Traduci
Persone che parlano con qualcuno su una sedia a rotelle
Di Rebecca Roybal Jones

Mese del patrimonio della disabilità

HSC Office for Diversity, Equity & Inclusion offre presentazioni online

Il Disability Heritage Month, la prima celebrazione del suo genere presso l'Università del New Mexico Health Sciences Center (HSC), presenterà tre presentazioni virtuali a partire da giovedì 21 ottobre.

Ingrid Hendrix, MLISSi chiama il nome nazionale ufficiale del mese di sensibilizzazione sulla disabilità Mese di sensibilizzazione sull'occupazione in caso di disabilità. Gli HSC Ufficio per la diversità, l'equità e l'inclusione (DEI) ha deciso di abbracciare un significato più ampio di consapevolezza della disabilità chiamandolo Disability Heritage Month, afferma Ingrid Hendrix, MLIS, capo della divisione per la ricerca, l'istruzione e i servizi clinici presso Biblioteca di scienze della salute e centro informatico.

Hendrix ha lavorato per UNM per 20 anni ed è membro dell'Inclusion Excellence Council (IEC) del DEI, che sta organizzando tre presentazioni online per il Disability Heritage Month.

Le presentazioni virtuali dovrebbero iniziare con "Disability Culture" il 21 ottobre a mezzogiorno.

Gli altri due sono: "Integrazione della disabilità nei curricula laureati in scienze della salute: tre prospettive" il 26 ottobre alle 5:19 e "Esperienze lavorative delle persone con disabilità durante COVID-19 basate sul rapporto post-azione: COVID-28 e disabilità ” il XNUMX ottobre a mezzogiorno.

Tutte le presentazioni sono aperte al pubblico. Per registrarsi e per maggiori informazioni visita il Pagina web del mese del patrimonio della disabilità.

Hendrix, che utilizza una sedia a rotelle motorizzata, ha tenuto un corso negli ultimi anni a studenti di medicina, infermieristica e terapia occupazionale sulla cura delle persone con disabilità e su come interagire con le persone con disabilità. Dice che le persone si sentono a proprio agio nel farle domande a causa della sua disabilità visibile, anche se, aggiunge, alcune disabilità sono invisibili.

"Sono stato molto interessato a sostenere le persone con disabilità, non solo i pazienti ma anche gli studenti che stavano entrando nelle professioni sanitarie o nelle professioni sanitarie", afferma Hendrix.

Una sessione vedrà la partecipazione di Hendrix, Eric Kruger, un assistente professore nella Divisione di Terapia Fisica, e Cori Poffenberger, MD, un assistente professore nel Dipartimento di Medicina d'Emergenza che recentemente è arrivato alla UNM dalla Stanford University, che ha un solido curriculum sulle persone con disabilità. Durante la presentazione parleranno dell'integrazione dell'educazione sulla disabilità in classe, afferma Hendrix.

I luoghi di lavoro dovrebbero riflettere la popolazione che stanno servendo, e un'altra presentazione, "Cultura della disabilità", riguarda il modo in cui la disabilità diventa una cultura attraverso l'interazione individuale.

"La maggior parte delle persone non pensa che le persone con disabilità abbiano una cultura, perché di solito accade a un individuo, come se fosse coinvolto in un incidente d'auto o qualcosa del genere, e quindi non è proprio come (una cultura etnica)" Hendrix dice. "Ma le persone con disabilità si connettono davvero tra loro e abbiamo costruito una forte identità culturale".

La disabilità è la "D" silenziosa nella diversità, aggiunge. “C'è stato molto poco in relazione alle persone con disabilità in nessuno di questi tipi di conversazioni. Quindi, sono entusiasta che questo fosse sul radar dell'IEC per mettere insieme questo e avere qualcosa relativo alla disabilità, e penso che andando avanti, faremo questo tipo di celebrazione che, si spera, negli anni futuri, possiamo avere ancora più programmazione. "

Le persone possono sperimentare la disabilità in qualsiasi momento della loro vita, sia che si tratti di un braccio rotto o di qualcosa di più serio, dice Hendrix.

"Penso che sia importante che le persone capiscano che è solo una parte della vita, e più a lungo vivi, più è probabile che tu abbia qualche tipo di disabilità", dice. “Non è qualcosa di cui essere imbarazzati. Le persone non ne vogliono parlare o si sentono a disagio. Penso che più sarà visibile e più le persone ne parleranno e si sentiranno a proprio agio con esso, più sarà inclusivo”.

La terza presentazione sarà caratterizzata da una tavola rotonda guidata da Lisa McNiven, una specialista in disabilità con il Commissione del governatore sulla disabilità.

Per coloro che non sono in grado di sintonizzarsi sulle presentazioni, è comunque possibile fare la differenza, afferma Hendrix.

"Una delle cose più importanti per me è trattare le persone con disabilità come tutti gli altri", dice. “Penso che una delle cose in cui mi imbatto spesso sia che le persone si sentono a disagio ea disagio e non sanno cosa dire o dove guardare, quindi ti ignorano. Siamo come te, facciamo le cose in modo un po' diverso".

Hendrix suggerisce alcuni modi aggiuntivi per onorare le persone con disabilità:

  • Non parcheggiare in un posto riservato a una persona disabile.
  • Non accarezzare cani di servizio.
  • Avvocato per l'accessibilità alle imprese. Ad esempio, se c'è un ristorante che ti piace e non è accessibile in sedia a rotelle, parla con la direzione per cambiarlo.
Categorie: Impegno della comunità, diversità, istruzione, Facoltà di Medicina, Prima pagina