Traduci
Lynsey Pinto
Di Rebecca Roybal Jones

Laureato in ispirazione: Lynsey Pinto

Lynsey Pinto ha trovato la sua vocazione nel College of Population Health

Stare lontano dalla famiglia, perdere un'amata nonna a causa del COVID-19 e trovare il suo posto nella più grande università dello stato sono tra le tante sfide che Lynsey Pinto, 22 anni, ha dovuto affrontare durante i suoi anni di laurea.

Grazie alla sua perseveranza e al sostegno della sua famiglia, Pinto si laureerà a maggio con una laurea in scienze presso il College of Population Health dell'Università del New Mexico. Si è doppiamente laureata in salute della popolazione e scienze politiche.

Spera che la sua nuova istruzione la conduca a una carriera nella salute della comunità che migliori la vita delle persone che vivono nella Navajo Nation.

Pinto, che è cresciuta a Fruitland, una piccola città nel nord-ovest del New Mexico, afferma che migliorare l'assistenza sanitaria e sostenere la giustizia sociale sono diventate la sua passione durante il suo periodo alla UNM.   

Tammy Thomas, direttore dell'istruzione universitaria per il College of Population Health, che considera Pinto un laureato stimolante, afferma che quest'anno Pinto ha frequentato due delle sue lezioni. 

"È incredibilmente dedita alla sua educazione e così premurosa in tutto ciò che fa", dice Thomas. “So che avrà un futuro brillante. Farà grandi cose nella comunità”.

 

Lynsey Pinto
Credi davvero che hai il diritto di essere qui, che hai lavorato davvero duramente per arrivare qui, e stai lavorando davvero duramente per rimanere qui, e anche se non è sempre visto dalle persone intorno a te
- Lynsey Pinto

Pinto ricorda di doversi recare nelle cliniche del Servizio sanitario indiano ogni volta che lei o un membro della famiglia era malato, e trovavano che le visite fossero una seccatura sgradita.

"Era importante per me (imparare a) in qualche modo aggiustare quella connessione o semplicemente aggiustare il rapporto che la mia famiglia aveva con l'assistenza sanitaria, rendendo possibile a tutti di avere una buona salute e solo migliorare il proprio benessere", dice.

Le profonde radici familiari e le connessioni di Pinto, in particolare con le sue nonne, le hanno dato una solida base, dice. Quindi, quando la Navajo Nation era in isolamento a causa della pandemia, ha trovato davvero difficile stare lontano da casa. E poi ha perso la nonna paterna a causa del COVID-19.

"L'amore che ha condiviso per noi era tutto, e credo che sia collegato alla salute e al benessere della popolazione in generale", afferma Pinto.

Non sarebbe dove è oggi, dice, senza il sostegno della famiglia e degli amici. "Qualcosa che tutti dovrebbero avere è un buon sistema di supporto sociale", dice.

"I miei genitori sono più dietro le quinte, ma hanno avuto un ruolo importante nel portarmi qui in modo che potessi concentrarmi, senza mai dovermi preoccupare di un posto dove stare o di mangiare", dice Pinto. “I sacrifici che hanno fatto per me è tutto. L'amore che hanno per me (è tutto). Sono così grato per loro".

Quando Pinto è arrivata ad Albuquerque, ha vissuto a dir poco uno shock culturale completo. Si chiese se si sarebbe mai adattata, se avrebbe mai trovato il suo posto in un'istituzione del genere.

"All'inizio, mi sono tirata indietro", ricorda. “Non volevo essere notato. Era così nuovo per me. Qualcosa che ho dovuto superare è solo rendermi conto che sono degno di occupare questi spazi e che appartengo a questo posto e che ho lavorato davvero duramente per venire qui".

Il suo consiglio agli studenti che potrebbero essere in difficoltà o che si chiedono se dovrebbero arrendersi: "Confida davvero che hai il diritto di essere qui, che hai lavorato davvero duramente per arrivare qui, e stai lavorando davvero duramente per rimanere qui, e anche se non è sempre visto dalle persone intorno a te, confida nel valore che dai al tuo contributo”.

Categorie: Collegio di salute della popolazione, Diversità, Educazione, Prima pagina