Traduci
${alt}
di Kara Leasure Shanley

Pagandolo in avanti

Il laureato BA/MD Christopher Medina spera di servire fornendo assistenza medica ai nuovi messicani

Christopher Medina ha una visione per come restituire allo stato che chiama casa, e questo mese seguirà quel percorso come laureato alla Scuola di Medicina dell'Università del New Mexico.

Medina è cresciuto a Las Cruces, dove ha frequentato le scuole pubbliche, ma ha anche trascorso del tempo a Cloudcroft con la sua famiglia. "Devo avere un'educazione sia rurale che urbana", dice.

Al liceo, Medina amava la musica, suonando le percussioni per la banda musicale e il basso in una band jazz. "Pensavo che sarei diventato un insegnante di musica finché non ho avuto un insegnante di chimica molto carismatico", ricorda. "Questo mi ha dato un interesse per la scienza e mi ha messo in una direzione diversa."

Quella nuova direzione lo ha portato a formarsi come tecnico medico di emergenza. "È stata un'esperienza interessante e volevo entrare di più nel campo dopo", dice Medina.

Con il sostegno della sua famiglia, è stato accettato nel programma di laurea BA/MD dell'Università del New Mexico come studente universitario di prima generazione. "Sono appena andato nella direzione pre-medicinale senza mai voltarmi indietro", dice.

Medina ha iniziato a correre grazie al suo interesse per la scienza di base e ha imparato come essere uno studente universitario mentre andava. Per il suo progetto di salute pubblica, ha parlato con persone che hanno subito traumi emotivi mentre lavoravano al telefono a una hotline di crisi a Las Cruces.

"Penso che questo tipo di cose ti aiuti ad essere un ascoltatore migliore una volta che sei in un ambiente clinico come medico", dice Medina.

Ma la sua determinazione a imparare il più possibile non è finita qui.

Da studente universitario, l'interesse di Medina per la scienza e la medicina lo ha portato a fare volontariato come assistente di ricerca in un laboratorio gestito da Elaine Bearer, MD, PhD. Bearer, il professore della famiglia Harvey presso il Dipartimento di patologia dell'UNM, ha insegnato a Medina come eseguire l'imaging cerebrale nei topi, tra le altre tecniche, approfondendo il suo fascino per la ricerca.

"Non è solo un'entità nota che stai studiando o memorizzando: sei più un pioniere, dove puoi esplorare nuove cose nella scienza", dice. "Fare il passo successivo dall'apprendimento della scienza al fare scienza è stata una sfida e una delle mie esperienze più memorabili".

Medina ha continuato a lavorare con Bearer, trascorrendo tutto il tempo che aveva fuori dalla scuola di medicina nel suo laboratorio. "Ho usato il tempo che avrei usato per riposare per andare in laboratorio", dice.

La sua devozione alla ricerca includeva anche prendersi del tempo nel bel mezzo della scuola di medicina per finire i suoi progetti e pubblicare più articoli. Medina afferma che il culmine di tutto il suo lavoro è stato diventare esperto nella sua area scientifica strettamente definita: l'imaging del trasporto neuronale nel cervello dei roditori.

Poi è arrivato il momento di finire la scuola di medicina e raggiungere il suo obiettivo finale: diventare il primo medico della sua famiglia. "È una bella sensazione sapere che sei in grado di aiutare le persone e che la School of Medicine ha stabilito che sei qualificato per essere un medico", dice.

Guardando indietro, Medina riconosce i mentori che lo hanno aiutato lungo la strada, dai suoi consulenti e professori BA/MD alla sua comunità di apprendimento della scuola di medicina e mentore di ricerca.

Ora spera di incorporare tutte le sue passioni in una carriera in psichiatria o neurologia. "A causa delle esperienze di cui ho parlato, mi interessa il cervello, ma anche aiutare le persone, sia fisicamente che emotivamente", dice Medina.

Ma prima, si recherà a El Paso per un anno di tirocinio di transizione presso Las Palmas Del Sol Healthcare, dove si concentrerà su medicina interna, ostetricia/ginecologia, pediatria e chirurgia. Medina spera di tornare in seguito nel New Mexico per iniziare a restituire alle comunità che lo hanno cresciuto.

Con in mente sua nonna Cherokee e la sua famiglia, Medina sa dove la sua formazione medica può aiutare. "Ho visto che la comunità dei nativi americani ha una delle peggiori disparità di salute di qualsiasi comunità, e quindi è finito per essere un gruppo particolare che ero interessato ad aiutare", dice.

Ha anche visto le difficoltà dell'immigrazione in un nuovo paese attraverso gli occhi di sua nonna messicana. "Quando vedo pazienti provenienti da un ambiente povero, mi sento come se avessi più comprensione ed empatia", dice Medina.

Medina spera che le esperienze che ha acquisito all'UNM gli serviranno bene nella comunità medica dello stato per gli anni a venire. "La medicina è un lavoro interessante e significativo", dice. "Puoi graffiare quel prurito scientifico e anche essere coinvolto nell'aiutare le persone con le loro vite e la loro salute".

Categorie: Educazione, Research, Facoltà di Medicina, Prima pagina