Traduci
Un tramonto nebbioso
di Cindy Foster

Foschia malsana

Un ricercatore dell'UNM spiega come il fumo degli incendi può danneggiare i polmoni

Attenzione: la foschia degli incendi in Occidente di questa estate ha creato giorni in cui il paesaggio ha assunto una dimensione fantascientifica e quel fumo che riempie i cieli del New Mexico arriva con materiali tossici che possono colpire anche le persone sane, secondo Matt Campen, PhD, professore di Scienze farmaceutiche presso l'UNM College di Farmacia.

"Le persone generalmente non apprezzano gli effetti immediati ea lungo termine dell'inalazione del fumo degli incendi", afferma. "Il tipo di tempo che abbiamo visto in alcuni giorni quest'estate può sicuramente portare anche persone sane a sviluppare sintomi come congestione toracica e costrizione delle vie aeree".

Un certo numero di variabili entrano in gioco quando il fumo percorre le distanze che i New Mexico hanno visto durante gli incendi di questa estate, dice. L'aria la maggior parte dei giorni con una foschia significativa è stata classificata come un avvertimento "giallo", che richiede alle persone sensibili di rimanere all'interno. Diversi giorni, tuttavia, sono stati segnalati come "Rossi", dove l'aria è considerata malsana per tutti.

"Non sappiamo tutto di queste particelle, ma sappiamo che non è solo il fumo delle foreste in fiamme, ma anche le strutture e le auto che vengono bruciate", afferma Campen. "Questi particolati hanno viaggiato in tutto il paese e sono stati esposti alla luce solare, che sappiamo può cambiare la chimica del particolato in modi che ancora non comprendiamo".

Le giornate malsane possono colpire anche le persone che normalmente non hanno difficoltà respiratorie e le persone possono reagire all'esposizione al fumo di legna per più di una settimana dopo l'evento, afferma Campen.

"È già abbastanza difficile che i polmoni rimangano puliti quando sei sano", dice. “In questi giorni, anche le persone sane possono avere più muco e tosse. Se hai già l'asma o la BPCO, è molto probabile che l'aria possa scatenare un attacco d'asma o un'esacerbazione.

Quando l'aria entra nei polmoni, attraversa un labirinto di tubi sempre più piccoli fino a raggiungere minuscole sacche chiamate alveoli. Le cellule che rivestono queste sacche sono responsabili dello scambio di ossigeno e anidride carbonica all'interno del corpo. Sono molto piccoli, ma i polmoni ne contengono centinaia di milioni.

 "I tuoi polmoni hanno una superficie davvero elevata a causa di tutte le minuscole sacche alveolari al loro interno", afferma Campen.

Se si potesse appiattire quella superficie, si rivelerebbe una superficie polmonare delle dimensioni di un campo da tennis, dice.

"La superficie è enorme, quindi immagina tutta la polvere di questo fumo che si deposita su quelle superfici", dice.

Il compito di pulire l'area polmonare è lasciato a cellule specializzate chiamate macrofagi, che identificano e distruggono gli agenti patogeni, ma non sono abituati a combattere il pesante assalto di tossine che il fumo di legna può portare nei polmoni, secondo Campen.  

"È come avere un quarto di tazza di macrofagi da sparpagliare e ripulire quel campo da tennis", dice.

A lungo termine, l'inquinamento può avere un impatto sui polmoni in diversi modi. E Campen non vede la minaccia diminuire in tempi brevi.

 “Penso che per 10-XNUMX anni possiamo aspettarci che si verifichino sempre più incendi boschivi. Quello che stiamo vedendo ora non è la fine della storia", dice.

“Non devi nemmeno mettere il cambiamento climatico nell'equazione. Siamo nel bel mezzo di siccità storiche e a ciò si possono aggiungere le richieste poste alla California di produrre cibo e il modo in cui ciò sta influenzando l'approvvigionamento idrico disponibile”, aggiunge. "Questi sono problemi complicati e non vedo alcun cambiamento nei prossimi anni che comporterebbe un minor numero di incendi boschivi più piccoli".

 

Matteo Campen, PhD

Le persone generalmente non apprezzano gli effetti immediati e a lungo termine dell'inalazione del fumo degli incendi.

- Matteo Campen, Dottorato

Suggerimenti per stare al sicuro nei giorni di fumo intenso di incendi boschivi

Ci sono modi per aiutare a mitigare i danni che possono essere causati dall'inalazione del fumo degli incendi di quest'anno.

Ma prima le cattive notizie. Quella maschera che hai indossato per proteggerti dal COVID potrebbe non essere sufficiente per tenerti al sicuro dagli effetti negativi del fumo di legna e incendi, secondo Campen.

Hai bisogno di una maschera, ma non va bene una maschera qualsiasi. Le particelle di fumo degli incendi sono molto più piccole di un virus, quindi acquista una maschera N95 o N99 per proteggere il polmone da particelle dannose, dice.

"La maggior parte delle persone non si rende conto che la maschera che indossi per il COVID serve a prevenire la diffusione della malattia che potrebbe derivare dal respiro esalato", afferma Campen. "Se starnutisci, quella maschera, che sia chirurgica o di stoffa, può ridurre la diffusione delle goccioline da sei piedi fino a due piedi".

Ma una dinamica diversa è in gioco quando si indossa una maschera per proteggersi dal fumo degli incendi, dice.

“Le particelle di fuoco di legno sono molto più piccole di quelle di un virus – più piccole di un micron, in generale – e hanno viaggiato per migliaia di chilometri. Sappiamo che possono esserci tutti i tipi di sostanze chimiche attaccate a quelle particelle di fumo e sappiamo che i raggi UV del sole possono modificare gli attributi di un particolato, quindi è necessaria una maschera efficiente", afferma.

E le cattive notizie non finiscono qui.

"Alcune delle informazioni su come evitare al meglio l'esposizione al fumo di legna sono in conflitto direttamente con il COVID", afferma.

"Ad esempio, i refrigeratori di palude possono peggiorare le cose, dal momento che porteranno il particolato di fumo in una casa", afferma.

“Idealmente – invece di stare a casa con un refrigeratore di palude, raccomanderemmo di trascorrere del tempo in un centro commerciale o in un teatro con aria condizionata per stare freschi e respirare aria filtrata, ma con l'aumento dei casi di COVID, tali raccomandazioni devono tenere conto del distanziamento sociale per la salute, " lui dice.

Quando dovresti cercare assistenza medica?

"Se hai conosciuto una malattia polmonare, dovresti conoscere i tuoi sintomi, dovresti sapere quando ti senti male e sei stato esposto", dice. “Certo, non esitate a contattare il vostro medico. Se hai farmaci e puoi controllarli, allora dovresti essere a posto".

Se le allerte meteorologiche diventano rosse e la foschia è drammatica, come l'area di Albuquerque ha sperimentato all'inizio di questo mese, allora vedrai sicuramente le persone che si presentano al pronto soccorso e agli ospedali.

“I giorni 'gialli' possono causare un peggioramento di malattie polmonari come asma, BPCO e bronchite. I giorni "rossi" possono colpire anche le persone generalmente sane", afferma.

"Con quel tipo di tempo vedrai sicuramente persone che non hanno mai pensato di essere sensibili iniziare ad avere sintomi, possibilmente con congestione toracica e costrizione delle vie aeree", afferma Campen.

“Vediamo un effetto di ritardo. Ci saranno ricoveri al pronto soccorso per tre-cinque giorni dopo un evento del genere", dice. "Le persone avranno effetti per tutta la settimana da quel tipo di esposizione".

Ecco alcuni suggerimenti per mitigare l'esposizione al fumo degli incendi:

  • Indossa una maschera premium, come un N-95 o N-99, se hai bisogno di uscire.
  • Evita l'esercizio all'aperto: non vuoi respirare pesantemente e aspirare aria ancora più tossica.
  • Stai dentro.
  • Evita di usare il tuo refrigeratore di palude e cerca spazi climatizzati quando fa caldo.
  • Conosci i tuoi sintomi e prendi i farmaci quando necessario.
  • Rivolgiti a un medico se inizi ad avere problemi di respirazione.
  • Ricorda che può esserci un ritardo fino a una settimana dopo l'esposizione prima che si manifestino i sintomi.
Categorie: College of Pharmacy, Impegno della comunità, Salute, Notizie che puoi usare, Research, Prima pagina