$ {alt}

Raccogliere VAPORE

La rete Southwest Transformative Educational Advancement and Mentoring (STEAM) unisce risorse e mentori di quattro istituzioni per coltivare e far avanzare la carriera di giovani ricercatori.

Il Comprehensive Cancer Center dell’Università del New Mexico ha avviato un programma pionieristico che collega ricercatori e mentori in quattro istituti di ricerca nel sud-ovest.

Denominato Southwest Transformative Educational Advancement and Mentoring Network, il programma attirerà ricercatori e mentori sulle disparità legate al cancro dell'Università del New Mexico, della Northern Arizona University a Flagstaff, in Arizona, della New Mexico State University e del Burrell College of Osteopathic Medicine, che si trova nel campus della NMSU a Las Cruces. Il focus iniziale della rete STEAM sarà nel New Mexico e in Arizona con piani di espansione potenziale in futuro.

“Vogliamo supportare le persone nella loro transizione per diventare ricercatori affermati sulle disparità sanitarie contro il cancro, in particolare qui nel sud-ovest. Il nostro obiettivo è fornire un supporto completo, incoraggiando la loro permanenza nel sud-ovest in questo campo vitale”, ha affermato Dolores Guest, PhD, RD, direttrice della risorsa condivisa di misurazione comportamentale e scienza della popolazione presso l’UNM Comprehensive Cancer Center. Guest funge da ricercatore principale dell'UNM per la rete STEAM.

Rivolto a studenti laureati, studenti professionisti, ricercatori post-dottorato e ricercatori in fase iniziale, in particolare quelli provenienti da comunità sottorappresentate, il programma accoglie anche studenti di medicina, residenti e ricercatori interessati alla ricerca.

Finanziato dal National Cancer Institute, questo programma collaborativo è uno degli unici due programmi finanziati nel suo genere e l'unico al servizio di più istituzioni.

Guest ha affermato che lo sforzo di collaborazione offrirà ai partecipanti l'opportunità di sfruttare i punti di forza di ciascuna istituzione, indipendentemente dalla loro ubicazione fisica rispetto ai campus. "Alcune risorse sono facilmente accessibili e le metteremo in evidenza per i nostri studiosi, mentre altre saranno sviluppate per soddisfare le loro esigenze specifiche", ha affermato. 

Il tutoraggio rappresenta una pietra angolare del programma, con numerosi ricercatori che già esprimono interesse nel fornire guida e tutoraggio agli studiosi STEAM. L'ospite ha affermato che gli abbinamenti mentore-allievo comportano un impegno minimo di un anno.

 

Dolores Guest, PhD, RD

"La ricerca in varie discipline contribuisce ad affrontare le disparità sanitarie legate al cancro nella nostra diversificata popolazione di pazienti, dalla scienza sperimentale alla scienza traslazionale."

- Dolores Ospite, dottorato di ricerca, ricercatore

Possono partecipare al programma gli studiosi impegnati in ricerche incentrate sulle disparità sanitarie legate al cancro, in tutti i campi e le discipline.

“La ricerca in varie discipline contribuisce ad affrontare le disparità sanitarie legate al cancro nella nostra diversificata popolazione di pazienti, dalla scienza sperimentale alla scienza traslazionale”, ha affermato Guest.

L'enfasi del programma sulla diversità si estende alla sua strategia di reclutamento, sfruttando lo status di istituto al servizio delle minoranze di tutte le università. Guest ha aggiunto che il programma STEAM si rivolge agli studiosi che soddisfano i criteri della definizione del National Institute of Health di popolazioni sottorappresentate nella ricerca biomedica in base a razza, etnia, genere, disabilità e persone provenienti da contesti svantaggiati.

"L'obiettivo principale è supportare le persone che potrebbero incontrare ostacoli nell'accesso a tali opportunità", ha affermato Guest.

Diversificare il pool di ricercatori che esaminano le disparità sanitarie può in definitiva migliorare la qualità della cura del cancro. “Ad esempio, affrontare i fattori culturali o regionali che influenzano l’esitazione nei confronti dei comportamenti di screening del cancro può portare a risultati migliori”, ha affermato Guest.

Oltre a fornire un pool di mentori, il programma impiega Training Champions in ogni campus per facilitare il programma. Coinvolgono e reclutano studiosi, accoppiano e supportano gli abbinamenti mentore/allievo e identificano le risorse del campus per l'utilizzo del programma.

Con una capacità iniziale stimata di circa 30 studiosi all'anno, Guest ha espresso il desiderio di espandere il programma di tutoraggio oltre gli attuali campus.

“Prevediamo di estendere la nostra portata ad altre istituzioni all’interno e all’esterno dei nostri stati”, ha affermato.

UNM Centro completo per il cancro

L'University of New Mexico Comprehensive Cancer Center è il Cancer Center ufficiale del New Mexico e l'unico Cancer Center designato dal National Cancer Institute in un raggio di 500 miglia.

I suoi oltre 120 medici specializzati in oncologia certificati dal consiglio includono chirurghi oncologici in ogni specialità (tumori addominali, toracici, ossei e dei tessuti molli, neurochirurgia, genitourinario, ginecologia e tumori della testa e del collo), ematologi/oncologi medici adulti e pediatrici, oncologi ginecologici, e radioterapisti. Insieme a oltre 600 altri professionisti sanitari oncologici (infermieri, farmacisti, nutrizionisti, navigatori, psicologi e assistenti sociali), forniscono cure al 65% dei malati di cancro del New Mexico in tutto lo stato e collaborano con i sistemi sanitari della comunità in tutto lo stato per fornire cura del cancro più vicino a casa. Hanno curato circa 14,000 pazienti in circa 100,000 visite ambulatoriali oltre ai ricoveri ospedalieri presso l'UNM Hospital.

Un totale di quasi 400 pazienti hanno partecipato a studi clinici sul cancro testando nuovi trattamenti contro il cancro che includono test di nuove strategie di prevenzione del cancro e sequenziamento del genoma del cancro.

Gli oltre 100 ricercatori sul cancro affiliati all'UNMCCC hanno ricevuto 35.7 milioni di dollari in sovvenzioni federali e private e contratti per progetti di ricerca sul cancro. Dal 2015 hanno pubblicato quasi 1000 manoscritti e, promuovendo lo sviluppo economico, hanno depositato 136 nuovi brevetti e lanciato 10 nuove start-up di biotecnologie.

Infine, i medici, gli scienziati e il personale hanno fornito esperienze di istruzione e formazione a più di 500 studenti delle scuole superiori, universitari, laureati e post-dottorato nella ricerca sul cancro e nell'assistenza sanitaria sul cancro.

Categorie: Centro oncologico completo