Traduci
$ {alt}
Di Michele W. Sequeira

Condividere la ricchezza

Il nuovo programma dell'UNM Cancer Center riduce l'onere dell'assistenza riunendo virtualmente i fornitori della comunità del New Mexico e gli esperti di cancro

Una diagnosi di cancro spaventa la maggior parte delle persone. Quelli al di fuori dei grandi centri abitati come Albuquerque hanno l’ulteriore preoccupazione di dover viaggiare per ricevere cure mediche tempestive e specializzate.

Ora, un nuovo programma presso il Comprehensive Cancer Center dell’Università del New Mexico mira a semplificare il processo per tutti i nuovi messicani, indipendentemente da dove vivono nello stato.

Il programma si sta attualmente concentrando sui pazienti a cui è stato diagnosticato un cancro al fegato, al pancreas o ai dotti biliari, chiamati anche tumori epato-pancreatico-biliari (HPB). Una versione di successo del programma limitata ai servizi sanitari presbiteriani è stata lanciata nel 2021 e da allora è rimasta attiva.

"Questo programma riunisce i fornitori della comunità con gli esperti di cancro HPB dell'UNM per guidare e formulare un piano personalizzato per ogni paziente specifico", afferma Itzhak Nir, MD, leader del team HPB presso l'UNM Comprehensive Cancer Center.

I tumori del fegato, del pancreas, della cistifellea e del dotto biliare possono crescere e diffondersi rapidamente e possono essere difficili da trattare, afferma Nir. Spesso questi tumori richiedono una combinazione di chemioterapia, radioterapia e intervento chirurgico. Riunire elettronicamente i fornitori per una consultazione non è un compito facile. Il processo di condivisione di file di immagini di grandi dimensioni e altre informazioni mediche rilevanti durante la chiamata deve soddisfare rigorosi standard federali di sicurezza elettronica.

 

Itzhak Nir, medico

Un facile accesso al nostro pannello multispecialistico è fondamentale per raggiungere prima una diagnosi accurata e quindi formulare il piano di cura ottimale.

- Itzak Nir, MD

Tenendo presente la sicurezza dei dati e con il forte supporto del direttore medico dell'UNM Cancer Center, Zoneddy Dayao, MD, Nir e dell'infermiere navigatore del team HPB dell'UNM Cancer Center, Lynn Saavedra, si sono rivolti al progetto ECHO (Extension for Community Health Outcomes).

Il progetto ECHO è stato perfezionato un modello di telementoring per consentire ai medici di apprendere e condividere conoscenze sulle migliori pratiche in una comunità di pratica virtuale. Nir, Saavedra e il loro team di radiologi, oncologi medici, radiologi interventisti e gastroenterologi hanno lavorato con il progetto ECHO per testare con successo il modello con i loro partner presbiteriani affermati. Ora sono pronti ad espandere il programma a tutti i fornitori di servizi oncologici in tutto lo stato.

"Stiamo fornendo l'accesso alla linea di servizi per la gestione dei tumori HPB [epatobiliari]", afferma Nir.

Spiega che i medici comunitari sono molto apprezzati perché forniscono un'ampia gamma di servizi, ma non sono sub-specializzati nel trattamento di malattie rare come i tumori HPB.

"Un facile accesso al nostro pannello multispecialistico è fondamentale per raggiungere prima una diagnosi accurata e quindi formulare il piano di cura ottimale", afferma Nir.

Nir è uno dei due chirurghi HPB nel New Mexico; l'altro è Matthew Hernandez, MD, che esercita anche presso l'UNM Cancer Center. Insieme agli esperti dell'UNM HPB in oncologia medica, radiologia diagnostica e interventistica, gastroenterologia e ricerca clinica, si incontrano ogni settimana per esaminare i casi segnalati dai fornitori della comunità.

"Il vantaggio [di questo programma HPB-ECHO] è che fornisce una piattaforma per consentire ai fornitori della comunità di condividere la nostra esperienza", afferma Nir. "Possono avvicinarsi a noi da qualsiasi località remota e avere una discussione clinica approfondita con noi."

Il vantaggio [di questo programma HPB-ECHO] è che fornisce una piattaforma per consentire ai fornitori della comunità di condividere la nostra esperienza. Possono avvicinarsi a noi da qualsiasi luogo remoto e avere una discussione clinica approfondita con noi.

- Itzak Nir, MD

E, cosa altrettanto importante, dice, non hanno bisogno di mandare prematuramente i loro pazienti all'UNM Cancer Center.

Utilizzando il modello ECHO, i fornitori della comunità possono condividere i risultati dell'imaging di un paziente, i risultati dei test di laboratorio e altre informazioni con gli esperti HPB dell'UNM Cancer Center e ottenere feedback e raccomandazioni in tempo reale. L'intero panel può concordare un piano di trattamento e indirizzare il paziente alla sottospecialità appropriata, se necessario.

Saavedra afferma che se il piano di trattamento prevede un intervento chirurgico o un trattamento radiologico interventistico o l'iscrizione a una sperimentazione clinica - tutti appuntamenti a cui il paziente deve presentarsi di persona presso l'UNM - facilita gli appuntamenti necessari per il paziente durante la riunione.

Prima che il programma HPB-ECHO fosse attuato, le persone con diagnosi di cancro HPB dovevano fissare appuntamenti da soli, inviare le immagini e i risultati di laboratorio al team HPB dell’UNM Cancer Center e quindi partecipare a una consultazione di persona.

Qualsiasi informazione mancante significava che il viaggio ad Albuquerque non era stato così fruttuoso come avrebbe potuto essere e avrebbe dovuto essere ripetuto.

Il nuovo programma alleggerisce il carico sui pazienti, afferma Saavedra. L’unico momento in cui hanno bisogno di viaggiare adesso è quando devono ricevere un trattamento che non può essere fornito nella loro stessa comunità.

L'UNM Cancer Center prevede di estendere il programma per includere altri tumori e tutti i fornitori del New Mexico.


Itzhak Nir, medico, è Professore e Primario della Divisione di Chirurgia Epato-Pancreatico-Biliare del Dipartimento di Chirurgia della Scuola di Medicina dell'UNM. Dirige il team dedicato ai tumori del fegato, del pancreas e della cistifellea presso il Comprehensive Cancer Center dell'UNM.

Lynn Saavedra, RN, MSN, OCN, è un'infermiera navigatrice e coordinatrice del programma per il team dedicato ai tumori del fegato, del pancreas e della cistifellea presso il Comprehensive Cancer Center dell'UNM.

Oltre a Nir e Saavedra, il pannello multidisciplinare epato-pancreatico-biliare (HPB) comprende gli oncologi medici Ursa Brown-Glaberman, MD, ed Erika Maestas, MD; oncologo chirurgico Matthew Hernandez, MD; il radiologo Steven Eberhardt, MD; il radiologo interventista Christopher Gutjahr, MD; e il gastroenterologo Gulshan Parasher, MD.

###

UNM Centro completo per il cancro

L'University of New Mexico Comprehensive Cancer Center è il Cancer Center ufficiale del New Mexico e l'unico Cancer Center designato dal National Cancer Institute in un raggio di 500 miglia.

I suoi oltre 120 medici specializzati in oncologia certificati dal consiglio includono chirurghi oncologici in ogni specialità (tumori addominali, toracici, ossei e dei tessuti molli, neurochirurgia, genitourinario, ginecologia e tumori della testa e del collo), ematologi/oncologi medici adulti e pediatrici, oncologi ginecologici, e radioterapisti. Insieme a oltre 600 altri professionisti sanitari oncologici (infermieri, farmacisti, nutrizionisti, navigatori, psicologi e assistenti sociali), forniscono cure al 65% dei malati di cancro del New Mexico in tutto lo stato e collaborano con i sistemi sanitari della comunità in tutto lo stato per fornire cura del cancro più vicino a casa. Hanno curato circa 14,000 pazienti in circa 100,000 visite ambulatoriali oltre ai ricoveri ospedalieri presso l'UNM Hospital.

Un totale di quasi 400 pazienti hanno partecipato a studi clinici sul cancro testando nuovi trattamenti contro il cancro che includono test di nuove strategie di prevenzione del cancro e sequenziamento del genoma del cancro.

Gli oltre 100 ricercatori sul cancro affiliati all'UNMCCC hanno ricevuto 35.7 milioni di dollari in sovvenzioni federali e private e contratti per progetti di ricerca sul cancro. Dal 2015 hanno pubblicato quasi 1000 manoscritti e, promuovendo lo sviluppo economico, hanno depositato 136 nuovi brevetti e lanciato 10 nuove start-up di biotecnologie.

Infine, i medici, gli scienziati e il personale hanno fornito esperienze di istruzione e formazione a più di 500 studenti delle scuole superiori, universitari, laureati e post-dottorato nella ricerca sul cancro e nell'assistenza sanitaria sul cancro.

Categorie: Centro oncologico completo