico - Nefrologia Craig Wong, medico, Jessica Ming, MD '10; Chirurgia Pediatrica David Lemon, medico, Jason McKee, medico; Medicina fisica Rebecca Dutton, dottore in medicina; Chirurgia plastica Jennifer Chan, dottore in medicina; Medicina preventiva Bridget Lynch, MD '10'; Psichiatria/Psicologia Ronald Romanik, medico; Pneumologia Michelle Harkins, dottore in medicina; Radiologia Brad Cushnyr, medico, Gary Mlady, medico; Medicina riproduttiva Lisa Hofler, dottore in medicina; Chirurgia Robotica Jeanine Valdez, MD '06Steven Gough, MD '93; reumatologia Nicole Emil, MD '04; Medicina del sonno Nicholas Cutrufello, medico, Shanna Diaz, dottore in medicina; Urologia Frederick Snoy, medicoJonathan Lackner, MD '93Julie Riley, dottore in medicina

Congratulazioni a tutti i nostri docenti e alumni MD e House Staff che hanno reso il Albuquerque La rivista Elenco dei migliori documenti del 2021

Ovunque vadano i nostri alunni, meritano un po' di casa.

LEGGI
MOLTO ALTRO

CHIUDI

Ovunque vadano i nostri alunni, meritano un po' di casa.

Lo scorso anno ci ha lasciato tutti disconnessi. Abbiamo intenzione di cambiarlo.

Connettiamo il pacchetto!

Coinvolgi nuovamente la tua alma mater e i tuoi compagni ex studenti.

Ricevi uno speciale pacchetto di assistenza Lobo MD direttamente a casa tua quando completi il ​​nostro sondaggio di 2 minuti.

CLICCA PER ANDARE AL SONDAGGIO

Domande? Contatta Erika Anderson a emanderson@salud.unm.edu 

Joint Venture - una funzionalità web

@ UNM Sandoval Regional Medical Center & Health Sciences Rio Rancho Campus

LEGGIMOLTO ALTRO

Joint Venture - una funzionalità web

@ UNM Sandoval Regional Medical Center & Health Sciences Rio Rancho Campus

CHIUDI

Apertura del centro di eccellenza UNM per la chirurgia e la riabilitazione ortopedica presso il campus di Scienze della salute di Rio Rancho

di Michael Haederle

Colpo alla testa Jamie Silva SteeleÈ in corso la costruzione del Centro di eccellenza per la chirurgia e la riabilitazione ortopedica dell'Università del New Mexico, una nuova struttura nel campus di Rio Rancho di UNM Health Sciences che unirà attività cliniche, educative e di ricerca sotto lo stesso tetto.

La struttura a due piani di 50,000 piedi quadrati, situata adiacente all'UNM Sandoval Regional Medical Center (SRMC) nel centro di Rio Rancho, dovrebbe aprire il prossimo novembre, ha affermato Jamie Silva-Steele, RN, MBA, presidente e CEO di SRMC. Comprenderà sale d'esame per i pazienti da consultare con i chirurghi, un ampio laboratorio di ricerca ortopedica e una struttura di riabilitazione.

"È una grande sinergia con ciò che sta già accadendo in SRMC", ha detto Silva-Steele, osservando che l'ospedale ospita già una solida pratica di sostituzione dell'articolazione. “Ciò che immagino nel corso del periodo di cinque anni è che aggiungeremo altri cinque chirurghi articolari totali, oltre agli studenti. Ci aiuta solo a massimizzare la nostra piattaforma chirurgica”.

Il progetto da 21 milioni di dollari viene finanziato attraverso le entrate fiscali lorde di Rio Rancho, con parte del denaro proveniente dal denaro contante e 15 milioni di dollari da obbligazioni raccolte a fronte di future entrate fiscali, ha affermato.

La maggior parte degli interventi di sostituzione dell'articolazione dell'UNM Health, tra cui l'anca totale, il ginocchio totale, il piede e la caviglia, il gomito e le spalle, vengono già eseguiti presso l'SRMC.

La nuova struttura fornirà anche ampio spazio per la ricerca, ha affermato l'ingegnere biomeccanico Christina Salas, PhD, assistente professore presso il Dipartimento di Ortopedia e Riabilitazione e assistente speciale del preside della Facoltà di Ingegneria. Comprenderà anche una stanza per un laboratorio per cadaveri e due postazioni di biosicurezza di livello 2.

Colpo alla testa di Christina Salas.Salas, che attualmente gestisce tre laboratori presso l'UNM Health Sciences Center e la UNM School of Engineering, ha in genere da cinque a 10 studenti laureati e tra 10 e 15 studenti universitari che lavorano in un dato momento.

"Sono davvero entusiasta perché attualmente ho tre laboratori in due campus separati e trascorro molto del mio tempo guidando avanti e indietro", ha detto. Il design ospiterà anche i visitatori che possono vedere in sicurezza il lavoro svolto attraverso una parete di vetro, riflettendo la missione educativa della struttura, ha affermato Salas.

La nuova struttura è un importante passo avanti in un piano generale di 30 anni per il campus dell'UNM Health Sciences Rio Rancho, ha affermato Silva-Steele.

Ulteriori centri di eccellenza potrebbero eventualmente essere situati nelle vicinanze, ha affermato, e la città sta aprendo un centro comunitario multiuso nelle vicinanze. Ci sono piani a lungo termine per aggiungere al mix paesaggistica, alloggi a breve termine, spazi commerciali e altri servizi.

Silva-Steele ha attribuito a Rio Rancho la sua visione nell'aiutare a far crescere la presenza del Centro di scienze della salute.

"Ha funzionato magicamente, dove la città ha un forte desiderio di utilizzare l'imposta sulle entrate lorde", ha detto. "C'è molto desiderio per la comunità di vedere i vantaggi di avere UNM qui."

Comitato di redazione e collaboratori

Editore manageriale
Ashley Salazar

direttore creativo
Bridgette Wagner Jones

redattori
Michael Haederle, Alexandria Sanchez, Elizabeth Sandlin

LEGGI
MOLTO ALTRO

CHIUDI

Comitato di redazione e collaboratori

Editore manageriale
Ashley Salazar

direttore creativo
Bridgette Wagner Jones

redattori
Michael Haederle, Alexandria Sanchez, Elizabeth Sandlin

scrittori che contribuiscono
Rosstin Ahmadian, Cindy Foster, Amanda Gardner, Kara Leasure Shanley, Emily Monteiro Morelli, Ruth Morgan, C. Nathaniel Roybal, Rebecca Roybal Jones, Ashley Salazar, Alexandria Sanchez, Ken Thompson, Bridgette Wagner Jones

grafica e layout
Bridgette Wagner Jones

fotografia
Jett Loe, Raymond Mares, José Rodríguez, Allan Stone, Bridgette Wagner Jones

ufficio del preside
Martha Cole McGrew, MD
Preside ad interim, UNM School of Medicine

contatti
UNM Scuola di Medicina
Ufficio per l'avanzamento e le relazioni con gli ex studenti
MSC08 4720 Fitz Hall Rm 182B
1 Università del Nuovo Messico
Albuquerque NM 87131-0001
505.272.5112

informazioni sull'abbonamento
unmsomalumni@salud.unm.edu 

e-mail dell'editore
asmsalazar@salud.unm.edu 

Accogliamo con favore l'invio di storie, fotografie e lettere all'editore.

UNM Medicine è pubblicato dall'UNM School of Medicine Office of Advancement and Alumni Relations
Stampato negli Stati Uniti Copyright 2021
Centro di scienze della salute dell'Università del New Mexico

Questa pagina è progettata per dispositivi più grandi. Si prega di passare a "Sito desktop" per una migliore visualizzazione.