$ {alt}
Di Nicole San Roman

L'ospedale UNM riceve valutazioni elevate da Healthgrades

L'Ospedale dell'Università del New Mexico ha ricevuto riconoscimenti nazionali in tre aree di cure specialistiche, distinguendolo come uno degli ospedali leader del paese nell'assistenza clinica.

HealthGrades ha assegnato all'UNM Hospital un Cranial Neurosurgery Excellence Award™ 2024, rendendolo tra il 10% dei migliori ospedali della nazione per la neurochirurgia cranica nel 2024. Gli Healthgrades Specialty Excellence Awards riconoscono i principali ospedali della nazione in 18 aree di cura specialistica.

Equipe di Neurochirurgia dell'Ospedale UNM
Equipe di Neurochirurgia dell'Ospedale UNM

Healthgrades ha inoltre riconosciuto l'UNM Hospital per tre risultati a 5 stelle per la neurochirurgia cranica, il trattamento dell'emorragia gastrointestinale (GI) e il trattamento dell'insufficienza respiratoria.

“Siamo onorati di ricevere queste designazioni da Healthgrades e sono davvero una testimonianza dello straordinario lavoro e della dedizione dei nostri medici e del nostro personale”.
- Kate Becker, Amministratore delegato, Ospedale UNM

"Il nostro team lavora duramente ogni giorno per garantire la migliore assistenza possibile a tutti i nostri pazienti", ha affermato Kate Becker, CEO dell'UNM Hospital. “Siamo onorati di ricevere queste designazioni da Healthgrades e sono davvero una testimonianza dello straordinario lavoro e della dedizione dei nostri medici e del nostro personale”.

L'UNM Hospital è l'unico ospedale del New Mexico a ottenere i seguenti premi da Healthgrades:

  • Il premio di eccellenza in neurochirurgia cranica nel 2024
  • Cinque stelle per il trattamento dell'insufficienza respiratoria nel 2024
  • Cinque stelle per il trattamento dell'emorragia gastrointestinale nel 2024

Healthgrades valuta gli ospedali esclusivamente in base ai risultati clinici: mortalità e complicanze aggiustate per il rischio. La valutazione ospedaliera del 2024 ha valutato la mortalità dei pazienti e i tassi di complicanze per 31 condizioni e procedure comuni in circa 4,500 ospedali a livello nazionale per identificare quelli con le migliori prestazioni.

Il team di terapia intensiva dell'UNM è stato destinatario delle cinque stelle Healthgrades per il trattamento dell'insufficienza respiratoria per quattro anni consecutivi (2021-2024).

Rohini McKee, MD, è il responsabile della qualità e della sicurezza del sistema sanitario dell'UNM. Ha detto che la qualità e la sicurezza sono qualcosa che tutti all'UNM Hospital danno priorità. McKee ha aggiunto che queste classifiche di Healthgrades sono una buona notizia per i pazienti.

"Se fossi un paziente, mi aiuterebbe a darmi un livello di fiducia nelle cure che so che riceverò all'ospedale UNM", ha detto McKee. “Non mi sorprende che abbiamo ricevuto il premio per l’insufficienza respiratoria per quattro anni consecutivi. Una delle cose che sappiamo fare meglio qui all'ospedale UNM è l'assistenza critica. Ci prendiamo cura dei pazienti più malati del nostro Stato, ci prendiamo cura dei pazienti feriti più gravemente del nostro Stato. Forniamo personale alle nostre unità di terapia intensiva (ICU) con il massimo livello di competenza: medici formati in medicina di terapia intensiva e tali unità sono dotate di personale 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX. Ciò si traduce in una migliore assistenza per i nostri pazienti”.

McKee afferma che il fatto che l'UNM Hospital abbia ricevuto una valutazione a 5 stelle per il trattamento dell'insufficienza respiratoria indica che esistono sistemi efficaci per prendersi cura dei pazienti critici quando ne hanno più bisogno.

"È uno di quegli indicatori che riguarda tutti e in realtà parla non solo di un'area o di un sistema che funziona bene, ma di una gamma più ampia di sistemi che funzionano bene", ha affermato McKee. “L’insufficienza respiratoria è qualcosa che puoi vedere nel tuo pronto soccorso, negli spazi di terapia intensiva e sul tuo pavimento. Quindi, la chiave è: lo riconosci rapidamente e reagisci, non solo rapidamente, ma nel modo giusto per massimizzare la sopravvivenza?" 

Michelle Harkins, MD, è il capo associato del Center for Adult Critical Care per il sistema sanitario dell'UNM. Il team di terapia intensiva è composto da un gruppo multidisciplinare di 50 medici e quasi 20 fornitori di pratiche avanzate certificati in particolari sottospecialità di terapia intensiva, che lavorano tutti insieme per prendersi cura dei pazienti.

“Vediamo un’ampia fascia di pazienti davvero al punto cruciale della loro vita. Sono gravemente malati, a rischio di morte", ha detto Harkins. “Gli Healthgrade parlano davvero del nostro approccio collaborativo e dei nostri processi per un’assistenza tempestiva; dall’innalzare il livello di assistenza per i pazienti che stanno peggiorando e dal lavorare insieme per migliorare i risultati dei pazienti che finiscono con insufficienza respiratoria”.

Quindi, ha detto Harkins, anche se nessuno vuole finire in terapia intensiva, essere all’ospedale UNM può fare la differenza.

 "Siamo un team multidisciplinare di persone che si prendono cura insieme del paziente, non potrò mai sottolinearlo abbastanza", ha detto Harkins. "Anche se è spaventoso essere in terapia intensiva, dico ai miei pazienti che, sebbene sia il posto peggiore in cui stare, è anche il posto migliore dove stare grazie al nostro approccio di squadra e al fatto che abbiamo davvero le risorse per prenderci cura di questi pazienti rapidamente .”

Categorie: L'impegno della comunità, Salute, Neurologia, Notizie che puoi usare, Prima pagina, Ospedale UNM