Medicina UNM

LA SCUOLA DI MEDICINA DELL'UNIVERSITÀ DEL NUOVO MESSICO ALUMNI MAGAZINE

Edizione autunno 2021

SCARICA IL PDF | VISUALIZZA PROBLEMI PASSATI

Storia di copertina: Andare lontano

Le comunità rurali del New Mexico sono sparse su oltre 120,000 miglia quadrate di robusta topografia, che pone problemi agli operatori sanitari, in particolare ai servizi medici di emergenza (EMS).

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

Storia di copertina: Andare lontano

Il consorzio EMS celebra 10 anni come programma di livello mondiale personalizzato per le esigenze uniche del New Mexico Di Paige R. Penland

Le comunità rurali del New Mexico sono sparse su oltre 120,000 miglia quadrate di robusta topografia, che pone problemi agli operatori sanitari, in particolare ai servizi medici di emergenza (EMS).

"La sfida principale è la distanza", afferma Darren Braude, medico, professore nei Dipartimenti di Medicina d'Urgenza e Anestesiologia e Medicina di Rianimazione della Scuola di Medicina. "Ecco perché facciamo quello che facciamo."

Dieci anni fa, in qualità di direttore medico del bagnino, Braude ha aiutato l'università a sfruttare la sua infrastruttura EMS esistente con la creazione dell'EMS Medical Direction Consortium. Oggi è un modello di livello mondiale per un'assistenza comunitaria di qualità.

Il consorzio riunisce risorse universitarie, come il centro traumatologico di livello I dell'ospedale UNM e l'ospedale pediatrico UNM, con una rete completa di operatori sanitari del New Mexico. Il cuore dell'operazione è costituito da un'équipe di medici certificati dal consiglio con competenze speciali in medicina d'urgenza.

Questi medici di facoltà agiscono come direttori medici per agenzie statali e locali, come i vigili del fuoco e la polizia. Sono disponibili telefonicamente 24 ore su 7, 365 giorni su XNUMX, XNUMX giorni l'anno per i fornitori di tutto lo stato. Viaggiano in veicoli di emergenza dedicati - ambulanze, elicotteri o aerei ad ala fissa - appositamente attrezzati con attrezzature e forniture mediche all'avanguardia.

"Quando usciamo sul campo, potremmo essere il supporto vitale meglio attrezzato per centinaia di miglia", afferma Kimberly Pruett, MD '14, assistente professore di Medicina d'Urgenza.

Questa vasta rete di risorse consente al Consorzio di affrontare strategicamente le problematiche sanitarie.

"Ad esempio, una città nel New Mexico settentrionale ha appena perso il servizio di ambulanza", afferma Pruett. “È una questione di personale. A breve termine, faremo formazione salvavita con le parti interessate della comunità in modo che possano mantenere in vita le persone fino all'arrivo di un'ambulanza da una comunità vicina".

"Il Consortium svolgerà anche un ruolo nel portare nuove persone sul campo", aggiunge Joy Crook, MD, capo divisione di medicina preospedaliera austera e catastrofica. “Come i sistemi sanitari in tutto il paese, abbiamo perso lavoratori. Vogliamo identificare i giovani di talento e portarli in EMS”.

Problemi complessi richiedono soluzioni sfaccettate, che il Consorzio è in una posizione unica per fornire.

ASSISTENTE BAGNANTE

Prima del Consorzio c'era Bagnino. L'ospedale UNM ha iniziato a fornire il trasporto neonatale in tutto lo stato nel 1975 e nel 1983 si è ampliato per fornire un trasporto medico di emergenza completo come bagnino.

Darren Braude, MD, è diventato direttore medico di Lifeguard 20 anni fa e ha iniziato ad espandere la missione di Lifeguard per fornire alle zone rurali del New Mexico alcune delle migliori cure sanitarie pre-ospedaliere del mondo. Nel 2011 nasce il Consorzio EMS.

Oggi, Braude è di nuovo Direttore del bagnino e in prima linea nella ricerca sul trasporto dei pazienti. "Abbiamo collaborato con compagnie aeree regionali concorrenti per creare standard per il trasporto di pazienti COVID", spiega. Il loro rapporto sottoposto a revisione paritaria sul Journal of the American College of Emergency Physicians Open è stato studiato dal personale EMS di tutto il mondo.

“I miei mentori hanno detto: 'Mi sto esercitando nel New Mexico, sto andando molto bene, è fantastico per la mia famiglia e lo adoro.' Questo tipo di informazioni è fondamentale quando si prendono decisioni a lungo termine. È un sogno che diventa realtà ottenere la formazione che ho ricevuto [e] essere in grado di esercitarmi nel mio stato di origine e utilizzare la mia formazione al suo massimo potenziale".

 cover4.jpg

 

COSTRUIRE UN MODELLO MIGLIORE

Il Consorzio combina la tradizionale missione EMS – raggiungere, curare e stabilizzare – con il dovere di espandere l'accesso all'assistenza sanitaria nelle comunità svantaggiate. Il profitto non fa generalmente parte dell'equazione.

"È un'entità statale, di proprietà dell'ospedale e non a scopo di lucro", afferma Braude. “Abbiamo il lusso di portare due, tre o quattro membri su qualsiasi corsa. L'Università vuole che siamo intelligenti e pratici, ma prima di tutto è la missione".

"Il modello tradizionale è una persona che supervisiona un'agenzia EMS", afferma Crook. "Non siamo riusciti nemmeno a fornire la copertura telefonica". La comunicazione va in entrambe le direzioni; i fornitori di assistenza sanitaria rurale sono gli occhi e le orecchie dell'università sul campo. Ma devono sapere che una chiamata di emergenza riceverà risposta da un medico altamente qualificato.

"Si tratta di personale medico brillante e dedicato", afferma Pruett. "Ma apprezzano avere un'opzione 'telefona a un amico'."

Sebbene il focus sia EMS, questo modello è agile e reattivo. Il Consortium ha evacuato il Los Alamos Medical Center durante gli incendi del 2011, ha coordinato gli sforzi di vaccinazione durante un focolaio di epatite A a Bernalillo e sovrintende alle attività di ricerca e soccorso nel Grand Canyon.

Questa è la squadra che chiami quando le cose si fanno serie.

 

 

IMPEGNO VERSO LA COMUNITÀ

Per portare l'Università al paziente, il Consorzio aveva bisogno della fiducia e della cooperazione delle parti interessate in tutto il New Mexico. UNM era già lì.

“L'università ha coltivato generazioni di buona volontà nelle comunità periferiche. È stato facile costruire relazioni", afferma Pruett. “Chiediamo quali bisogni hanno identificato e come possiamo aiutarli a raggiungere i loro obiettivi”.

“Alcune organizzazioni non chiedono agli stakeholder, alle persone che vivono in quella comunità, di cosa hanno bisogno”, concorda Mateo Garcia, MD '18, un borsista EMS e medico curante dell'ospedale UNM. "UNM comprende che il dialogo è il modo in cui otteniamo informazioni e creiamo fiducia".

Questo modello centrato sulla comunità consente inoltre all'UNMH di elaborare strategie per l'introduzione di nuove tecnologie, come l'ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO). Questa tecnologia di alto livello può supportare temporaneamente la funzione cardiaca e polmonare di un paziente. Ma i candidati rurali in arresto cardiaco non possono essere trasportati in tempo. L'UNMH ha dovuto portare quella tecnologia sul campo.

"Lo chiamiamo "PECMO" - ECMO pre-ospedaliero", afferma il dottor Crook. “Dovevamo collaborare con altre parti interessate, in particolare con la leadership di Emergency Medicine. E nel 2019 siamo diventati la prima organizzazione al mondo in grado di inviare medici a casa tua e metterti su una macchina ECMO".

Questo è il tipo di impegno verso la comunità che crea fiducia per un'altra generazione.

GUARDANDO IN ANTICIPO

La pandemia ha agito come uno stress test per tutti i sistemi sanitari del New Mexico. Il Consorzio sta lavorando duramente per supportare le agenzie statali e locali con consultazioni video, coordinandosi con gli ospedali regionali per trovare posti letto in terapia intensiva aperti e, naturalmente, servizi di emergenza sanitaria e di trasporto dei pazienti.

"In questo momento, tutti stanno lottando", dice Garcia. “Ma voglio che i nuovi messicani sappiano che il Consorzio EMS è qui per aiutare con questa crisi e la prossima. Non sei solo. Persone coscienziose, premurose, brillanti e premurose stanno facendo tutto il possibile per trovare soluzioni”.

Colpo alla testa del dottor Michael Richards

Lettera del preside

Cari alumni, colleghi, donatori e amici,

Sono così felice di rappresentare la Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico come decano ad interim dopo il ritiro del notevole Dott.ssa Martha Cole McGrew. Mentre cerchiamo un nuovo leader, ho voluto condividere con tutti voi il mio impegno per i progetti vitali e necessari che stanno accadendo alla Scuola di Medicina.

Continuiamo ad affrontare la crisi clinica del COVID a testa alta. I nostri sistemi ospedalieri funzionano a volumi più elevati che mai e la quantità di stress sui nostri lavoratori in prima linea è, a volte, opprimente. Voglio ringraziare tutti voi che fornite assistenza clinica ai nostri pazienti per la vostra disponibilità a tornare, giorno dopo giorno, in un ambiente difficile. Il vostro impegno per i nostri pazienti è impareggiabile e incrollabile.

 Il nostro lavoro in materia di diversità, equità e inclusione continua a prosperare. Stiamo reclutando attivamente un leader della diversità per la scuola e voglio ringraziare Dr. John P. Sánchez che ha lavorato con ciascun dipartimento per sostenere gli sforzi per la diversità.

La nostra missione educativa ha resistito a questa tempesta di COVID in un modo straordinario. I nostri studenti sono resilienti e so che questa esperienza li renderà fornitori più forti e capaci. Abbiamo anche avuto la possibilità di dare uno sguardo davvero profondo a noi stessi.

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

Lettera del preside

Cari alumni, colleghi, donatori e amici,

Sono così felice di rappresentare la Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico come decano ad interim dopo il ritiro del notevole Dott.ssa Martha Cole McGrew. Mentre cerchiamo un nuovo leader, ho voluto condividere con tutti voi il mio impegno per i progetti vitali e necessari che stanno accadendo alla Scuola di Medicina.

Continuiamo ad affrontare la crisi clinica del COVID a testa alta. I nostri sistemi ospedalieri funzionano a volumi più elevati che mai e la quantità di stress sui nostri lavoratori in prima linea è, a volte, opprimente. Voglio ringraziare tutti voi che fornite assistenza clinica ai nostri pazienti per la vostra disponibilità a tornare, giorno dopo giorno, in un ambiente difficile. Il vostro impegno per i nostri pazienti è impareggiabile e incrollabile.

 Il nostro lavoro in materia di diversità, equità e inclusione continua a prosperare. Stiamo reclutando attivamente un leader della diversità per la scuola e voglio ringraziare Dr. John P. Sánchez che ha lavorato con ciascun dipartimento per sostenere gli sforzi per la diversità.

La nostra missione educativa ha resistito a questa tempesta di COVID in un modo straordinario. I nostri studenti sono resilienti e so che questa esperienza li renderà fornitori più forti e capaci. Abbiamo anche avuto la possibilità di dare uno sguardo davvero profondo a noi stessi.

Molti di voi potrebbero aver visto la nostra recensione su come viene valutata la valutazione del personale e se dovremmo affrontarla in modo diverso. Continuiamo a guardare i dati su questo tema e sono orgoglioso di essere una delle prime istituzioni ad aprirsi a questa critica critica dei nostri processi. Ci impegniamo non solo a imparare da questo, ad apportare i cambiamenti necessari, ma anche ad aiutare a insegnare ad altre scuole di medicina mentre intraprendono questo importante viaggio.

I nostri oltre 66 programmi di residenza e borse di studio continuano a prosperare nell'unico centro sanitario accademico dello stato. Sono anche orgoglioso di annunciare il nostro completo riaccredito dal Comitato di collegamento per l'educazione medica (LCME). Questo è un passo importante per garantire che l'unica scuola di medicina dello stato possa continuare a servire il popolo del New Mexico.

C'è così tanto buon lavoro in corso, non posso esprimerlo tutto qui, ma spero che troviate questa edizione di UNM Medicine stimolante e che vi aiuti a saperne di più sul lavoro che continuiamo a guidare, qui a casa e in tutto il paese.

Si prega di considerare di fare una donazione alla scuola attraverso la Fondazione UNM o a uno dei nostri programmi di borse di studio per supportare i nostri studenti. Puoi trovare informazioni su come farlo all'interno di questa rivista.

Per quanto riguarda caldi,
richards.png
Michael E. Richards, MD, MPA
Preside ad interim, UNM School of Medicine
Vicepresidente senior per gli affari clinici, UNM Health System

A prima vista

Davanti al resto | Nuova leadership nell'istruzione e nella medicina di famiglia e di comunità

Foto di gruppo della squadra della base del cranio dell'UNM
Colpo alla testa di Teresa Vigil MD
Felisha Rohan Minjares Colpo alla testa

A prima vista

Davanti al resto | Nuova leadership nell'istruzione e nella medicina di famiglia e di comunità

pedsneuro-copy.png

DAVANTI AL RESTO

La North American Skull Base Society (NASBS) ha selezionato la University of New Mexico School of Medicine come team multidisciplinare di distinzione, uno dei soli 28 programmi di questo tipo che hanno ricevuto il riconoscimento.

UNM si unisce ad alcuni programmi prestigiosi nell'elenco 2021, tra cui MD Anderson Cancer Center, Mayo Clinic, Barrow Neurological Institute e University of Pittsburgh. È solo una mezza dozzina di programmi situati in Occidente.

La chirurgia della base cranica comporta procedure complesse in aree di difficile accesso e richiede il coinvolgimento di medici di più specialità, ha affermato Christian Bowers, dottore in medicina, vicepresidente per gli affari clinici nel Dipartimento di Neurochirurgia.

"È un grosso problema avere questo riconoscimento", ha detto Bowers. "Qui abbiamo una grande squadra".

Bowers, che in precedenza aveva lavorato al Westchester Medical Center di New York con il presidente della UNM School of Medicine Neurosurgery Meic Schmidt, medico, ha completato la sua residenza in neurochirurgia presso l'Università dello Utah e una borsa di studio per la base cranica e cerebrovascolare presso lo Swedish Neuroscience Institute di Seattle.

Ha iniziato a rafforzare la squadra della base cranica dell'UNM quando è entrato a far parte della facoltà nel 2020. Ha elogiato i colleghi di endocrinologia, neuroradiologia, rinologia e neuro-oftalmologia, nonché i suoi colleghi neurochirurghi per i loro contributi. "È un buon esempio di lavoro di squadra all'interno della [Scuola di Medicina]", ha detto.

La chirurgia della base cranica spesso comporta procedure minimamente invasive in cui gli strumenti vengono inseriti attraverso il naso o l'orecchio per accedere a tumori ipofisari, neuromi acustici e altre anomalie.

Queste condizioni sono relativamente rare, quindi i nuovi messicani beneficiano dell'esperienza avanzata del team dell'UNM, ha affermato Bowers. "Probabilmente abbiamo una media di 70 casi ipofisari all'anno", ha detto. "Siamo l'unico posto che si occupa di casi ipofisari nello stato."


vigil2.png

PROMOZIONE SENIOR

Teresa Veglia, MD '99, è stata nominata Preside Associata Senior ad Interim per l'Educazione presso la Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico e ha assunto il suo nuovo ruolo il 20 settembre. Nel suo nuovo ruolo, supervisiona gli affari degli studenti di medicina, la formazione medica universitaria, le ammissioni, il programma di simulazione, l'Ufficio per la formazione professionale continua e i programmi delle professioni sanitarie.

"Voglio davvero sottolineare l'importanza dell'educazione delle professioni mediche e sanitarie e il loro ruolo nella missione della Scuola di Medicina", ha detto Vigil. “Siamo qui per servire i bisogni di salute della gente del New Mexico. Il ruolo della School of Medicine è di mantenerlo e assicurarsi di avere fornitori in grado di adempiere a tale missione”.

Vigil è cresciuta a Las Vegas, New York. Sua madre era un'insegnante di prima elementare e suo padre era un professore di scienze politiche alla New Mexico Highlands University. Ha completato la sua laurea in biologia presso l'UNM, poi ha conseguito un certificato in scienze di laboratorio medico prima di lavorare per diversi anni presso i laboratori di riferimento TriCore.

Ha iniziato la scuola di medicina presso l'UNM nel 1999 e ha completato la sua residenza in pediatria nel 2007. Ora professore ordinario, Vigil è entrata a far parte del Dipartimento di Pediatria nel 2007.

Vigil ha presto assunto responsabilità amministrative all'interno del dipartimento. Nel corso degli anni è stata direttrice del programma associato, direttrice del personale e direttrice della residenza. Ha trascorso sette anni nel suo precedente ruolo in Medical Student Affairs.

Ha preso il posto di Senior Associate Dean di lunga data Craig Timm, medico. Timm, professore nella Divisione di Cardiologia, rimarrà nella Scuola di Medicina come pensionato di lavoro.

Vigil dice che si concentrerà sull'attirare più laureati della Scuola di Medicina che rimangano nel New Mexico per esercitarsi. "L'abbiamo fatto in passato", dice, "e possiamo farlo di nuovo.".


rohan2.png

MEDICINA FAMIGLIARE E COMUNITARIA 

Rohan-Minjares assume il ruolo di presidente ad interim

Felisha Rohan-Minjares, dottore in medicina, è stato nominato presidente ad interim del Dipartimento di medicina di famiglia e di comunità della UNM School of Medicine. È intervenuta per David Rakel, medico, che ha accettato la carica di presidente del Dipartimento di medicina di famiglia e salute comunitaria presso l'Università del Wisconsin.

Rohan-Minjares, nativo di Gallup che è entrato a far parte della facoltà della Facoltà di Medicina nel 2008, è stato assistente del preside per l'istruzione clinica e gli ambienti di apprendimento.

Rohan-Minjares ha iniziato nel suo nuovo ruolo a giugno. "Sono stata incoraggiata a considerare la posizione di diversi residenti e neolaureati del nostro programma di residenza, oltre ai membri della nostra facoltà", ha detto. "L'incoraggiamento di questa nuova generazione di medici di famiglia mi ha confermato che era il momento giusto affinché la mia leadership si espanda a tutte le nostre missioni per servire al meglio il popolo del New Mexico".

Mentre il sistema sanitario continua a navigare nella pandemia di COVID-19, "La prima cosa è stata garantire che continuiamo a mantenere un posto importante per le cure primarie presso l'UNM", ha affermato Rohan-Minjares. Vuole anche consentire ai medici e agli assistenti medici "di svolgere il duro lavoro di fornire assistenza ai pazienti, insegnamento e ricerca, tutto allo stesso tempo".

Rohan-Minjares ha affermato che il suo impegno nell'affrontare l'antirazzismo nell'educazione medica continua. E mentre ha rinunciato alle sue responsabilità di studente presso la School of Medicine, ha intenzione di continuare a vedere i pazienti presso la UNM North Valley Clinic.

Rohan-Minjares ha completato i suoi studi universitari a Notre Dame e poi ha frequentato la Stanford Medical School. Ha completato la sua specializzazione in medicina di famiglia presso l'UNM, dove ha scoperto la passione per l'insegnamento, e poi vicepreside esecutivo, Martha Cole McGrew, MD, l'ha reclutata per sviluppare un programma di assistenza culturalmente efficace per gli studenti di medicina.

Di recente ha ricevuto il premio Miglior insegnante dell'anno 2020-2021 dell'UNM.

Rakel, noto a livello nazionale per il suo lavoro nella medicina integrativa, è stato per lungo tempo membro della facoltà dell'Università del Wisconsin prima di essere reclutato a capo del dipartimento dell'UNM nel 2016. Ha detto che il Dipartimento di medicina di famiglia e di comunità sarà in buone mani con Rohan-Minjares come presidente ad interim .

"Penso che sarà semplicemente fantastica", ha detto Rakel. “Lei è un fantastico medico, comunicatore ed educatore. Sono entusiasta che stia arrivando e assumendo quel ruolo.”

Incantato dal Design

Molto prima che le prime domande arrivino al programma di residenza annuale di Medicina di famiglia e di comunità (FCM) della University of New Mexico School of Medicine, il dipartimento sta già pensando a come mantenere nuovi medici nel New Mexico, preferibilmente nelle comunità rurali svantaggiate.

Dalla selezione alla formazione alle rotazioni rurali, il programma di residenza è progettato con questo obiettivo in mente.

Il sistema funziona. Da quando la School of Medicine ha iniziato a monitorare i dati nel 2011, circa il 65% dei residenti di FCM è rimasto nello stato, un quarto nella pratica rurale.

L'anno scorso, quei numeri sono aumentati notevolmente.

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

Incantato dal Design

La residenza di medicina di famiglia e di comunità mantiene il numero record di medici per il New Mexico Di Paige R. Penland

Molto prima che le prime domande arrivino al programma di residenza annuale di Medicina di famiglia e di comunità (FCM) della University of New Mexico School of Medicine, il dipartimento sta già pensando a come mantenere nuovi medici nel New Mexico, preferibilmente nelle comunità rurali svantaggiate.

Dalla selezione alla formazione alle rotazioni rurali, il programma di residenza è progettato con questo obiettivo in mente.

Il sistema funziona. Da quando la School of Medicine ha iniziato a monitorare i dati nel 2011, circa il 65% dei residenti di FCM è rimasto nello stato, un quarto nella pratica rurale.

L'anno scorso, quei numeri sono aumentati notevolmente.

"Nel 2020, un anno incredibilmente intenso, difficile e straziante per tutti gli operatori sanitari, 13 residenti su 15 - l'87% - sono rimasti nel New Mexico, mentre il 62% è andato in campagna", afferma il direttore della residenza di FCM Molly McClain, MD, MPH.

"Era insolito che una percentuale così alta dei nostri residenti rimanesse", concorda Felisha Rohan-Minjares, dottore in medicina, presidente ad interim di FCM. "È un fenomeno interessante ma intenzionale".

L'intento è chiaro.

"UNM è un trust pubblico", afferma Arthur Kaufman, medico, vicecancelliere per la salute della comunità ed ex presidente dell'FCM. “Il nostro mandato è migliorare l'assistenza sanitaria statale. Questo potrebbe essere il risultato più incredibile fino ad oggi per la nostra residenza”.

Il programma di residenza utilizza diverse strategie per mantenere i medici qualificati nello stato, come coltivare candidati provenienti dal New Mexico e che hanno maggiori probabilità di esercitare vicino a casa.

Ma nel 2020, FCM ha laureato più residenti fuori dallo stato del normale. Eppure, dopo un anno estenuante di lotta contro il COVID in alcune delle regioni più remote e più colpite del Paese, quasi tutti hanno scelto di restare. 

SELEZIONARE PER IL SUCCESSO

In un certo senso, l'attenzione dell'UNM sulla salute pubblica ispira i candidati a selezionare autonomamente i residenti socialmente orientati.

“Siamo il Dipartimento della Famiglia e della Comunità”, sottolinea Rohan-Minjares. “Per decenni UNM ha riconosciuto che la cura delle famiglie, situate nelle comunità, è il modo più efficace per pensare al lavoro. Questo si collega al nostro programma di residenza”.

In un anno normale, FCM esaminerà 850 candidati, ne intervisterà 140 e infine sceglierà 14 nuovi residenti. I tre criteri più importanti che predicono chi rimarrà e servirà sono se sono cresciuti nel New Mexico, se sono stati educati qui e se provengono da una comunità svantaggiata.

Secondo i dati, circa la metà di tutti i residenti che soddisfano uno di questi criteri rimarranno nello stato e andranno a medicina rurale.

"Siamo diligenti nel comunicare ai nostri studenti, nati e cresciuti nel New Mexico, che sono emersi attraverso i nostri sistemi scolastici, che vogliamo che rimangano nel nostro programma", afferma Rohan-Minjares.

Tuttavia, la maggior parte dei residenti proviene da fuori stato. Quindi, il dipartimento cerca candidati che sono altrimenti investiti.

"Chiediamo agli intervistati cosa sanno del New Mexico, perché vogliono venire qui", dice McClain. "Cerchiamo candidati che affermano di voler vivere nel New Mexico o praticare la medicina rurale".

Una volta che tutti i 14 residenti sono stati selezionati per svolgere la missione principale dell'Università di servire, inizia la formazione. All'UNM, ciò significa rotazioni in comunità svantaggiate. 

ESPOSIZIONE RURALE

"Riguarda il grado di esposizione, ma anche solo un mese può farlo", dice Kaufman. “Queste città sono così accoglienti. Molti residenti sono così estasiati da poche rotazioni che decidono di restare”.

Circa il 70% dei residenti continua a praticare entro 100 miglia da dove ha terminato la residenza. Il dipartimento fa tutto il possibile per migliorare le esperienze rurali e migliorare quei numeri. "Vogliamo aiutare i residenti a rimanere nella comunità", afferma McClain.
UNM collabora con diversi programmi di residenza rurale nello stato per esporre gli studenti a comunità svantaggiate, tra cui Gallup (21,115 abitanti), Santa Rosa (2,509 abitanti) e Silver City (9,162 abitanti). Santa Fe (85,000 abitanti) ospita uno dei programmi di residenza più antichi e di maggior successo.

"Offriamo opportunità di formazione in modo che le persone si sentano sicure", afferma Rohan-Minjares. "Lavorano in ambienti rurali che non avrebbero fatto qui all'ospedale UNM, dove abbiamo così tanti specialisti".

penasco2-copy.jpg


"Uno dei motivi per cui così tanti residenti sono rimasti nel New Mexico è stato a causa delle solide esperienze nelle rotazioni rurali", concorda Darshan Patel, MD, laureato nel 2020 alla residenza FCM che ora esercita a Lovington, NM, (11,009 abitanti). "Questo ci ha preparato."

 

I residenti delle grandi città sono anche sorpresi da quanto supporto forniscono allegramente le piccole città. "Nelle zone rurali, abbiamo molte risorse comunitarie", afferma Kaufman. “Le persone si uniscono. C'è molta innovazione.naverock.jpg

La residenza più recente è presso il Northern Navajo Medical Center di Shiprock, NM, (7,592 abitanti), che potrebbe essere il primo programma di questo tipo presso una struttura dei servizi sanitari indiani. Modellato sul programma di Santa Fe, i residenti trascorreranno un anno ad Albuquerque e due a Shiprock.

"È importante ricordare che il programma è stato guidato dalla facoltà di Shiprock, in collaborazione con UNM", afferma Rohan-Minjares.

Le piccole comunità, insieme alla legislatura del New Mexico, supportano il programma di residenza rurale distribuita in molti modi, perché sanno che è più probabile che gli operatori sanitari formati nelle loro piccole città rimangano lì.

Unisciti a noi per festeggiare i 50 anni!

fcm50thgraphic.pngFESTEGGIA FACENDO LA DIFFERENZA

Il supporto di generosi donatori come te consente a FCM di istituire programmi di borse di studio, mantenere docenti di alto livello e fornire opportunità educative per studenti svantaggiati.

Con la tua donazione, forniamo specificamente un'eccellente pratica clinica e formazione specialistica, formazione in residenza, supporto alla ricerca e attività educative da parte della nostra facoltà e finanziamo la formazione medica continua.

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

Unisciti a noi per festeggiare i 50 anni!

Dipartimento di Medicina di Famiglia e di Comunità della UNM School of Medicine

fcm50thgraphic.pngFESTEGGIA FACENDO LA DIFFERENZA

Il supporto di generosi donatori come te consente a FCM di istituire programmi di borse di studio, mantenere docenti di alto livello e fornire opportunità educative per studenti svantaggiati.

Con la tua donazione, forniamo specificamente un'eccellente pratica clinica e formazione specialistica, formazione in residenza, supporto alla ricerca e attività educative da parte della nostra facoltà e finanziamo la formazione medica continua.

Apprezziamo i regali in denaro di tutte le dimensioni, che andranno verso le attuali aree prioritarie.

Le aree prioritarie includono:
  • The Warren & Rosalee Heffron Faculty & Graduate Fellowship for International Health
  • Programmi educativi, in particolare la formazione interdisciplinare di medici di cure primarie rurali
  • Attrarre e trattenere studenti e residenti di minoranze e nativi americani dedicati
  • Attrarre e trattenere docenti dedicati, diversificati e di alta qualità
  • Cattedre e cattedre di facoltà
  • Presiedere il supporto discrezionale per i programmi innovativi del nostro dipartimento
  • Programma di assistente medico
Regali designati possono essere stabiliti con i seguenti contributi

Borsa di studio: $ 25,000 | Borsa di studio: $ 100,000 | Professore: $ 500,000 | Sedia: $ 1,500,000+

Facci sapere se hai domande su dove vanno a finire i tuoi dollari o se vuoi destinare fondi a progetti speciali o programmi particolari. Vorremmo intraprendere molte altre iniziative e speriamo che prenderai in considerazione l'idea di dare.

Se vuoi fare una donazione, fai una donazione online su: goto.unm.edu/fcmgive
Per ulteriori informazioni, contattare Betsy Smith al 505.313.7623 o betsy.smith@unmfund.org

Formare uno scienziato

L'esperienza di ricerca estiva di Undergraduate Pipeline Network cerca di coltivare l'interesse degli studenti per la ricerca aiutandoli a raggiungere le competenze necessarie per presentare domanda e avere successo nell'istruzione post-diploma.

Il programma estivo di 10 settimane, che offre agli studenti l'opportunità di scegliere tra diverse aree di ricerca, ha recentemente ampliato le sue offerte di ricerca sul cancro grazie a una sovvenzione dell'American Cancer Society.

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

Formare uno scienziato

LA RETE DI CONDOTTE UNDERGRADUATE ESPONE GLI STUDENTI A CARRIERE NELLA RICERCA di Michele Sequeria

L'esperienza di ricerca estiva di Undergraduate Pipeline Network cerca di coltivare l'interesse degli studenti per la ricerca aiutandoli a raggiungere le competenze necessarie per presentare domanda e avere successo nell'istruzione post-diploma.

Il programma estivo di 10 settimane, che offre agli studenti l'opportunità di scegliere tra diverse aree di ricerca, ha recentemente ampliato le sue offerte di ricerca sul cancro grazie a una sovvenzione dell'American Cancer Society.

Gli studenti studiano una serie di campi all'interno delle scienze biomediche. Nei suoi 11 anni, il programma è passato da due candidati a 160. Secondo Gillette, oltre il 95% degli studenti che completano il programma ottiene una laurea e più della metà continua con un'ulteriore istruzione.

Nessuna sovvenzione singola supporta UPN. Per mantenere attivo il programma, Gillette collabora con molti altri membri della facoltà per utilizzare le sovvenzioni dell'UNM Comprehensive Cancer Center, il programma IDeA Networks of Biomedical Research Excellence del New Mexico, la UNM School of Medicine, l'UNM College of Pharmacy e altre fonti.

memoriale-copy.jpg

 

"L'obiettivo generale di UPN è davvero solo quello di entusiasmare gli studenti per le professioni sanitarie". - Jennifer Gillette, dottore di ricerca

 

Più di recente, una sovvenzione di $ 22,000 sulla diversità nella ricerca sul cancro dell'American Cancer Society è stata assegnata a Michelle Ozbun, PhD attraverso l'UNM Comprehensive Cancer Center consentirà all'UPN di aggiungere altri quattro studenti, introducendo più studenti universitari di minoranze sottorappresentate alla ricerca sul cancro.

Ozbun, professore presso il Dipartimento di genetica molecolare e microbiologia della School of Medicine, aveva precedentemente ricevuto una borsa di studio istituzionale dall'American Cancer Society, che viene utilizzata per aiutare i docenti giovani a stabilire le loro carriere di ricerca.

Ora lei e Gillette estenderanno il programma universitario introducendo altri quattro studenti ad argomenti sulla ricerca sul cancro e facendo incontrare i tutor con gli studenti per consigliarli e incoraggiarli durante l'anno scolastico successivo.

"I tutor seguirebbero uno studente per vedere se stanno affrontando ostacoli, facendo ricerca nella loro università o pensando di candidarsi per una scuola di specializzazione", dice Ozbun.

Gillette dice che molti studenti interessati alla scienza gravitano verso il diventare medici perché è una professione, a volte l'unica, di cui hanno sentito parlare nelle scienze biomediche. Ozbun aggiunge che alcune giovani donne credono di non poter diventare dottori o scienziate perché sono donne.

"È l'esposizione", spiega Gillette. "Il nostro obiettivo per lo Undergraduate Pipeline Network è aprire le porte e far riflettere gli studenti su quali altre opportunità ci sono là fuori."

Se desideri aiutare gli studenti promettenti a esplorare le possibilità di una carriera nella ricerca, si prega di visitare la nostra pagina delle donazioni.

Cancro al cervello: cacciare ciò che resta

Sara GM Piccirillo studia come il cancro al cervello torna indietro

LEGGI
ALTRO

Come un detective del mistero, Sara GM Piccirillo, PhD, sta dando la caccia a cattivi attori mortali studiando la scena del crimine e interrogando gli astanti uno per uno.

Colpo alla testa di Sarah Piccirillo
Esterno dell'edificio dell'UNM Comprehensive Cancer Center
cellule tumorali cerebrali

Cancro al cervello: cacciare ciò che resta

Sara GM Piccirillo studia come il cancro al cervello torna indietro Di Michele W. Sequeira

CHIUDI

Come un detective del mistero, Sara GM Piccirillo, PhD, sta dando la caccia a cattivi attori mortali studiando la scena del crimine e interrogando gli astanti uno per uno.

Ma poiché i cattivi attori che sta cercando sono cellule cancerose al cervello – e poiché gli astanti sono anche cellule nel cervello – Piccirillo deve usare metodi scientifici, non metodi di polizia, per fermarli.

Piccirillo prevede di utilizzare due sovvenzioni, una sovvenzione di $ 250,000 dell'American Association for Cancer Research (AACR) e Novocure e una sovvenzione di $ 600,000 della Ben and Catherine Ivy Foundation, per studiare le cellule e le cellule tumorali nell'area circostante, una per una.

"Il glioblastoma è molto eterogeneo", spiega Piccirillo. “Non è una singola malattia. È un insieme di malattie che alla fine finiscono per sembrare molto simili”.

Anche all'interno dello stesso tumore, le cellule possono differire notevolmente l'una dall'altra, e queste differenze sono esattamente il motivo per cui pensa che i tumori siano inclini a recidivare e ciò che li rende così difficili da combattere.

"Saranno molto eterogenei in risposta al trattamento", dice.

Utilizzando le due sovvenzioni, Piccirillo si sta concentrando sulla malattia residua, le cellule che rimangono dopo l'intervento chirurgico e sopravvivono al trattamento con chemioterapia e radioterapia. I medici non possono sapere come si comporteranno queste cellule; alcuni possono seminare nuovi tumori aggressivi che resistono a ulteriori trattamenti.

"Ciò che viene lasciato non è uguale a ciò che viene eliminato", afferma Piccirillo, quindi sta sviluppando nuovi modi per cercare e trattare queste cellule tumorali residue.

Per ottenere un campione di cellule tumorali residue, Piccirillo ha precedentemente adattato una tecnologia fluorescente che aiuta i neurochirurghi a trovare e rimuovere quanto più tumore possibile durante un intervento chirurgico al cervello. Dato come bevanda prima dell'intervento chirurgico, la molecola fluorescente viene assorbita dalle cellule tumorali, consentendo al neurochirurgo di distinguere il tumore dalle cellule sane.

In studi precedenti, il team di Piccirillo ha appreso che nel 65% delle persone con glioblastoma, le cellule tumorali risiedono in una specifica struttura cerebrale situata al di fuori del tumore rimosso chirurgicamente. Utilizzando la sovvenzione AACR, lei e il suo team studieranno come si comportano le cellule in questa struttura prima e dopo il trattamento con chemioterapia, radioterapia e un nuovo trattamento chiamato terapia del campo elettrico.

Le persone con cancro al cervello che sono trattate con la terapia del campo elettrico indossano un cappuccio tempestato di elettrodi che creano un campo elettrico alternato attraverso il cervello, che è stato dimostrato in studi clinici per rallentare notevolmente la crescita del tumore al cervello.

Piccirillo utilizzerà un dispositivo per imitare il campo elettrico sulle singole celle. E sta progettando di condurre studi genomici e bioinformatici sulle cellule per imparare come cambia il loro comportamento. Dice: "Utilizzando studi genomici, abbiamo scoperto che quest'area specifica è responsabile del ritorno del tumore".

Piccirillo utilizzerà la sovvenzione della Fondazione Ivy per studiare le cellule sane chiamate macrofagi nella stessa area.

I macrofagi sono cellule immunitarie, ma normalmente non vivono nel cervello, che ha una propria forza di sicurezza di cellule immunitarie chiamate microglia. I macrofagi possono entrare nel cervello e svolgere un ruolo chiave nell'infiammazione.

"Quei macrofagi hanno almeno due identità diverse", afferma Piccirillo. “Possono provare a combattere il tumore. Oppure, sfortunatamente, possono aiutare il tumore a crescere”.

Anche in questo caso, utilizzando l'analisi genomica e bioinformatica, Piccirillo studierà macrofagi e microglia dell'area circostante il tumore per scoprire se aiutano o ostacolano la sua crescita. È entusiasta delle nuove tecnologie disponibili presso l'UNM che le consentono di condurre questa precisa analisi cellulare. "Non avevamo l'opportunità prima di sezionare un tumore a livello unicellulare",
lei dice.

Sara GM Piccirillo, PhD, è The Robert M. Faxon Jr. Endowed Professor in Neuro-Oncology; professore assistente presso il Dipartimento di Biologia e Fisiologia Cellulare della Scuola di Medicina dell'UNM, e ricopre un incarico secondario nel Dipartimento di Neurochirurgia. È membro a pieno titolo del gruppo di ricerca sull'oncologia cellulare e molecolare presso l'UNM Comprehensive Cancer Center.

Il team di ricerca del Dr. Piccirillo comprende:

  1. Christian Bowers, dottore in medicina, professore associato e vicepresidente di Clinical Affairs, Dipartimento di Neurochirurgia, UNM School of Medicine 
  2. Scott Ness, PhD, Victor e Ruby Hansen Professore dotato di superficie in genomica del cancro; professore, Dipartimento di Medicina Interna, Divisione di Medicina Molecolare, Scuola di Medicina UNM; direttore associato, Risorse condivise e direttore, Risorsa condivisa di genomica analitica e traslazionale, UNM Comprehensive Cancer Center
  3. Yan Guo, PhD, professore associato, Dipartimento di Medicina Interna Divisione di Medicina Molecolare, Scuola di Medicina UNM; la direttrice. Risorsa condivisa di bioinformatica, UNM Comprehensive Cancer Center.

 

cellule tumorali cerebrali

Affari studenteschi: un'impressione duratura

Quando ero bambino, l'igiene dentale e le visite di routine non erano una priorità.

 

Sono cresciuto in una famiglia a basso reddito e ho avuto accesso a una clinica comunitaria solo per le mie esigenze dentali. La mancanza di cure è arrivata con problemi dentali, come carie e denti storti. Ho dovuto migliorare la mia salute dentale, soprattutto se volevo sistemare l'affollamento.

Sono andato da un igienista dentale, che ha fornito cure eccellenti e ha adattato un piano di trattamento in base alle mie esigenze. Non mi ha mai fatto sentire male per i miei denti: mi ha istruito su come potevo fare di meglio e ha sottolineato l'importanza della mia salute dentale dentro e fuori lo studio.

LEGGI
ALTRO

Colpo alla testa Tenisha Marquez

CHIUDI

Affari studenteschi: un'impressione duratura

di Tenisha Marquez - Corso di igiene dentale BS del 2022

Quando ero bambino, l'igiene dentale e le visite di routine non erano una priorità.

 

Sono cresciuto in una famiglia a basso reddito e ho avuto accesso a una clinica comunitaria solo per le mie esigenze dentali. La mancanza di cure è arrivata con problemi dentali, come carie e denti storti. Ho dovuto migliorare la mia salute dentale, soprattutto se volevo sistemare l'affollamento.

Sono andato da un igienista dentale, che ha fornito cure eccellenti e ha adattato un piano di trattamento in base alle mie esigenze. Non mi ha mai fatto sentire male per i miei denti: mi ha istruito su come potevo fare di meglio e ha sottolineato l'importanza della mia salute dentale dentro e fuori lo studio.

Tutto ciò che mi è servito per capire l'importanza dell'igiene dentale è stato che qualcuno si prendesse il tempo di simpatizzare con la mia situazione e darmi le informazioni e le cure di cui avevo bisogno. Ora che avevo una buona salute dentale, ho potuto vedere un ortodontista in un'altra clinica comunitaria. Era molto professionale e coinvolto con i suoi pazienti.

Una volta ho osservato che volevo intraprendere una carriera nel campo dentale e ogni volta che andavo a trovarlo si assicurava di incoraggiare il mio sogno. Il mio tempo con l'igienista dentale e l'ortodontista ha affermato il mio desiderio di aiutare gli altri entrando a far parte del campo dentale.

Ho deciso di perseguire l'assistenza dentale per mettere piede nella porta dell'odontoiatria. Sono stato un assistente dentale negli ultimi 10 anni e ne ho amato ogni minuto. Ho anche avuto la fortuna di approfondire la mia formazione e tornare a scuola per l'igiene dentale.

Sono grato e privilegiato di essere un anziano nel programma di igiene dentale presso l'Università del New Mexico. Aiutare i miei pazienti a ottenere un sorriso migliore e più sano attraverso l'istruzione e l'assistenza è il mio scopo, ma il mio background dentale è solo una parte del motivo per cui amo la mia carriera.

Al di là dell'odontoiatria, costruire un rapporto di fiducia e di lunga durata con i miei pazienti è davvero il mio "perché". Gli ultimi tre anni non sono stati dei più facili, con i miei ruoli di moglie, madre di due fantastici bambini e studentessa. Nonostante le difficoltà, so che ne vale la pena.

Sono entusiasta di laurearmi nella primavera del 2022 e di realizzare i miei sogni di igienista dentale.

Tenisha Marquez posa dall'insegna dell'edificio di UNM Dental Medicine (Sala Novitski)

Salute dentale per il New Mexico e oltre

DIVISIONE DI IGIENE DENTALE, DIPARTIMENTO DI MEDICINA DENTALE

LEGGI
ALTRO

Conosciuta a livello nazionale per la sua attenzione all'educazione alla salute pubblica dentale e allo sviluppo di fornitori di servizi dentali per curare coloro che sono svantaggiati, la School of Medicine è orgogliosa di essere la sede della Divisione di igiene dentale del Dipartimento di medicina dentale.

L'igienista dentale UNM lavora sui denti dei ragazzi

Salute dentale per il New Mexico e oltre

DIVISIONE DI IGIENE DENTALE, DIPARTIMENTO DI MEDICINA DENTALE

CHIUDI

Conosciuta a livello nazionale per la sua attenzione all'educazione alla salute pubblica dentale e allo sviluppo di fornitori di servizi dentali per curare coloro che sono svantaggiati, la School of Medicine è orgogliosa di essere la sede della Divisione di igiene dentale del Dipartimento di medicina dentale.

La Divison educa i futuri igienisti dentali attraverso la sua laurea in igiene dentale, la laurea in igiene dentale e il master in programmi di salute dentale. Questi programmi aumentano la portata e la capacità di UNM di trasformare la pratica.

Il master in scienze della salute dentale è stato il primo programma di igiene dentale laureato a ovest del Mississippi. Gli studenti sono formati per sviluppare programmi, condurre ricerche ed educare il pubblico sulla necessità di cure dentistiche preventive di routine. Gli alunni sono stati messi in luce sulla scena nazionale per i loro sforzi per far progredire la scienza e la pratica dell'igiene dentale.   

Attualmente è in fase di sviluppo un dottorato di ricerca in igiene dentale, che si concentrerà sulla ricerca sull'igiene dentale. Sarà il primo programma di dottorato di igiene dentale nella nazione.

La Divisione è stata determinante nell'educare i docenti di igiene dentale in tutto il paese sulle strategie di insegnamento per trasformare veramente l'igiene dentale negli ultimi 20 anni.

Migliaia di docenti di igiene dentale hanno preso parte a seminari incentrati sulla formazione di fornitori che forniranno un accesso diretto all'igiene dentale integrata nei sistemi di assistenza primaria, negli ospedali e nelle scuole. 

La facoltà di igiene dentale è leader nell'igiene dentale a livello nazionale. Servono in vari uffici con associazioni di igiene dentale, conducono la ricerca e scrivono i libri di testo utilizzati in questa trasformazione.

Treni a caccia

Hai mai avuto la sensazione?

Stai scendendo le scale per prendere il treno dell'ora di punta. La sabbia scricchiola sotto le tue scarpe da ginnastica calde del venerdì pomeriggio mentre scendi i gradini più bassi, intrecciandoti intorno all'hipster posizionato casualmente che si trova indubbiamente sul tuo cammino. La città sta ribollendo di potenziale e tu lo senti ribollire attraverso di te in questa folle corsa serale.

Avresti potuto lasciare il lavoro solo pochi minuti prima; una versione di te stesso più responsabile e meno drammatica l'avrebbe fatto. Eppure, una parte di te, dopo ore passate a fare clic e claudicare alla tua scrivania, desiderava ardentemente l'inseguimento. La verità era che sapevi esattamente cosa stavi facendo mentre guardavi il tempo passare sull'angolo dello schermo.

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

Treni a caccia

Di Supreetha Gubbala, MD | PGY III Residente in Medicina di Famiglia

Hai mai avuto la sensazione?

Stai scendendo le scale per prendere il treno dell'ora di punta. La sabbia scricchiola sotto le tue scarpe da ginnastica calde del venerdì pomeriggio mentre scendi i gradini più bassi, intrecciandoti intorno all'hipster posizionato casualmente che si trova indubbiamente sul tuo cammino. La città sta ribollendo di potenziale e tu lo senti ribollire attraverso di te in questa folle corsa serale.

Avresti potuto lasciare il lavoro solo pochi minuti prima; una versione di te stesso più responsabile e meno drammatica l'avrebbe fatto. Eppure, una parte di te, dopo ore passate a fare clic e claudicare alla tua scrivania, desiderava ardentemente l'inseguimento. La verità era che sapevi esattamente cosa stavi facendo mentre guardavi il tempo passare sull'angolo dello schermo.

È incredibile quanto possano essere liberatori 30 secondi di sprint per un treno del tutto irrilevante. Per quei pochi secondi, non eri quello che eri alle 5 di venerdì pomeriggio. Eri, invece, ciò verso cui stavi correndo. Forse non ti alleni da quattro mesi, ma in qualche modo le tue gambe si stanno muovendo. Riuscivi a malapena a completare la tua pila di appunti della clinica, eppure la tua mente stava analizzando la distanza più breve tra i gradini e la porta del treno. Ogni cellula del tuo corpo si è mossa verso un unico scopo e il bruciore nel tuo petto ti ha ricordato com'è essere al limite di te stesso.

Ho compiuto 30 anni durante il picco della più grande pandemia infettiva a cui il mondo abbia assistito dai tempi dell'influenza spagnola. Le mie scommesse erano sempre state puntate su una versione più elettrizzante dell'apocalisse, piena di amore sfortunato, tradimento e forse balestre. Quello che non mi aspettavo era quanto sarebbe stato terribilmente insensibile.

Che mi piaccia o meno, sono residente in medicina di famiglia e questa pandemia è la compagna di letto che non ho mai scelto. È ciò a cui mi sveglio, ciò che mangio a cena leggendo e ciò per cui mi addormento pregando. Anche in questo contesto, il privilegio della mia professione mi permette di correre costantemente tra l'assistere alla nascita di una nuova vita, lo sfarfallio della morte e sempre, troppe morti ingiuste.

Eppure, di recente mi sono ritrovato a fissare una gabbia a Petco, a guardare un criceto correre su una ruota di plastica rossa. Mi sentivo stranamente connesso ai suoi occhi neri e lucenti che scrutavano dritto davanti a me, mettendo un piede davanti all'altro con apparente proposito, ma senza andare da nessuna parte in particolare. Ho ricordato il disagio che provavo ogni volta che passavo davanti ai cartelli "Heroes Work Here", all'ingresso dell'ospedale. Perché inseguire i treni della metropolitana durante la scuola di medicina sembrava molto più propositivo della vita e della morte a cui assistevo ogni giorno?

Mi sono reso conto che compiere 30 anni durante una pandemia globale è stato accompagnato da molti doni che il decennio precedente della mia vita non poteva permettermi. L'accettazione di sé e la pace con i miei limiti sono arrivate come lezioni di sopravvivenza duramente guadagnate quest'anno. Sono diventati essenziali per non essere consumati dal microcosmo sempre più complesso di servire un essere umano in un letto d'ospedale.

Tuttavia, in qualche modo, nella mia danza di abbracciare le cose come erano, ho perso la capacità di inseguire i treni. La pandemia che mi aveva fatto affrontare la fragilità della vita compiendo 30 anni mi aveva messo a mio agio con contentezza e sicurezza. La spontaneità, il rischio e, quindi, la vera vulnerabilità ora sembravano fotografie sbiadite, cadute da diari dimenticati sul pulpito di uno sconosciuto che non viveva più a casa mia.

Di recente, sono tornato nella mia città natale di Boston. Le visioni di quella donna senza paura di vent'anni con i suoi stivali di pelle nera hanno inondato la mia memoria mentre trotterellavo lungo le strade e i bar di South Boston che l'hanno allevata. Mentre mi avvicinavo all'ingresso del treno per pendolari della stazione di Back Bay, sorrisi al familiare cartello arancione di Creamsicle che avevo passato di corsa tante volte prima. Mentre ricordavo, i miei occhi si spostarono sull'ora del treno in partenza: "ARRIVING" brillava in lettere maiuscole luminose.

Era tempo. Forse era la nostalgia, oi quasi cinque chili di dim sum che avevo consumato quella mattina a Chinatown, ma le mie gambe volavano. Il mio petto bruciava, mentre la mia mente brulicava di visioni di zombi apoplettici, che indossavano stranamente stetoscopi grungy. Scossi la testa e mi concentrai sulla lunga tromba delle scale davanti a me.

Per un momento, non ero sicuro da chi stavo scappando, o se le figure parzialmente umane intorpidite della mia immaginazione fossero semplicemente versioni di me stesso. Scivolai attraverso le porte che si chiudevano e il capotreno sorpreso mi sorrise con un po' di orgoglio bostoniano:

"Beh, sembra che tu ce l'abbia fatta, ragazzo." Il suo accento sembrava miele sul mio cuore indurito, e la parola "bambino" inevitabilmente mi fece ridere. Il mio cuore continuava a battere, diffidente del respiro affannoso che usciva dalla mia bocca, mi sono seduto e improvvisamente ho cominciato a ridere.

Il profondo rombo di una risata fu l'irruzione di una gioia profondamente dimenticata. Come ci si sente a non stare attenti, a lanciarsi in un risultato sconosciuto e buttarsi comunque dentro tutto te stesso.

Qualcosa è cambiato in me quando questa pandemia ha colpito e contemporaneamente ho lasciato i miei vent'anni. La vita è diventata così ambita che ho smesso di correre rischi e ho iniziato invece a correre lungo un'arma a doppio taglio di accettazione, immergendomi in un insensibile compiacimento perché era più sicuro di quello che stava succedendo nei letti d'ospedale intorno a me.

Potrei chiamarlo burnout, ma sembra una resa dei conti con me stessa molto più ampia della semplice perdita oberata di lavoro della mia umanità. Sembrava l'unica forma di sopravvivenza che potevo scegliere in quel momento, e forse finalmente sto iniziando a scegliere in modo diverso.

Qualcuno di recente mi ha inviato un fumetto intitolato "Nessuno sta bene in questo momento". Ho riso, perché non ho potuto fare a meno di essere impressionato da quanto sia accurata questa affermazione. Nessuno sta davvero bene. Abbiamo tutti trovato una nuova versione della normalità in questo strano anno seduto nei nostri specchietti retrovisori, ma dobbiamo fare i conti con come potrebbe aver cambiato profondamente le persone che eravamo una volta. Per alcuni di noi ciò significa una forte ansia, e per altri può essere un confortevole paralizzante.

So di non essere l'unico medico zombi umano a scongelare l'anima che li ha portati a questo lavoro. Purtroppo, ho iniziato a trovare più di noi, negli sguardi persistenti e nei silenziosi momenti di conversazione nelle stanze di lavoro degli ospedali.

Quest'anno ho perso i contatti con quella ragazza che corre a tutta velocità verso l'ignoto, disordinato panino agitato e stivali che tintinnano verso un risultato che è tutt'altro che garantito. Forse non è troppo tardi per prendere l'ultimo treno su un binario della metropolitana gremito; osare scendere dalla ruota del criceto della sopravvivenza per vivere nella fragilità sconosciuta della vita mentre si sperimenta la bella integrità che deriva dalla vulnerabilità.

Le storie d'amore con balestre e zombi stellati potrebbero dover aspettare ancora un po'.

tre medici specializzandi sorridono per una foto

Connessione sociale ed emotiva

Supportare il nostro personale di Medicina Interna

Fondo prisma per il benessere del medico

Al fine di rispondere alle ulteriori pressioni della pandemia sul personale della casa di Medicina Interna, si prega di aiutare l'Ufficio per il Benessere Professionale e la Residenza di Medicina Interna presso la Scuola di Medicina UNM a fornire opportunità per migliorare la connessione sociale ed emotiva tra i tirocinanti.

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

Sostieni i nostri tirocinanti

Supportare il nostro personale di Medicina Interna

Fondo prisma per il benessere del medico

Al fine di rispondere alle ulteriori pressioni della pandemia sul personale della casa di Medicina Interna, si prega di aiutare l'Ufficio per il Benessere Professionale e la Residenza di Medicina Interna presso la Scuola di Medicina UNM a fornire opportunità per migliorare la connessione sociale ed emotiva tra i tirocinanti.

Queste connessioni, che normalmente avverrebbero in modo organico, sono state ostacolate dal carico di lavoro aggiuntivo e dall'idolatria provocate dalla pandemia.

PER DONARE, CLICCA QUI.

Dare con i numeri

$ 539,096

nelle borse di studio assegnate

$20.9 milioni

regali e impegni totali

852

donatori unici

2,362

numero totale di regali

$1.1 milioni

nei doni di dotazione

$86.2 milioni

dotazione totale attuale

12

nuovi lasciti

$6.3 milioni

valore totale stimato dei lasciti

$ 28.4 migliaia

in doni al fondo del preside

Dare un profilo

"Devo farmi una foto."

Era stato così per giorni: istantanee sul cellulare della passeggiata di routine nel quartiere con Layla, un misto di Chihuahua Terrier e Dott.ssa Martha Cole McGrewla cara compagna, un selfie con i dirigenti della facoltà e post sui social con studenti e studenti che la afferrano per un altro addio.

McGrew voleva ricordare tutto. Dopotutto, la Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico ha fatto da cornice agli ultimi 31 anni della sua vita e della sua carriera. Nel settembre di quest'anno, si è ritirata dalla Scuola di Medicina per iniziare il suo prossimo capitolo con un nuovo amore, il suo primo nipote.

Non basta dire che ha trascorso tre decenni nel North Campus, il suo lavoro, i suoi contributi, le sue creazioni e la sua influenza sono incommensurabili.

Allora, da dove ha preso la sua passione per il servizio?

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

Dare un profilo

PASSIONE PER LA COMPASSIONE: Martha Cole McGrew riflette su oltre 30 anni di servizio e donazione di Ashley Salazar

"Devo farmi una foto."

Era stato così per giorni: istantanee sul cellulare della passeggiata di routine nel quartiere con Layla, un misto di Chihuahua Terrier e Dott.ssa Martha Cole McGrewla cara compagna, un selfie con i dirigenti della facoltà e post sui social con studenti e studenti che la afferrano per un altro addio.

McGrew voleva ricordare tutto. Dopotutto, la Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico ha fatto da cornice agli ultimi 31 anni della sua vita e della sua carriera. Nel settembre di quest'anno, si è ritirata dalla Scuola di Medicina per iniziare il suo prossimo capitolo con un nuovo amore, il suo primo nipote.

Non basta dire che ha trascorso tre decenni nel North Campus, il suo lavoro, i suoi contributi, le sue creazioni e la sua influenza sono incommensurabili.

Allora, da dove ha preso la sua passione per il servizio?

The Coles: una famiglia orientata al servizio

I genitori di McGrew hanno dedicato la loro vita ad aiutare le persone che ne avevano più bisogno.

Suo padre, Il dottor Shelton Cole, era un medico di prima generazione, tornato nella sua piccola comunità di Gibsland, La., negli anni '1960 per esercitarsi. Era l'unico medico della zona e spesso lo si poteva trovare a curare i pazienti proprio al tavolo della cucina.

la madre di McGrew, Maxine, ha lavorato con lui per fornire assistenza e supporto ai membri della loro comunità. McGrew le attribuisce il merito di averle insegnato la resilienza e la perseveranza dopo che suo padre è morto improvvisamente quando era una ragazzina.

"Mia madre lo aiutava nel suo ufficio e guidava le persone agli appuntamenti, portava cibo alle persone o faceva cose al servizio delle persone, quindi erano una coppia in quella comunità", ha detto McGrew.

I genitori di McGrew non si limitavano a insegnare cosa significasse essere un buon membro della loro comunità, ma l'hanno vissuta e si aspettavano lo stesso dai loro figli.

"Mia madre diceva sempre che, "A chi molto è dato molto è previsto", e mentre eravamo relativamente poveri, ne avevamo più di molti, quindi abbiamo imparato a servire dove c'era bisogno",
disse McGrew.

UNM: Un posto dove servire

Il Dipartimento di Medicina di Famiglia e di Comunità (FCM) della UNM School of Medicine si è rivelato il posto giusto per la McGrew per soddisfare il suo desiderio di servire. Fresco di una borsa di studio presso l'Università della California, a San Francisco, McGrew ha assunto una posizione di facoltà Warren Heffron, MDe Arthur Kaufman, medico, nel dipartimento FCM. "Mi hanno dato un'incredibile opportunità di fare cose che amavo: insegnare, praticare, creare e innovare", ha detto McGrew.

Oltre all'insegnamento e alla cura del paziente, a McGrew è stato chiesto di sostenere la scrittura di sovvenzioni per opportunità educative e di insegnamento.
"La prima sovvenzione che ho scritto è stata all'amministrazione delle risorse e dei servizi sanitari nel 1992, per istituire un apprendistato in medicina di famiglia", ha detto.

Prima di allora, non c'era un impiegato richiesto nel dipartimento. McGrew è poi diventata la prima direttrice dell'incarico per cui ha lavorato. La sua carriera nella leadership è decollata e ha continuato a detenere i titoli di vicepresidente per l'istruzione, poi presidente associato e nel 2008 è diventata la prima donna e il primo medico di famiglia addestrato in medicina di famiglia a ricoprire il ruolo di presidente FCM della scuola. Nel 2015 ha assunto il ruolo di vice preside esecutivo della Facoltà di Medicina.

Quando il Cancelliere e il Decano Paul Roth, MD, MS, in pensione nel 2020, McGrew è stato nominato preside ad interim della School of Medicine. Ha preso le redini al culmine della crisi del COVID, qualcosa che ha richiesto impegno e una leadership costante.

Nonostante queste sfide, la scuola ha ottenuto il pieno accreditamento dal consulente per l'accreditamento per l'educazione medica laureata, tutti i programmi educativi sono continuati durante la pandemia e ha rinvigorito gli sforzi per la diversità della scuola.

Il futuro: dare continuità

Mentre il tempo fisico di McGrew all'UNM è giunto al termine, non si allontanerà mai completamente dalla School of Medicine e dai programmi che ama. Ha usato il suo pensionamento per cercare donazioni per il Dotazione della famiglia Cole ha creato nel 2015. Il fondo fornisce borse di studio a studenti provenienti dalle contee del New Mexico che sono sottoservite dal punto di vista medico. È il suo modo per onorare il buon lavoro che l'intera famiglia Cole ha fatto e farà in futuro.

“È una bella sensazione sapere che potresti aver avuto una piccola parte nel renderlo un po' migliore o più facile per qualcun altro. È la migliore sensazione di realizzazione, insieme al parto”.

Per celebrarla, i presidenti del dipartimento della School of Medicine hanno istituito un nuovo fondo a nome di McGrew. Questo fondo è legato a un'altra area a cui tiene profondamente: la diversità. Il Premio della facoltà Martha Cole McGrew per l'impegno per l'istruzione e la diversità in medicina sarà presentato a un eccezionale membro della facoltà che dimostra un impegno di lunga data nel portare avanti la missione nei settori dell'istruzione e della diversità.

"È importante onorare le persone che stanno facendo il lavoro che la scuola di medicina UNM è stata chiamata a fare, che è creare una forza lavoro sanitaria per il New Mexico, e l'obiettivo di creare una forza lavoro più diversificata per la nostra popolazione diversificata è fondamentale, " McGrew ha detto: "Voglio onorare le persone che hanno dedicato la loro carriera all'istruzione e alla diversità. Queste due aree spesso non sono riconosciute e premiate come le missioni dell'assistenza clinica e della ricerca".

Onora la dottoressa Martha Cole McGrew nel suo ritiro contribuendo alla borsa di studio della famiglia Cole o al Premio della facoltà Martha Cole McGrew per l'impegno per l'istruzione e la diversità in medicina attraverso la Fondazione UNM.

Dona online oggi.

Colpo alla testa Patricia Watts Kelley.

Lettera del Presidente

Ciao Lobo MDs,

I mesi estivi e autunnali del 2021 hanno offerto agli alunni di MD l'opportunità di impegnarsi nuovamente con la comunità della UNM School of Medicine dopo l'interruzione del COVID. Il distanziamento sociale ha prodotto componenti virtuali per tutti i nostri eventi tradizionali, consentendo alla nostra sensibilizzazione di estendersi al personale interno e agli ex studenti di medicina in tutta la nazione. Man mano che ampliamo il nostro coinvolgimento, l'impatto della nostra missione si espande. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato a questi eventi. Continua a leggere per saperne di più su alcuni dei nostri entusiasmanti risultati.

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

Lettera del Presidente

ASSOCIAZIONE ALUMNI DELLA SCUOLA DI MEDICINA DELL'UNIVERSITÀ DEL NUOVO MESSICO

Ciao Lobo MDs,

I mesi estivi e autunnali del 2021 hanno offerto agli alunni di MD l'opportunità di impegnarsi nuovamente con la comunità della UNM School of Medicine dopo l'interruzione del COVID. Il distanziamento sociale ha prodotto componenti virtuali per tutti i nostri eventi tradizionali, consentendo alla nostra sensibilizzazione di estendersi al personale interno e agli ex studenti di medicina in tutta la nazione. Man mano che ampliamo il nostro coinvolgimento, l'impatto della nostra missione si espande. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato a questi eventi. Continua a leggere per saperne di più su alcuni dei nostri entusiasmanti risultati.

lobomdlogoapproved.pngMARCHIO LOBO MD

Ognuno è un Lobo – Woof, Woof, Woof! Avere un marchio che ci identifichi come un membro orgoglioso della comunità UNM è importante. Il nostro moniker Lobo MD è un modo per mostrare con orgoglio il nostro apprezzamento e supporto per la UNM School of Medicine. Avremo una gamma completa di abbigliamento in arrivo in un negozio online vicino a te.

BORSE DI STUDIO DENOMINATE LOBO MD

Come forse saprai, il tuo continuo supporto finanziario ha creato una dotazione che sostiene annualmente 10 borse di studio da $ 2,500 per studenti di medicina del terzo e quarto anno. Per raggiungere un numero ancora maggiore di nostri studenti con necessità finanziarie, l'Associazione Alumni ha lanciato l'iniziativa denominata Lobo MD Scholarship.

Dai $ 1,000 o più per creare e nominare una nuova borsa di studio. Il cento per cento della tua donazione viene assegnato direttamente a uno studente di medicina meritevole. Ad oggi, abbiamo raccolto più di $ 25,000 e abbiamo grandi speranze di raggiungere il nostro obiettivo di $ 40,000 entro la fine di giugno 2022.

SUPPORTO DEGLI STUDENTI

Il sempre popolare Nook è tornato alla piena operatività questo autunno, fornendo snack e caffè gratuiti ai nostri studenti, grazie al vostro generoso supporto. La campagna annuale del camice bianco ha continuato la sua tradizione di fornire il primo camice bianco a ogni membro di ogni nuova classe UNM MD. Durante la cerimonia del camice bianco di quest'anno, uno dei nostri nuovi membri del consiglio della Alumni Association, Jaren Trost, MD '15, ha parlato alla classe UNM MD del 2025 dell'importanza di fornire assistenza qui nel New Mexico.

COLLEGAMENTI DUREVOLI

Le campagne Serve NM e Coming Home hanno raggiunto alunni vicini e lontani quest'estate, offrendo pacchetti di assistenza a coloro che hanno vagato oltre la Terra dell'Incantesimo, così come a coloro che stanno servendo il popolo del New Mexico durante la residenza. Entrambi i pacchetti avevano uno scopo comune: rafforzare il collegamento tra il New Mexico ei suoi medici formati dall'UNM.
Goditi le numerose storie di come la UNM School of Medicine - e i tuoi colleghi dottori Lobo - migliorano la salute di tutti i New Mexicans. Per favore, rimani connesso nel prossimo anno e mostra sempre il tuo orgoglio Lobo.

Cordiali saluti,

C. Nathaniel Roybal, MD, PhD '07

Presidente, Associazione Alumni
UNM Scuola di Medicina


RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI CONSIGLIO

ASSOCIAZIONE ALUNNI DELLA SCUOLA DI MEDICINA UNM
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

C. Nathaniel Roybal, MD, PhD '07 (Presidente)
Alisha Parada, MD '08 (Tesoriere/Vicepresidente)
Jennifer Phillips, MD '01 (Immediato Past President)
Lawrence Andrade, dottore in medicina '00
Manuel Archuleta, MD '73
Valerie Carrejo, MD '04
Dion Gallant, MD '99
Angela Gallegos-Macias, MD '02
Albert Kwan, MD '83
Mario Leyba, MD '04
Athanasios Manole, MD '14
Robert Melendez, MD '08
Daphne Olson, MD '17
Mario Pacheco, MD '86
Valerie Romero-Leggott, MD '92
Linda Stogner, MD '83
Jaren Trost, MD '15

RAPPRESENTANTI STUDENTI E RESIDENTI

Jessica K. Benally, MS '22
Kelli Duran, MS '23

MEMBRO EX OFFICIO

Michael E. Richards, MD, MPA
Preside ad interim, UNM School of Medicine

AVANZAMENTO E RELAZIONI CON GLI ALUMNI

AVANZAMENTO CAPO E
RESPONSABILE RELAZIONI ESTERNE
Ashley Salazar

PROGRAM MANAGER
Erika Anderson

SPECIALISTA DELLE OPERAZIONI
Ashley Hatcher

PIANIFICATORE EVENTI
Ruth Morgan

ASSISTENTE ALLE OPERAZIONI
Cara Sego

CONTATTI
UNM Scuola di Medicina
Ufficio Avanzamento e Relazioni Alumni
MSC 08 4720 • Sala Fitz #182B
1 Università del Nuovo Messico
Albuquerque, NM 87131-0001
505.272.5112

Istantanee della riunione degli ex studenti del 2021

Chitarrista Pimentel
cantante mariachi
I partecipanti alla riunione del 2021 ascoltano l'oratore
tre partecipanti alla riunione del 2021 si fanno un selfie
Megan Dugan e Mike Richards posano per una foto
Doug Ziedonis parla con un partecipante alla riunione virtuale
Il partecipante alla riunione 2021 sorride
Partecipanti alla riunione 2021
Partecipanti alla riunione 2021
Partecipanti alla riunione 2021
Presentatori del programma di reunion 2021
Relatore studente della riunione 2021
Partecipanti alla riunione 2021
Partecipanti alla riunione 2021
Partecipanti alla riunione 2021
Partecipanti alla riunione 2021
Partecipanti alla riunione 2021
Partecipante alla riunione 2021
Partecipanti alla riunione 2021
Partecipanti alla riunione 2021

Tutti i nostri alunni sono atti di classe. Aiutaci a vantarci un po'!

Inviaci le tue buone notizie, personali o professionali,
per condividere Medicina UNM.

 

Scrivici a unmsomalumni@salud.unm.edu 
o chiamaci al 505.272.5112

 

UNM Scuola di Medicina
Ufficio per l'avanzamento e le relazioni con gli ex studenti

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

ATTI DI CLASSE

Inviaci le tue buone notizie, personali o professionali,
per condividere Medicina UNM.

 

Scrivici a unmsomalumni@salud.unm.edu 
o chiamaci al 505.272.5112

 

UNM Scuola di Medicina
Ufficio per l'avanzamento e le relazioni con gli ex studenti

 

Alumni

Alfredo Ramon Veglia, MD '77
Il dottor Vigil festeggia il suo pensionamento dopo aver servito il popolo di Taos, in oltre 40 anni di carriera. Congratulazioni, dottor Vigil! Grazie per servire la missione della Scuola di Medicina UNM promuovendo la salute di tutti i Nuovi Messicani.

Michael F. Hartshorn, MD '78
Gli alunni dell'UNM Medicine sono ricercati come esperti di contenuti in molte aree. Scienza dal vivo ha intervistato il dottor Hartshorne per aiutare a spiegare perché e come le ombre scure sono state lasciate alle spalle dopo che una bomba atomica è stata fatta esplodere a Hiroshima nel 1945 (www.livescience.com/nuclear-bomb-wwii-shadows.html).

Melvina McCabe, MD '84
Il Dr. McCabe ha contribuito alla creazione di "Vaccination from the Misinformation Virus", un documentario che mira ad aiutare i genitori e i leader della comunità a comprendere l'importanza e la sicurezza dei vaccini. Il film è stato presentato in anteprima a Phoenix a luglio e sarà trasmesso in streaming tramite il canale YouTube della School of Medicine come parte della Community Lecture Series il 2 dicembre.

Robert E. Sapien, MD '86
La Spears School of Business dell'Oklahoma State University ha accolto la sua nuova classe, Cohort X, al programma di dottorato in Business for Executives. Un volto familiare nella coorte X è quello dell'allievo della School of Medicine, il dottor Robert Sapién.

Charles Pace, MD, PhD '96
Il dottor Pace è stato nominato uno dei "5 migliori medici per la gestione del dolore ad Albuquerque" da Il migliore di Kev, un blog indipendente che esamina ed elenca le loro opinioni sulle migliori aziende e sui principali mercati di consumo in tutto il paese.

Laura Parajon, MD '95
La dottoressa Parajon ha ricevuto l'American Academy of Family Physicians Public Health Award in riconoscimento dei suoi importanti contributi come medico di famiglia al progresso della salute pubblica a livello nazionale, statale e locale. È vicesegretaria di gabinetto presso il Dipartimento della salute del New Mexico e assistente professore presso il Dipartimento di medicina di famiglia e di comunità dell'UNM.

C. Dana Clark, MD '03
Il Dr. Clark è stato nominato uno dei "10 medici ASC congiunti totali da conoscere" da Becker's ASC Review, un sito di notizie economiche e cliniche gestito da Becker's Healthcare. È uno dei soli 10 medici menzionati da tutto il paese.

Lana Dolores Melendres-Groves, MD '04
Il Dr. Melendres-Groves è stato relatore esperto per la National Broadcast Series attraverso l'iniziativa United Therapeutics e Pulmonary Arterial Hypertension (PAH). Questi eventi virtuali hanno educato le persone con PAH e i loro caregiver, fornendo spunti e prospettive su come gestire la vita con la loro condizione.

Alumni del personale della casa

Matteo David Katz, MD
Il dottor Katz è entrato a far parte di CARTI, un fornitore di cure oncologiche in tutto lo stato in Arkansas. Congratulazioni per la sua nuova posizione, dottor Katz.

Jeremy T. Phelps, MD
Neurochirurgo accreditato con INTEGRIS Spine and Neurological, il Dr. Phelps è stato nominato uno dei cinque migliori neurochirurghi dell'Oklahoma da Il migliore di Kev, un blog indipendente che esamina ed elenca le loro opinioni sulle migliori aziende e sui principali mercati di consumo in tutto il paese.

Catherine Tchanque-Fossuo, MD
Western Dermatology Consultants ha accolto il Dr. Tchanque-Fossuo come nuovo fornitore a partire da luglio 2021. Congratulazioni per la sua nuova posizione, Dr. Tchanque-Fossuo.

Thomas Bernasek, MD
Il Dr. Bernasek è stato incluso come uno dei "10 medici ASC totali da conoscere" da Recensione ASC di Becker, un sito di notizie economiche e cliniche gestito da Becker's Healthcare.

Robert Zuniga, MD
Il dottor Zuniga è stato nominato da Albuquerque uno dei "5 migliori medici per la gestione del dolore". Il migliore di Kev, un blog indipendente che esamina ed elenca le loro opinioni sulle migliori aziende e sui principali mercati di consumo in tutto il paese.

Facoltà

Mary Ann Osley, PhD e Douglas Ziedonis, MD, MPH
L'UNM ha recentemente annunciato la promozione e l'onore di 10 docenti, tra cui i dott. Osley e Ziedonis, al grado di Distinguished Professor, il titolo più alto che l'UNM conferisce alla sua facoltà.

Gurdeep Singh, DO
Il dottor Singh è stato promosso a funzionario per la diversità e il benessere dei dirigenti presso l'UNM Sandoval Regional Medical Center di Rio Rancho. Il Dr. Singh è anche assistente professore presso il Dipartimento di Medicina Interna. Il nuovo ruolo include la guida di una strategia globale in materia di diversità, equità, inclusione e benessere per SRMC, collaborando con la dirigenza ospedaliera per implementare iniziative proattive in materia di diversità, equità, inclusione e benessere. Congratulazioni, dottor Singh.

David S. Schade, MD & R. Philip Eaton, MD
dott. Schade ed Eaton hanno collaborato con successo per guidare gli sforzi nella legislatura del New Mexico per richiedere la copertura assicurativa per lo screening del calcio nelle arterie coronariche, un metodo collaudato per rilevare le malattie cardiovascolari, e la coppia continua a spingere per espandere la copertura assicurativa delle arterie coronarie.

Gulshan Parasher, MD
Nel 2020, il Board of Regents dell'UNM e la School of Medicine hanno onorato il dottor Robert Strickland approvando la creazione di una prestigiosa cattedra a nome di Strickland per far progredire la salute e la scienza dell'apparato digerente. In ottobre, la School of Medicine ha annunciato la nomina del Dr. Parasher a Strickland Distinguished Chair inaugurale.

Ann Gateley, MD
Il dottor Gateley ha ricevuto il premio Outstanding Alumna Award 2021 allo Sweet Briar College. Il premio è stato creato per onorare gli alunni per il loro eccezionale servizio a Sweet Briar in qualità di volontari. Dopo il college, Gateley ha frequentato la scuola di medicina presso l'UNM ed è diventato uno specialista in medicina dello sport, medico di squadra per il dipartimento di atletica leggera dell'UNM e direttore del programma di medicina interna. 

Gerald D. Otis, PhD
Il dottor Otis ha ospitato una firma di libri a Las Cruces, NM, a luglio. Il Dr. Otis ha scritto quattro libri: Joseph Lee Heywood: la sua vita e la sua tragica morte (2011) Parossismo: amore, omicidio e giustizia nel dopoguerra a Washington, DC (2013) Presunto pazzo: un pescatore rimane impigliato nel gulag della salute mentale (2014) e Scelta e soddisfazione della carriera del medico (2019). Attualmente sta lavorando a un nuovo romanzo ispirato al suo lavoro con i veterani.

William F. Rayburn, MD
Il dottor Rayburn è stato recentemente messo in evidenza sotto i riflettori degli ex alunni dal programma MBA dell'Università del Texas al Dallas. I suoi numerosi successi includono la fondazione della Workforce Studies and Planning Initiative presso l'American College of Obstetricians and Gynecologists, così come il suo tempo come presidente di lunga data del Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia dell'UNM e le sue molteplici posizioni di leadership nazionale nell'educazione medica.

La Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico porge le nostre sincere condoglianze ai cari dei nostri alunni e docenti defunti.

Per inviare informazioni su un membro defunto dei nostri alunni o docenti, inviaci un'e-mail all'indirizzo unmsomalumni@salud.unm.edu o chiamare 505.272.5112

 

UNM Scuola di Medicina
Ufficio per l'avanzamento e le relazioni con gli ex studenti

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

IN MEMORIA

Per inviare informazioni su un membro defunto dei nostri alunni o docenti, inviaci un'e-mail all'indirizzo unmsomalumni@salud.unm.edu o chiamare 505.272.5112

 

UNM Scuola di Medicina
Ufficio per l'avanzamento e le relazioni con gli ex studenti

 

Alumni

Sergio A. De Haro, PhD '09, è deceduto il 2 luglio 2021, a causa di complicazioni dovute a una malattia renale. Il suo lavoro di dottorato ha dato importanti contributi alla comprensione dell'infezione da Mycobacterium tuberculosis dei globuli bianchi e la sua ricerca ha ulteriormente contribuito alla comprensione del papillomavirus umano, di altre malattie infettive e del cancro. De Haro ha insegnato biochimica all'UNM e anatomia e fisiologia al Central New Mexico Community College. Era appassionato dei suoi studenti, molti dei quali sono diventati professionisti nel campo della scienza e dell'assistenza sanitaria.

Christopher Peter Allen, PhD '03, è morto il 23 maggio 2021 a Fort Collins, Colorado, per complicazioni dovute al trattamento del cancro al pancreas. La sua specialità era la ricerca sul DNA e sul cancro. Un momento clou della sua carriera scientifica è stato un arco di tempo di due anni caratterizzato da più viaggi in Giappone, dove ha condotto ricerche cellulari di base utilizzando radiazioni di ioni di carbonio. Lascia l'eredità di un nucleo operativo di citometria a flusso alla comunità di ricerca della Colorado State University.

Bernard Henry "Biff" Bueffel III, MD '70, è morto il 15 gennaio 2021. Ha iniziato uno studio pediatrico a Portland nel 1976 e ha seguito la sua vera passione di prendersi cura dei bambini e delle famiglie per 37 anni.

John Andrew "Andy" Cameron, MD '72, è morto il 7 gennaio 2021. Ha lavorato come medico del pronto soccorso per circa 30 anni, principalmente al Washoe Medical Center e al Renown Health. Fu anche membro della Guardia Nazionale, lavorando come medico militare. Si è arruolato nuovamente dopo gli attacchi dell'9 settembre ed è salito al grado di colonnello dopo aver prestato servizio in Afghanistan e Iraq.

Wayne A. Delamater, MD '75, è morto il 18 gennaio 2021. Ha praticato oftalmologia per quasi 40 anni. Amava servire i suoi pazienti e loro lo amavano per questo. Amava anche il suo fedele staff, molti dei quali erano con lui per tutti gli anni in cui era in pratica.

Lawrence Kano Inouye, PhD '88, è morto il 2 febbraio 2021. Ha lavorato per il Dipartimento della Salute delle Hawaii come specialista epidemiologico fino al suo pensionamento.

Lawrence Larkin, MD '74, è morto il 25 ottobre 2020, circondato dalla moglie e dalle figlie. Era un radiologo in pensione che ha praticato a Lynchburg, in Virginia, per 25 anni. Ha servito come capo della radiologia presso l'Eglin Air Force Base Hospital e ha ricevuto un congedo con onore nel 1980, dopo aver raggiunto il grado di maggiore. Larkin e la sua famiglia in crescita si trasferirono in Virginia nel 1980, dove si unì a Radiology Consultants di Lynchburg. Ha praticato fino al 2005, anno in cui è andato in pensione per motivi di salute.

Thomas McGuire, MD '83, è morto il 23 giugno 2021, vittima di insufficienza respiratoria e malattia di Huntington. McGuire ha praticato medicina presso l'Independence Regional Health Center, dove ha diretto l'unità di riabilitazione e un'unità di trauma cranico. Per più di 25 anni ha partecipato ai Pellegrinaggi vocazionali dell'arcidiocesi di Santa Fe, che ha iniziato durante una borsa di studio con un medico locale a Taos.

Leonard Ray Ramsey, MD '81, è morto l'8 gennaio 2021. Dopo la residenza, lui e la sua famiglia si sono trasferiti a Bozeman, Mont., dove ha lavorato con il gruppo Medical Associates. Nel 1989 ha svolto una missione medica di tre mesi nello Swaziland e poi ha servito quattro anni con la World Gospel Mission al Tenwek Hospital negli altopiani del Kenya. Ramsey e la sua famiglia hanno fondato Hope of the Nations Tanzania insieme a Coni e Harold Knepper. Ha servito la gente del lago, fornendo assistenza sanitaria vivificante a "mamas and watoto" (bambini). Ha anche imparato a pilotare un elicottero e lo ha usato per raggiungere le persone che vivono lungo il lago. Ramsey è tornato dal ministero in Africa nel 2011 e si è ritirato dalla medicina nel maggio 2019.

Mark David Rieb, MD, NMD '80, è morto il 20 ottobre 2020. Rieb è stato medico di famiglia per 40 anni sia nel Minnesota che nel New Mexico, con specializzazioni in ostetricia, agopuntura e medicina naturopatica. Era amato dai suoi numerosi pazienti e mantenne attiva la sua licenza dopo il pensionamento, facendo volontariato con il New Mexico Medical Reserve Corps.

Alumni del personale della casa

Michael Davidson, MD, PhD (Fellow – Malattie infettive), è morto ad Anchorage, in Alaska, a causa del COVID-19 l'8 novembre 2020. La sua scelta di dedicare gran parte della sua carriera allo studio delle malattie infettive potrebbe essere stata stimolata dalla morte dei suoi nonni durante la pandemia di influenza spagnola. Oltre al suo MD, il Dr. Davidson ha conseguito un master in sanità pubblica e un dottorato di ricerca in epidemiologia presso la Johns Hopkins University. È stato anche professore affiliato al programma biomedico presso l'Università dell'Alaska.

Raphael J. DeHoratius, MD (Fellow - Medicina interna), è deceduto improvvisamente il 26 novembre 2020 nella sua casa di Upper Gwynedd, Penn. Era un importante reumatologo a Filadelfia, dove sviluppò il primo centro per il lupus della città. È stato presidente dell'American College of Rheumatology nel 2002-2003 e ha ricevuto sia il titolo di Master in Rheumatology che l'Hollander Award. Ha continuato a servire come direttore medico in reumatologia presso Johnson & Johnson fino al suo ritiro nel 2017.

Robert W. Benson, MD (Residente - Chirurgia ortopedica), è morto il 28 novembre 2020. Era un marito e padre amorevole, un medico devoto il cui lavoro consisteva nell'aiutare gli altri. Era anche il "Capitano Ziggy", pilota di mongolfiera e partecipante di lunga data all'Albuquerque International Balloon Fiesta. Era un uomo gioioso e attivo la cui risata poteva essere ascoltata a miglia di distanza.

Edwin Chappabittty, Jr., MD (Residente - Studio familiare), è morto il 15 giugno 2021. Ha servito in Vietnam nel 1969 e nel 1970, dove ha ricevuto numerosi riconoscimenti al valore. Chappabitty è stato incaricato del servizio sanitario pubblico degli Stati Uniti e assegnato all'ospedale in cui è nato, il Lawton Indian Hospital di Lawton, Okla. Per i successivi 25 anni ha servito come medico di famiglia negli ospedali di Anadarko, Okla., e Lawton, ed è stato tre volte presidente del dipartimento di Lawton. Nel 1996, è stato premiato dall'Associazione dei medici indiani d'America come medico dell'anno. Ha ricevuto l'Hero Award nel Journal of Minority Medical Students nel 1997. Dopo essersi ritirato nel 2008, ha continuato a servire come primo direttore medico della Comanche Nation a Lawton.

Basia Holub, MD (Residente - Medicina d'urgenza), è morto inaspettatamente il 29 marzo 2021. Il dottor Holub ha intrapreso una vorticosa esperienza universitaria di sei anni, inclusi periodi presso la Vanderbilt University, l'Università Jagellonica di Cracovia, in Polonia, e l'Università della Sorbona a Parigi. Ha lavorato come medico di pronto soccorso con Presbyterian Healthcare Services per 20 anni.
Abner "Marty" Martin Landry III, MD (Resident - Diagnostic Radiology), è morto pacificamente il 18 luglio 2021, dopo una battaglia durata un mese in terapia intensiva. Era un radiologo praticante a New Orleans prima di trasferirsi a Clearwater, in Florida, e continuare la sua pratica presso il Largo Medical Center come capo della radiologia. Ha trascorso innumerevoli ore fornendo assistenza medica presso la Clearwater Free Clinic, facendo volontariato per Medici senza frontiere e presso la Belize Food Bank e sostenendo instancabilmente gli sforzi per rendere l'assistenza sanitaria universale una realtà negli Stati Uniti.

Jimmie "Jim" Reed, MD (Residente - Medicina interna), è morto nella sua casa il 4 agosto 2021. È stato arruolato nell'esercito degli Stati Uniti e ha ottenuto il suo distintivo di paracadutista prima di essere congedato con onore nel 1958. Ha servito come direttore della radiologia per il Brownfield Regional Medical Center di Brownfield, in Texas, e come assistente clinico professore di radiologia alla Texas Tech. Ha gestito uno studio privato di dermatologia dal 1991 al 2004, combinando successivamente la sua pratica con la radiologia dal 1998 al 2004. Reed è tornato nella sua città natale nel 2005, dove ha continuato a lavorare in radiologia fino alla sua morte.

Armin Rembe, MD (Residente – Ematologia), è morto il 25 aprile 2021, circondato dalla sua amorevole famiglia nella loro casa, lo storico Los Poblanos Ranch nel villaggio di Los Ranchos, NM Il primo oncologo-ematologo ad Albuquerque, Rembe è stato devoto ai suoi pazienti e alle loro famiglie per tutta la sua carriera , spesso facendo visite a domicilio e persino scambiando cure per agnelli e polli. Ritirandosi dalla medicina, ha iniziato una seconda carriera come "Farmin' Armin", coltivando ortaggi biologici e infine lavanda come parte di un progetto per perpetuare l'agricoltura nella valle del Rio Grande e ridurre al minimo il consumo di acqua in agricoltura.

Marc Edward Ritsema, MD (Residente - Psichiatria; Fellow - Psichiatria infantile), è morto il 9 marzo 2021. La sua carriera di medico lo ha portato dal Michigan al New Mexico fino al Massachusetts prima di stabilirsi a Milwaukee, nel Wisc. per crescere le sue figlie come un genitore single. In uno studio privato per tutta la sua carriera, è stato anche nella facoltà clinica della University of Wisconsin School of Medicine e della Robert Wood Johnson Medical School. Era molto orgoglioso di prendersi cura dei bambini..

Facoltà

Lawrence "Larry" A. Osborn, MD, è morto inaspettatamente il 13 marzo 2021. Ha trascorso gran parte della sua carriera come cardiologo interventista presso l'UNM, dove ha iniziato il programma di angioplastica coronarica nel 1987. Sebbene fosse appassionato di attività accademiche e pubblicò molti articoli sottoposti a revisione paritaria e capitoli di libri, ha trascorso la maggior parte della sua carriera su ciò che ha apprezzato sopra ogni altra cosa: la cura del paziente e l'insegnamento a residenti e colleghi.

Pratap S. Avasthi, MD, è morto nella sua casa di Albuquerque il 12 gennaio 2021 all'età di 85 anni. Sebbene abbia subito il suo primo infarto all'età di 36 anni e abbia combattuto problemi cardiaci cronici, la sua perseveranza e curiosità lo hanno sostenuto per quasi 50 anni aggiuntivi. Emigrò ad Albuquerque nel 1966 dall'India per conseguire una specializzazione in medicina interna presso l'UNM. Ha trascorso la maggior parte della sua carriera insegnando e formando studenti di medicina dell'UNM, conducendo ricerche relative alle malattie renali e curando pazienti con malattie renali. Dopo il ritiro nel 1996, ha continuato a perseguire il suo interesse per le scienze, in particolare nei campi dell'astrofisica e dell'esplorazione spaziale.

Thomas J. Carlow, MD, è morto il 15 marzo 2021. Ha trascorso una lunga e fruttuosa carriera come neuro-oftalmologo ad Albuquerque ed è stato l'unico nel New Mexico per 30 anni. Pioniere nel suo campo, ha avviato un incontro medico annuale, la North American Neuro-Ophthalmology Society, che è diventata una società internazionale. Ha anche prestato servizio nel servizio sanitario pubblico dell'esercito americano. Provò grande piacere insegnando ai residenti neurologia, oftalmologia e neurochirurgia.

Gary Peterson, MD, è morto in seguito a una battaglia contro una malattia polmonare idiopatica il 9 settembre 2021, nella sua casa di Chapel Hill, NC Peterson era un ricercatore presso il Biological Sciences Research Center presso l'UNC-Chapel Hill, e poi dirigeva l'Unità di Psichiatria Infantile presso l'UNM per cinque anni. Successivamente è entrato a far parte del Southeast Institute for Group and Family Therapy a Chapel Hill, dove ha continuato in uno studio privato per il resto della sua carriera.

Paula Jean Clayton, MD, è morto pacificamente il 4 settembre 2021, circondato dai propri cari. Nel 1980, è diventata la prima donna negli Stati Uniti a presiedere un dipartimento di psichiatria, entrando a far parte della University of Minnesota Medical School, ruolo in cui ha servito fino al 1999. Successivamente si è trasferita a Santa Fe ed è diventata professoressa di psichiatria presso il UNM School of Medicine dal 2001 al 2005. Nel 2006 si è trasferita a New York City per diventare il direttore medico della Fondazione americana per la prevenzione del suicidio. Per tutta la sua carriera, Clayton è rimasta impegnata a far progredire il campo della psichiatria, conducendo ricerche, insegnando, guidando giovani medici e assistendo i pazienti.

La trasformazione ai tempi del COVID

Il 14 marzo 2020 il traffico era intenso ovunque a Quito, in Ecuador, quando, alle 9:35, tutte le radio locali trasmettono un notiziario: “La città chiuderà, viene istituito il coprifuoco a partire dalle 3”

Non mi interessava la notizia. Stavo guidando freneticamente verso casa per controllare la mia posta elettronica. Era il Match Day e il mio futuro come medico era in gioco. Sono arrivato a casa, mi sono precipitato dentro, lasciando la mia porta di casa aperta.

Ho acceso il mio laptop ed eccolo lì, il temuto messaggio: "Siamo spiacenti che tu non abbia abbinato a nessuna posizione".

Il resto della giornata è sfocato. Ero scombussolato, con molti pensieri in testa mentre mi preparavo al coprifuoco. Non ricordo molto di più di quella settimana – per farla breve, non sono stato in grado di eguagliare, il che mi ha portato a credere che questa fosse la settimana peggiore della mia vita professionale e personale.

La notizia ha colpito duramente. Da un lato, il mio sogno di diventare residente negli Stati Uniti stava svanendo e, dall'altro, una pandemia irripetibile era alle porte. Le mie opzioni sembravano desolanti, non avevo una bussola. Ho cercato di riprendermi nel miglior modo possibile, ma le opportunità non erano ampie.

LEGGI
ALTRO

Colpo alla testa di Teresa Veglia.

CHIUDI

La trasformazione ai tempi del COVID

Di David A. Andrade, MD - PGY I Residente in Psichiatria

Il 14 marzo 2020 il traffico era intenso ovunque a Quito, in Ecuador, quando, alle 9:35, tutte le radio locali trasmettono un notiziario: “La città chiuderà, viene istituito il coprifuoco a partire dalle 3”

Non mi interessava la notizia. Stavo guidando freneticamente verso casa per controllare la mia posta elettronica. Era il Match Day e il mio futuro come medico era in gioco. Sono arrivato a casa, mi sono precipitato dentro, lasciando la mia porta di casa aperta.

Ho acceso il mio laptop ed eccolo lì, il temuto messaggio: "Siamo spiacenti che tu non abbia abbinato a nessuna posizione".

Il resto della giornata è sfocato. Ero scombussolato, con molti pensieri in testa mentre mi preparavo al coprifuoco. Non ricordo molto di più di quella settimana – per farla breve, non sono stato in grado di eguagliare, il che mi ha portato a credere che questa fosse la settimana peggiore della mia vita professionale e personale.

La notizia ha colpito duramente. Da un lato, il mio sogno di diventare residente negli Stati Uniti stava svanendo e, dall'altro, una pandemia irripetibile era alle porte. Le mie opzioni sembravano desolanti, non avevo una bussola. Ho cercato di riprendermi nel miglior modo possibile, ma le opportunità non erano ampie.

Ho cercato di entrare a far parte degli sforzi di soccorso per la pandemia nel mio paese e negli Stati Uniti ho scritto lettere all'ambasciata degli Stati Uniti e a diversi ospedali di New York City, dove la pandemia ha colpito più duramente. Sono stato rifiutato ovunque, ma la parte più difficile è stata che il mio stesso paese ha negato le opportunità. Ognuna di quelle risposte suonava allo stesso modo per me: "Scusa, se non sei abbastanza bravo per eguagliarlo, non sei abbastanza bravo nemmeno per questo".

Nel frattempo, ho fatto del mio meglio per tenermi occupato con "lavoretti pandemici", assicurandomi che la mia famiglia fosse al sicuro durante quei tempi difficili. Mentalmente, ho cercato di concentrarmi su un nuovo obiettivo, ma non era chiaro quale potesse essere. La partita del 2021? Ricominciare la mia carriera nel mio paese d'origine? O stai cercando di farlo in un altro?

Mentre stavo ancora pensando al mio futuro, sono stato coinvolto lavorando a distanza come consulente clinico con un istituto di salute mentale ad Albuquerque. ma ero ancora preoccupato per i miei prossimi passi.

Ero sicuro che il mio futuro fosse negli Stati Uniti e, non appena i confini sono stati aperti, ho cercato di entrare nel paese per migliorare le mie possibilità per la partita del 2021.

Ma la US Customs and Border Protection aveva piani diversi. Mi hanno trattenuto e interrogato per diverse ore con il sospetto che venissi a lavorare illegalmente nel Paese. Dopo un colloquio estenuante – e con quello che posso solo chiamare intervento divino – ho potuto venire nel Paese per 30 giorni, un terzo del tempo previsto.

Questo è stato il punto di svolta. Dopo qualche drink e una seduta di psicoterapia che mi ha fatto capire di avere un disturbo acuto da stress, ho deciso che era abbastanza. Come medico, ero abituato alla falsa convinzione di avere il controllo, ma dopo tutto quello che è successo ho deciso di non avere il controllo – e andava bene così. Ho deciso di lasciar andare e pensare a tutto come una benedizione. Ho sfruttato al meglio la mia esperienza clinica di breve durata, sono tornato in Ecuador, ho trascorso del tempo di qualità con la mia famiglia, ho continuato a lavorare in remoto, mi sono sposato e ho fatto domanda per la partita del 2021 con più fede che convinzione.

 

L'ho fatto. HO ABBINATO IN PSICHIATRIA!

 

Quando le persone dicono che la pandemia ha cambiato le loro vite, probabilmente è vero. Tutti hanno dovuto adattarsi a circostanze senza precedenti. Ora, la domanda è: questo cambiamento duraturo o no? Per me lo era.

L'anno 2020 è stato professionalmente disastroso, ma ho imparato la lezione più importante, non tenermi troppo stretto, godermi il momento, anche nelle peggiori circostanze e pensare a tutto come a un'esperienza di apprendimento.

Come puoi vedere, il 2021 è stato l'opposto e sono contento. Il 2020 avrà sempre un posto speciale nella mia memoria. Sarà conosciuto come l'anno in cui ho iniziato a godermi la vita invece di cercare di controllarla.

LTSS

dare livelli

Qualsiasi regalo di qualsiasi importo a un fondo di borse di studio della Scuola di Medicina è valutato e riconosciuto dalla Società La Tierra Sagrada. I donatori a LTSS per una di queste borse di studio sono chiamati "Donatori di supporto".

ciliegia che dà livello

Con un regalo annuale di $ 1- $ 999, sarai elencato come Cherry Donor nel programma della cena della borsa di studio. CLICCA PER PARTECIPARE

turchese dando livello

Con un regalo annuale di $ 1,000- $ 2,499, sarai elencato come donatore di turchesi nel programma della cena della borsa di studio. 
CLICCA PER PARTECIPARE

 

argento che dà livello

Con un regalo annuale di $ 2,500- $ 4,999, sarai elencato come donatore d'argento nel programma della cena della borsa di studio. CLICCA PER PARTECIPARE

livello di donazione d'oro

Con un regalo annuale di $ 5,00- $ 24,999, sarai elencato come donatore d'oro nel programma della cena della borsa di studio. CLICCA PER PARTECIPARE

Livello di donazione dotato

Con una donazione di $ 25,000 o superiore, stabilisci una borsa di studio nominativa da assegnare ogni anno e verrai elencato nel programma della cena della borsa di studio come donatore di dotazione. CLICCA PER PARTECIPARE

borsista abbraccia il suo patrono

Qualsiasi borsa di studio. Qualsiasi importo.

La Tierra Sagrada è la più grande entità di borse di studio presso la School of Medicine dell'Università del New Mexico.

Impegnato a riconoscere tutti coloro che sostengono borse di studio presso la Scuola di Medicina, il Consiglio di Amministrazione di La Tierra Sagrada è lieto di annunciare. . .

Quando dai,
tu appartieni.

Ora, quando darai a una borsa di studio della UNM School of Medicine, apparterrai a La Tierra Sagrada.

LEGGI
ALTRO

SERVIRE IL PRESENTE. FORMA IL FUTURO.

La Tierra Sagrada è la più grande entità di borse di studio presso la School of Medicine dell'Università del New Mexico.

Impegnato a riconoscere tutti coloro che sostengono borse di studio presso la Scuola di Medicina, il Consiglio di Amministrazione di La Tierra Sagrada è lieto di annunciare. . .

Quando dai,
tu appartieni.

Ora, quando darai a una borsa di studio della UNM School of Medicine, apparterrai a La Tierra Sagrada.


ltss-25.pngIMPEGNO "25"

Dal 1996, la La Tierra Sagrada Society ha assegnato 1.7 milioni di dollari in borse di studio e borse di ricerca. $ 1.2 milioni sono andati direttamente agli studenti attraverso borse di studio.

Fai il tuo impatto e celebra il 25° anniversario di La Tierra Sagrada promettendo "25".

Fai un regalo una tantum di $ 25, $ 250, $ 2,500 o una dotazione di $ 25,000.

I donatori di docenti e personale sono incoraggiati a prendere in considerazione la possibilità di fare un regalo ricorrente di "25" tramite detrazione dal salario.

Per informazioni sull'adesione, contattare Erika Anderson al 505.272.1913 o EMAnderson@salud.unm.edu

dare online su: goto.unm.edu/ltss25

CHIUDI

Comitato Editoriale e Collaboratori

Editore manageriale
Ashley Salazar

direttore creativo
Bridgette Wagner Jones

LEGGI
ALTRO

CHIUDI

Comitato Editoriale e Collaboratori

Editore manageriale
Ashley Salazar

direttore creativo
Bridgette Wagner Jones

redattori
Alessandria Sanchez, Elizabeth Sandlin

scrittori che contribuiscono
David A. Andrade, Supreetha Gubbala, Tenisha Marques, Ruth Morgan, Paige R. Penland, Michael E. Richards, C. Nathaniel Roybal, Ashley Salazar, Alexandria Sanchez, Maggie Schold, Michele W. Sequeira

grafica e layout
Bridgette Wagner Jones

fotografia
Jett Loe, Raymond Mares, José Rodríguez, Ashley Salazar, Allan Stone

ufficio del preside
Michael E. Richards, MD, MPA
Preside ad interim, UNM School of Medicine

contatti
UNM Scuola di Medicina
Ufficio per l'avanzamento e le relazioni con gli ex studenti
MSC08 4720 Fitz Hall Rm 182B
1 Università del Nuovo Messico
Albuquerque NM 87131-0001
505.272.5112

informazioni sull'abbonamento
unmsomalumni@salud.unm.edu 

e-mail dell'editore
asmsalazar@salud.unm.edu 

Accogliamo con favore l'invio di storie, fotografie e lettere all'editore.

UNM Medicine è pubblicato dall'UNM School of Medicine Office of Advancement and Alumni Relations
Stampato negli Stati Uniti Copyright 2021
Centro di scienze della salute dell'Università del New Mexico

Questa pagina è progettata per dispositivi più grandi. Si prega di passare a "Sito desktop" per una migliore visualizzazione.