Traduci
Cinque coetanei si siedono a un tavolo all'aperto per pranzare insieme
Di Elizabeth Sandlin

Impegno dei dipendenti

Quadro delle questioni generali del chirurgo degli Stati Uniti per la salute mentale e il benessere sul posto di lavoro

Il chirurgo generale statunitense Vivek Murthy ha recentemente rilasciato il suo Quadro per la salute mentale e il benessere sul posto di lavoro, sottolineando la connessione tra il benessere dei lavoratori e la salute delle organizzazioni.

Il quadro è un valido argomento per dare la priorità al benessere dei dipendenti, stabilendo cinque elementi essenziali per aiutare i luoghi di lavoro a diventare motori di benessere, fornendo ai dipendenti le risorse e di cui hanno bisogno per prosperare.

 

Elizabeth Lawrence, dottore in medicina
Il chirurgo generale in realtà non emette molti avvisi, quindi è un grosso problema che il chirurgo generale abbia rilasciato un avviso su questo
- Elizabeth Lawrence, MD

"Il chirurgo generale in realtà non emette molti consigli", afferma Elizabeth Lawrence, MD, chief wellness officer presso la University of New Mexico School of Medicine. “Quindi, è un grosso problema che il chirurgo generale abbia rilasciato un avviso su questo. In base alla progettazione, è stato rilasciato contemporaneamente al Piano della National Academy of Medicine per il benessere del personale sanitario, e i principi sono molto simili.

Mentre il quadro affronta le esigenze del posto di lavoro che erano presenti prima della pandemia di COVID-19, Murthy riconosce che insieme alle sfide senza precedenti che tutti hanno dovuto affrontare da marzo 2020, c'è "un'opportunità senza precedenti per esaminare il ruolo del lavoro nelle nostre vite ed esplorare modi per consentire a tutti i lavoratori di prosperare sul posto di lavoro e oltre".

Incentrato sulla voce e l'equità dei lavoratori, il framework copre cinque elementi essenziali per aiutare i luoghi di lavoro a diventare motori di benessere, fornendo ai dipendenti le risorse e il supporto di cui hanno bisogno per prosperare. 

I cinque elementi essenziali sono protezione dai danni, armonia tra lavoro e vita privata, importanza sul lavoro, connessione e comunità e opportunità di crescita. Questo grafico fornisce una breve panoramica di ciò che ciascuna di queste aree comporta.

Il sito Web interattivo è progettato per stimolare i datori di lavoro all'azione, offrendo non solo il rapporto approfondito, ma anche Domande di riflessione per ogni essenziale, e a Pagina delle risorse che include esempi su come organizzazioni come Kent State University e 9-1-1 Dispatchers stanno iniziando a implementare il framework.

Secondo il quadro del Surgeon General, i lavoratori stanno lottando a livello internazionale e le condizioni stanno peggiorando anziché migliorare.

In tutto il mondo, i lavoratori hanno riferito di sentirsi più stressati nel 2021 rispetto al 2020. In un sondaggio separato del 2021 condotto su 1,500 lavoratori adulti statunitensi in tutti i settori (a scopo di lucro, senza scopo di lucro e governativo), il 76% degli intervistati ha riportato almeno un sintomo di un condizione di salute mentale, con un aumento di 17 punti percentuali in soli due anni.

Sebbene la pandemia non abbia creato queste condizioni di lavoro, ne ha peggiorate molte. Quando la vita e il lavoro sono crollati l'uno nell'altro e il lavoro si è spostato in un ambiente virtuale, è diventato più difficile decomprimersi a causa del costante accesso al lavoro. Potrebbe essere conveniente in termini di spostamenti ed evitare virus contagiosi, ma un'eccessiva fusione di ambienti di lavoro e domestici può essere dannosa per le famiglie.

"È importante tenere conto degli impatti sulla salute dei bambini", afferma Kristina Sowar, MD, professore associato presso il Dipartimento di psichiatria e scienze comportamentali dell'UNM. "Per bambini e adolescenti, COVID ha avuto un impatto significativo sulla loro salute mentale, che ha un effetto a catena sulle famiglie”.

Inoltre, secondo gli studi citati nel quadro, i tassi di ansia, depressione, isolamento sociale, esaurimento del lavoro e insicurezza legati a cibo, alloggio e reddito sono aumentati tra marzo 2020 e metà del 2022.

Grafica Workplace Framework rilasciata dal Surgeon General per aiutare la salute mentale sul posto di lavoro
Quadro sul posto di lavoro

 

Alcune altre statistiche crude incluse sono che quasi l'80% dei lavoratori riferisce che lo stress sul posto di lavoro influisce sui loro rapporti con amici, familiari e colleghi e solo il 38% di coloro che conoscono i servizi di salute mentale della propria organizzazione si sentirebbe a proprio agio nell'usarli.

"Stiamo iniziando a comprendere meglio cosa significano veramente questi cinque elementi per i lavoratori", afferma Sowar. "In che modo queste diverse dimensioni forniscono alle persone un'ancora per sentirsi bene sul posto di lavoro".

Il quadro prende concetti come "equilibrio tra lavoro e vita privata" e li eleva a cose come l'armonia tra lavoro e vita privata, che va oltre il principio di base di dare uguale priorità alle esigenze del nostro lavoro e della nostra vita personale, concentrandosi invece sulla nostra capacità di integrare con successo lavoro e richieste non lavorative e come tale armonia sia subordinata all'autonomia e alla flessibilità di un lavoratore.

“Con il concetto di armonia (introdotto),” dice Sowar, “non si tratta di avere un determinato numero di ore dentro o fuori dal lavoro. Invece, la flessibilità è la chiave. Gli studi indicano che la flessibilità è più importante per i lavoratori rispetto al loro numero totale di ore di lavoro. Avere l'opportunità di prendersi un congedo e rilassarsi quando ne hanno bisogno, avere quel limite di potersi davvero chiudere quando sono fuori dal lavoro - quando quei pezzi non sono presenti, contribuisce al burnout e alle persone che si sentono come se non lo fossero non hanno il controllo sulle loro vite.

Facendo eco al quadro, sia Lawrence che Sowar sottolineano che è importante che i leader sostengano la destigmatizzazione della ricerca di cure per la salute mentale e coinvolgano i lavoratori nelle decisioni sul posto di lavoro.

"Come diceva un mio collega, 'Niente su di me senza di me'", dice Lawrence. "I leader devono davvero imitare e condividere le proprie esperienze (con la ricerca di cure), sia che si tratti di "Vedevo il mio terapista una volta al mese e ora è una volta alla settimana" o anche "Ero davvero esausto e avevo bisogno prendersi una settimana di ferie». Per normalizzare queste conversazioni, per normalizzare il prendersi del tempo libero, per dire: "Mi mancherò all'incontro di venerdì pomeriggio perché ho una colonscopia". Altrimenti devi nascondere che sei una persona che ha dei bisogni. Dobbiamo imitare l'accettazione del fatto che siamo tutti esseri umani con bisogni.

I cinque elementi essenziali coesistono nel quadro per un motivo. Non sono componenti che possono essere affrontati in silos, ma devono essere esaminati come parti di un insieme coeso.

"Promuovere attivamente un ambiente inclusivo, parlare di sicurezza psicologica, rendere queste conversazioni più aperte è fondamentale", afferma Sowar. “Brainstorming su come le persone possono sentirsi come se avessero più controllo sul proprio lavoro e sulla propria vita. Capire, anche in team, come fornire supporto sulla copertura e rendere meno stigmatizzato il prendere spazio per cose al di fuori del lavoro.

Trasformare i nostri luoghi di lavoro in spazi che nutrono e sostengono il benessere dei lavoratori non può essere fatto senza un'attenzione particolare alla diversità, all'equità, all'inclusione e all'accessibilità (DEIA).

Quando si tratta di DEIA, Sowar afferma: “Se non è esplicitamente evidenziato e reso una priorità, come si modificano le pratiche organizzative per onorarlo? Come fornirete ulteriore supporto a coloro che sono sottorappresentati o emarginati nella forza lavoro? Le basi non bastano più, dobbiamo andare oltre".

Categorie: Impegno della comunità, salute, Notizie che puoi usare, Prima pagina