Traduci
${alt}
di Michele Sequeira

Fare in modo che ogni passo conti

Il ricercatore utilizza una sovvenzione di $ 750,000 e un nuovo approccio "Whole-of-Day" per aiutare i sopravvissuti al cancro a diventare più attivi

L'esercizio fisico aiuta le persone a qualsiasi età a diventare più sane. Ma le persone che hanno appena completato il trattamento del cancro potrebbero non sentirsi sempre abbastanza bene da esercitare regolarmente. Quindi Cindy Blair, PhD, si chiedeva se aumentare la loro attività fisica durante il giorno potesse migliorare la loro salute.

La sovvenzione quinquennale di $ 750,000 recentemente assegnata a Blair le consentirà di esplorare i modi per aiutare i sopravvissuti al cancro più anziani nel New Mexico a diventare più attivi e studiare come essere più attivi influisce sulla loro salute. Spera che aiutare le persone a fare piccoli cambiamenti per aumentare la loro attività fisica durante il giorno porterà a cambiamenti duraturi nello stile di vita e che questi cambiamenti porteranno a cambiamenti più grandi e maggiori benefici per la salute.

Blair, un assistente professore ed epidemiologo del cancro presso l'Università del New Mexico Comprehensive Cancer Center, spiega che l'esercizio è diverso dall'attività fisica.

"L'esercizio è strutturato ed è fatto allo scopo di migliorare la forma fisica", afferma Blair. "Stai respirando più velocemente, stai sudando. È associato a numerosi benefici per la salute". Al contrario, qualsiasi movimento a qualsiasi intensità è considerato attività fisica. Quindi portare a spasso il cane, andare alla cassetta della posta, fare giardinaggio o fare il bucato contano come attività fisica, ma non come esercizio.

Blair ha visto che le persone che hanno completato il trattamento del cancro potrebbero non essere in grado di avviare o mantenere un programma di esercizi strutturato. Inoltre, le persone anziane possono avere altre condizioni di salute che impediscono loro di esercitare. Ma la maggior parte delle persone può muoversi.

"Quindi, la mia idea era di iniziare lentamente e spezzare il tempo sedentario con una leggera attività fisica durante il giorno", dice Blair. "Questo è l'approccio "tutto il giorno" all'attività fisica."

Ha scelto questo approccio sulla base di ricerche che dimostrano che le persone che stanno sedute per lunghi periodi senza alzarsi e muoversi sono a maggior rischio di problemi di salute. La sperimentazione clinica di Blair studierà se l'attività fisica durante il giorno, ogni giorno, migliora il funzionamento fisico dei sopravvissuti al cancro - la loro capacità di svolgere le attività quotidiane - e la loro qualità di vita. Nel suo studio dice: "Ogni passo conta".

Blair vuole aprire ampiamente la sua sperimentazione clinica. Vuole includere le persone anziane in tutto il New Mexico e, a differenza di molti studi clinici, le persone che sono sopravvissute a qualsiasi tipo di cancro. Ma molti studi clinici sull'esercizio richiedono che le persone si rechino al team di ricerca per partecipare al programma.

Blair non voleva che la sua sperimentazione clinica costringesse le persone a viaggiare, ma aveva bisogno di modi per misurare l'attività fisica e il funzionamento fisico in modo obiettivo e remoto. Quindi si è rivolta alla tecnologia.

Le persone nello studio indosseranno un monitor di attività al polso in modo che possano monitorare il loro tempo sedentario quotidiano e l'attività fisica. Possono caricare i propri dati su un sito Web tramite un dispositivo mobile o un computer. I monitor di attività possono avvisarli quando non hanno registrato attività fisica nell'ora precedente e possono motivarli con messaggi elettronici per ottenere più passaggi.

Blair verificherà anche se può utilizzare la videoconferenza per condurre in remoto test di prestazioni fisiche standard di forza degli arti inferiori. La forza degli arti inferiori viene spesso utilizzata come misura di quanto bene qualcuno è in grado di svolgere le attività quotidiane.

"Il mio programma di ricerca riguarda l'andare dove si trovano i sopravvissuti al cancro, con il minimo disturbo alle loro vite, con requisiti minimi per loro", afferma Blair. "Possono fare [la loro attività fisica] quando è giusto per loro, secondo il loro programma". E spera che qualsiasi cambiamento positivo nello stile di vita derivante dalla partecipazione alla sua sperimentazione clinica rimarrà con loro a lungo.

Cindy Blair, PhD, è assistente professore presso il Dipartimento di Medicina Interna, Divisione di Epidemiologia, Biostatistica e Medicina Preventiva, presso la Facoltà di Medicina dell'Università del New Mexico. È membro a pieno titolo del Cancer Control Research Group presso l'UNM Comprehensive Cancer Center. Blair ha conseguito un master in sanità pubblica e un dottorato in epidemiologia presso l'Università del Minnesota e ha completato una borsa di studio post-dottorato presso il National Cancer Institute R25 Cancer Prevention and Control Training Program presso l'Università dell'Alabama a Birmingham. È entrata a far parte dell'UNM nel 2015 e ha ricevuto il premio per la prevenzione, il controllo, le scienze comportamentali e lo sviluppo della carriera del cancro (K07) dal National Cancer Institute.

Il National Cancer Institute of the National Institutes of Health ha sostenuto la ricerca riportata in questa pubblicazione con il numero di premio 1K07CA215937-01A1, Principal Investigator: Cindy Kay Blair, PhD. Il contenuto è di esclusiva responsabilità degli autori e non rappresenta necessariamente le opinioni ufficiali del National Institutes of Health.

Categorie: Centro oncologico completo