Traduci
Cardiologo guardando la scansione del cuore
di Michael Haederle

Heart of the Matter

Il cardiologo interventista UNM lancia il programma di sostituzione della valvola aortica transcatetere

Da decenni, il miglior trattamento per la stenosi aortica – un restringimento della valvola aortica che priva il cuore di sangue – è stato un intervento a cielo aperto per inserire una valvola sostitutiva, che ha richiesto l'uso di una macchina cuore-polmone e tempi di recupero prolungati.

Ma più recentemente, una procedura minimamente invasiva – la sostituzione della valvola aortica transcatetere (TAVR) – fa uscire i pazienti dall'ospedale e rimetterli in piedi molto prima.

Il cardiologo interventista Nestor Mercado, MD, PhD, direttore medico dell'Università del New Mexico Structural Heart Program, ha eseguito la procedura, che richiede solo una piccola incisione all'inguine, negli ultimi sei mesi. 

"Riteniamo che sia un trattamento di grande beneficio per i nostri pazienti qui all'UNM", afferma Mercado, che esegue la procedura con il chirurgo cardiotoracico Daniel Maoz-Metzl, MD.

 

Nestore Mercardo, MD
[TAVR è] praticamente lo standard di cura per il trattamento dei pazienti con stenosi aortica
- Nestore Mercardo, MD

"È praticamente lo standard di cura per il trattamento dei pazienti con stenosi aortica", dice. “I risultati sono comparabili se non migliori della chirurgia a cuore aperto e il recupero è molto più veloce. Include una degenza ospedaliera molto breve”.

La procedura, che richiede circa un'ora, prevede l'inserimento di un catetere attraverso i vasi sanguigni fino al cuore, dove viene posizionata la valvola sostitutiva. "Si chiama intervento cardiaco strutturale minimamente invasivo", afferma Mercado.

Le prime valvole TAVR sono state introdotte circa 10 anni fa, afferma, aggiungendo che con una nuova generazione di dispositivi, l'approccio ha raccolto un buon record di sicurezza e ora rappresentano circa il 90% delle sostituzioni di valvole aortiche negli Stati Uniti.

"Quello che sappiamo in questo momento è che il dispositivo funziona bene fino a circa 10 anni di follow-up, che era la coorte originale di pazienti in cui è stato utilizzato il dispositivo", afferma Mercado.

La stenosi aortica è più comune nelle persone anziane e colpisce circa il 4% delle persone di età superiore ai 75 anni. Con l'età, i lembi della valvola aortica, normalmente flessibili, si calcificano lentamente, afferma Jim Blankenship, MD, capo ad interim della divisione UNM di Cardiologia, che la paragona a una porta dai cardini arrugginiti.

"Si trasforma da una struttura molto mobile in una struttura molto rigida, come una roccia", dice. Con meno sangue che scorre attraverso il cuore, le persone sperimentano una varietà di sintomi, tra cui dolore al petto e mancanza di respiro legati all'insufficienza cardiaca congestizia. Sono anche più inclini a svenire.

Le procedure TAVR sono preferibili per i pazienti che altrimenti sarebbero troppo malati per sottoporsi a un intervento chirurgico a cuore aperto, afferma, aggiungendo che la tradizionale chirurgia a cuore aperto richiede sei mesi di tempo di recupero per consentire allo sterno di guarire completamente.

Poiché la nuova valvola ripristina istantaneamente il normale flusso sanguigno al cuore, i pazienti di solito si sentono meglio non appena si svegliano dall'anestesia dopo la procedura e vengono dimessi dall'ospedale dopo l'osservazione notturna, afferma Judy Mondragon, RN, responsabile del programma di cardiologia.

"Li incoraggiamo a iniziare a camminare", afferma Mondragon, che ricorda un paziente anziano che è svenuto mentre tirava fuori le mazze da golf dalla sua auto ed era ansioso di riprendere a giocare dopo essersi sottoposto a TAVR. "Era fuori sui collegamenti in tre settimane."

Categorie: Salute, Notizie che puoi usare, Research, Facoltà di Medicina, Prima pagina