Traduci
${alt}
di Cindy Foster

Ospedali UNM che offrono cesarei delicati

Un'esperienza più incentrata sulla famiglia ora disponibile

Secondo Naomi Swanson, MD, assistente professore di Ostetricia e Ginecologia all'interno della UNM School of Medicine, l'UNM Hospital si è unito a una crescente tendenza nazionale offrendo "tronchi cesarei delicati" alle future madri qualificate.

"È un'esperienza molto diversa da un cesareo tradizionale. Siamo in grado di incorporare più aspetti dell'esperienza del parto naturale e troviamo che, nel complesso, è meglio sia per la mamma che per il bambino", ha detto Swanson.

I medici devono garantire il rispetto di criteri rigorosi durante i tradizionali interventi di taglio cesareo, ha detto, compreso l'esame immediato di un bambino da parte di un pediatra e il possibile trasferimento in un'altra unità per le cure.

Al contrario, il taglio cesareo delicato offre un'esperienza più centrata sulla famiglia.

"Possiamo fare cose come cambiare l'illuminazione nella stanza, fornire musica rilassante e persino consentire ulteriori persone di supporto nella stanza. Offriamo anche un drappo trasparente se la madre vuole osservare il parto", ha detto.

La cosa più importante, però, è dare a madre e neonato l'opportunità di legare immediatamente, ha detto Swanson.

"Possiamo ritardare il serraggio del cordone che ci consente di vedere come sta il bambino e consente al bambino di andare direttamente dalla mamma per legare pelle a pelle piuttosto che essere portato in un'altra unità. Aiuta la madre a iniziare l'allattamento al seno e aiuta il bambino ad autoregolare la sua temperatura. È sicuramente qualcosa per cui vogliamo lottare", ha detto.

Non tutti si qualificheranno per la procedura. La prematurità - un periodo gestazionale inferiore a 39 settimane - non rientra nella bandiera del taglio cesareo delicato consentito. Né lo saranno i casi in cui ci sono preoccupazioni per il bambino o problemi medici noti che devono affrontare la madre.

"Ma è un'opzione per molte madri, comprese quelle che hanno avuto cesarei prima", ha aggiunto Swanson.

L'UNM ha fornito la procedura per la maggior parte dello scorso anno accademico, ha affermato.

"I nostri pazienti ne sentono parlare e vengono da noi, chiedendo l'esperienza", ha detto.

I medici dell'ospedale principale dell'UNM e della nuova clinica per le cure primarie delle donne dell'UNM, ora aperta al 2130 di Eubank Blvd, possono parlare con le potenziali madri della procedura, ha affermato Swanson.

Categorie: Impegno della comunità, salute, Ricerca