Traduci
${alt}
di Cindy Foster

UNM Affrontare l'epidemia di oppioidi

L'epidemia di oppiacei rimane una crisi sanitaria critica in America. I farmacisti sono pronti a essere in prima linea nella lotta contro le overdose accidentali da oppiacei, ma nelle zone rurali con scarse risorse si trovano ad affrontare una serie scoraggiante di ostacoli per ottenere informazioni e forniture farmaceutiche ai loro clienti.

I ricercatori del Minnesota e del Massachusetts si uniscono ai ricercatori del College of Pharmacy e della School of Medicine per creare interventi educativi efficaci per i farmacisti attraverso il progetto CONsiDER, secondo il direttore del progetto Ludmila Bakhireva, MD, PhD, professore presso il Dipartimento di pratica e amministrazione della farmacia Scienze, UNM College of Pharmacy.

L'obiettivo della collaborazione è sviluppare interventi basati sulla farmacia che siano sia universali che statali- specifica.

"I farmacisti possono avere un forte impatto all'interno delle loro comunità. Questo progetto mostra il potere che la ricerca farmaceutica può avere quando è integrata in un'istituzione accademica, perseguendo tutte e tre le nostre missioni di istruzione, ricerca e assistenza clinica", secondo Richard Larson, MD , PhD, vice rettore esecutivo dell'UNM Health Sciences.

A complicare la situazione sono anche le numerose vie in cui le persone cadono nel disturbo da uso di oppiacei. La classificazione odierna degli oppiacei spazia da una varietà di droghe che vanno dalle droghe legali come il fentanil, la codeina e la morfina alle droghe illegali come l'eroina. Significa che gli operatori sanitari hanno bisogno di materiali educativi che siano efficaci quando parlano a persone provenienti da un'ampia varietà di ambienti, dagli adolescenti ai professionisti di medio livello che affrontano il dolore da lesioni agli anziani che si occupano di problemi di dolore cronico a lungo termine.

Il naloxone, venduto con il marchio Narcan, è un farmaco usato per bloccare gli effetti degli oppioidi, ma le persone hanno la tendenza a rifuggire dall'averlo nelle loro case. Come convincere un paziente di 70 anni con un dolore cronico non oncologico della necessità di naloxone? È possibile fare un'analogia con un estintore sul naloxone con un genitore di un adolescente che potrebbe essere a rischio?

In un recente incontro all'UNM, i ricercatori hanno lavorato alla creazione di materiali di formazione per i farmacisti da utilizzare per identificare e parlare con i clienti che potrebbero essere a rischio di overdose da oppiacei e offrire naloxone.

"Un grande equivoco che dobbiamo affrontare è che le persone pensano erroneamente che avere naloxone disponibile incoraggerà l'uso di oppioidi", afferma Bakhireva.

L'agenda della coalizione è ambiziosa e si muove rapidamente. Il team CONsiDER inizierà a fornire formazione alle farmacie identificate a dicembre 2018. "Il ritmo rapido che il gruppo si è prefissato è buono", afferma Larson. "Dobbiamo muoverci velocemente in questa situazione in rapida evoluzione".

Categorie: College of Pharmacy, Impegno della comunità, Salute, Research, Prima pagina