Traduci
${alt}
di Michael Haederle

Non so cosa fare?

Il centro informazioni sui veleni e sui farmaci del New Mexico ha le risposte

Morsi di serpente a sonagli, batterie esplosive di penne a vapore, esposizione a pesticidi tossici, funghi velenosi, interazioni farmacologiche inaspettate. . . per la maggior parte di noi, questo sarebbe un elenco di calamità da incubo.

Ma sono tutti in un giorno di lavoro per gli specialisti del New Mexico Poison & Drug Information Center, afferma la direttrice Susan Smolinske, PharmD, professore di pratica farmaceutica e scienze amministrative presso l'UNM College of Pharmacy

La hotline 24 ore su 7, 21,000 giorni su XNUMX, che ha ricevuto XNUMX chiamate l'anno scorso, è l'unica nel paese gestita da farmacisti registrati, afferma Smolinske. Devono essere preparati per quasi tutto.

Le richieste di aiuto rientrano in diverse categorie, afferma Smolinske. "I bambini piccoli sono nella fase esplorativa in cui ingoiano le cose", dice, mentre i bambini più grandi tendono a mettersi nei guai. Gli adolescenti possono esplorare attivamente sostanze che alterano la mente o persino minacciare il suicidio.

Gli adulti, in particolare gli anziani, "spesso mescolano accidentalmente farmaci o sperimentano interazioni farmacologiche", afferma. I lavoratori degli oleodotti e i minatori possono essere esposti a sostanze pericolose sul posto di lavoro.

E poi ci sono i pericoli naturali: morsi di serpente, morsi di ragno, punture di scorpione e piante velenose. Emergono anche morsi di cane rabbiosi, virus del Nilo occidentale e botulismo. E ci sono anche chiamate occasionali quando animali domestici o animali da fattoria hanno un problema.

I 12 specialisti certificati in informazioni sui veleni (C-SPI) del centro sono gli unici esperti certificati in tossicologia medica nello stato, afferma Smolinske. In effetti, quasi il 30% delle chiamate proviene da operatori sanitari che cercano la loro esperienza, come medici del pronto soccorso e infermiere scolastiche.

Il centro, che riceve 2 milioni di dollari all'anno in finanziamenti statali, insieme a ulteriori fondi federali, è accreditato a livello nazionale e aiuta persino a formare studenti di farmacia che svolgono turni di tossicologia di un mese lì, afferma Smolinske. Un educatore sanitario offre anche programmi di sensibilizzazione nella comunità.

La varietà di sfide è ciò che piace a C-SPI Kyndall Monroe del suo lavoro. "Sono sempre stata un po' una drogata di adrenalina", dice, spiegando che un periodo al centro antiveleni della Georgia ad Atlanta mentre frequentava la scuola di farmacia le ha fatto guadagnare carriera.

Con l'inizio dell'anno scolastico, i bambini riprendono i farmaci per l'ADHD e Monroe dice che non è insolito che un genitore somministri una dose senza rendersi conto che l'altro lo ha già fatto.

"Ci chiamano perché non sanno cosa accadrà", dice. "La gente pensa che il loro bambino morirà. Dobbiamo parlare con loro dal davanzale. Devo dire loro che ho gestito queste chiamate molte volte. Dico loro: 'Tuo figlio starà perfettamente bene. Non andranno avere qualsiasi tipo di danno a lungo termine.'"

Fornire quella rassicurazione può essere uno dei servizi più importanti forniti da uno specialista del controllo dei veleni. "I genitori ci amano", dice Monroe. "Sono così dolci. Abbiamo genitori che piangono tutto il tempo quando ci chiamano, e poi alla fine piangono perché sono così felici che li abbiamo aiutati".

A volte, però, una chiamata arriva troppo tardi per aiutare qualcuno. "Quindi, stai mettendo i tuoi sentimenti nel dimenticatoio, prendendoti cura dei pazienti come puoi", dice. "Questa è la parte più stressante del lavoro."

I C-SPI di solito trascorrono buona parte della giornata a controllare i casi precedenti per assicurarsi che i pazienti ricevano il giusto tipo di assistenza di follow-up. "Molti dei nostri chiamanti apprezzano davvero che qualcuno si preoccupi abbastanza da richiamarli", afferma Monroe.

Categorie: College of Pharmacy, Impegno della comunità, Istruzione, Salute, Notizie che puoi usare, Prima pagina