Traduci
${alt}
di Michael Haederle

Prenditi cura dei caregiver

Risorse online per i fornitori di servizi sanitari dell'UNM che affrontano tempi difficili

Tutti stanno vivendo maggiore ansia a causa del nuovo focolaio di coronavirus, ma gli operatori sanitari in prima linea il cui compito è fornire assistenza ai pazienti infetti hanno maggiori motivi di preoccupazione.

Elizabeth Lawrence, MD, direttrice dell'Office of Professional Wellbeing presso la UNM School of Medicine, è alla ricerca di modi per aiutare gli operatori sanitari ad alleviare lo stress. Ha distribuito un elenco di risorse digitali a cui gli operatori sanitari possono attingere per alleviare lo stress.

"Se sei in prima linea e sai di essere esposto a persone che potrebbero essere sintomatiche, ti preoccupi di riportarlo alla tua famiglia", afferma Lawrence, che afferma che il benessere professionale dipende dall'efficienza della pratica, un cultura del benessere e della resilienza personale.

"In questa crisi, l'istituzione è stata molto più agile", afferma Lawrence. Le disposizioni recentemente istituite per le consulenze telefoniche, i cambiamenti nell'accesso agli ospedali e alle cliniche UNM e i cambiamenti nel triage hanno creato una maggiore efficienza, alleviando parte dell'onere per i fornitori, afferma.

Lawrence ha organizzato gruppi di supporto online per fornitori e benefattori della comunità hanno organizzato consegne di cibo per fornitori e personale ospedaliero. "Si tratta di promuovere una cultura della gentilezza", dice. "Siamo lì per sostenerci a vicenda in questo momento difficile".

La resilienza personale implica la cura di sé per le persone che mettono a rischio la propria salute e il proprio benessere. "È fare in modo che le persone abbiano un luogo per il debriefing quando sei un fornitore di prima linea", afferma Lawrence. "È il livello di pressione che è estremo e le persone hanno bisogno di un posto dove elaborarlo".

Poiché gli operatori sanitari vedono il loro ruolo come prendersi cura degli altri, possono sentirsi riluttanti a condividere le proprie preoccupazioni e vulnerabilità. "In un momento in cui tutti nel paese sono così ansiosi, non è che puoi chiamare il tuo amico e dirgli quanto ti senti ansioso", dice.

Lawrence sta esplorando la creazione di un forum online limitato ai fornitori in cui possano condividere le proprie preoccupazioni ed esperienze tra loro. Il suo ufficio sta anche cercando di creare uno spazio di arte visiva, dove le persone possano condividere foto o opere d'arte per esprimere i propri sentimenti.

Ha anche condiviso con i colleghi collegamenti allo yoga online e all'istruzione di esercizi, nonché le Headspace e Dieci per cento più felici app di meditazione, che offrono entrambi abbonamenti gratuiti a chiunque abbia un numero National Provider Identifier (NPI).

Anche considerazioni pratiche, come trovare assistenza all'infanzia per i dipendenti di livello 1 che devono presentarsi al lavoro in ospedale, sono state una preoccupazione. Jessica Kelly nell'ufficio del Cancelliere Paul B. Roth ha lavorato per creare risorse per soddisfare tale esigenza.

Lawrence pensa che anche il suo ufficio abbia un ruolo da svolgere nel mantenere la comunità HSC socialmente connessa tra loro, anche quando si pratica il distanziamento sociale. "C'è questa idea che il mondo sia così capovolto, quindi che tipo di stabilità, normalità e senso di calma possiamo fornire?"

Come strategia, sta considerando l'organizzazione di club del libro virtuali e cene per studenti. "L'idea è di stare insieme, anche se non possiamo vederci", dice Lawrence.

"Questa pandemia ha focalizzato l'attenzione sul fatto che abbiamo bisogno di una forza lavoro sana", afferma Lawrence. "Se la nostra forza lavoro è fuori in quarantena di 14 giorni, chi si prenderà cura della popolazione? Il modo in cui ci prendiamo cura della nostra salute fisica e mentale è importante. Hai bisogno della tua forza lavoro e devono essere in buona salute".

Categorie: Impegno della comunità, educazione, salute, Facoltà di Medicina, Prima pagina