Traduci
BHM
Di Rebecca Roybal Jones

Traguardi medici

UNM Health Sciences osserva il mese della storia nera

Il dottor James McCune Smith è stato il primo afroamericano per conseguire una laurea in medicina nel 1837 presso l'Università di Glasgow, in un'epoca in cui agli afroamericani non era permesso frequentare la scuola di medicina negli Stati Uniti.

Mary Eliza Mahoney è stata la prima infermiera professionista afroamericana a laurearsi in un programma infermieristico nel 1879 presso il New England Hospital for Women and Children.

Nel 1868 fu fondata la Howard University Medical School con lo scopo di educare e formare medici neri.

Il Black History Month è un momento per riflettere sul passato e vedere come migliorare i risultati futuri, afferma Deion Ellis, uno studente di medicina del quarto anno presso la University of New Mexico School of Medicine. Fa parte del comitato che organizza gli eventi del Black History Month nel campus di Scienze della salute.

"Il Black History Month è ovviamente un momento per riconoscere i sacrifici, i contributi e i risultati degli afroamericani negli Stati Uniti e in tutto il mondo", afferma Ellis. "Ma penso che sia anche il momento di fermarsi e riflettere sui nostri pregiudizi, stereotipi, eventuali lacune nelle conoscenze che abbiamo e sulle relazioni che abbiamo tra razze diverse in generale".

Ellis, che sta perseguendo una specializzazione in medicina fisica e riabilitazione ed è presidente della sezione UNM della Student National Medical Association, dice di sperare che l'equità razziale e la giustizia sociale siano in prima linea nella discussione e nel cambiamento e che la diversità si rifletta nella comunità medica – che i medici riflettano la popolazione che servono.

"Abbiamo fatto molta strada", dice Ellis. “E penso che abbiamo ancora una buona strada da percorrere. Quello che spero che le persone portino via dal Black History Month è come guardare al passato e apprezzare i contributi, riflettere sull'ora e poi guardare al futuro per vedere cosa possiamo fare per migliorarlo".

Gli eventi del Black History Month prendono il via mercoledì 9 febbraio per il campus UNM Health Sciences. Vari eventi si svolgeranno durante il mese, inclusa una tavola rotonda sulla comprensione delle microaggressioni, una presentazione sul miglioramento dell'esplorazione della carriera e altri eventi, come Black Serata di curiosità sulla storia con premi in palio. Vedere la pagina web del mese della storia nera per dettagli e per registrarsi.

Le piattaforme di social media HSC presenteranno importanti afroamericani in medicina.

"L'obiettivo è informare gli studenti dei pionieri afroamericani nel campo medico ed evidenziare parte di quella storia meravigliosa e ricca, che, secondo me, non viene insegnata molto", afferma Ellis.

McCune Smith, un pioniere nero della medicina, è una delle ispirazioni di Ellis per voler diventare un medico, dice.

"Penso che i pionieri, in generale, gettino le basi affinché le generazioni future facciano un ulteriore passo avanti", afferma Ellis. "Penso che se dovessi tornare indietro nella storia - ammesso che la percentuale sia piccola -, tuttavia, avere una percentuale di afroamericani in medicina in generale è piuttosto rivoluzionario. E vedo che questo continua a crescere”.

Attraverso il suo coinvolgimento in SNMA, Ellis ha incontrato molti studenti che la pensano allo stesso modo che vogliono migliorare l'assistenza sanitaria per tutte le popolazioni.

"Sembra che molte persone si preoccupino di far progredire la diversità della medicina e di rendere la popolazione dei medici più rappresentativa o in linea con la popolazione dei pazienti", afferma.

Deion Ellis
L'obiettivo è informare gli studenti dei pionieri afroamericani nel campo medico ed evidenziare parte di quella storia meravigliosa e ricca, che, secondo me, non viene insegnata molto.
- Deion Ellis, Studente di medicina
Categorie: L'impegno della comunità, Diversità, Istruzione, Salute, Notizie che puoi usare, Research, Facoltà di Medicina, Prima pagina