Traduci
${alt}
di Jeff Tucker

Ci vuole una squadra

Opportunità di collaborazione hanno attratto la dott.ssa Cherie Hayostek alla Radiation Oncology e all'UNM Comprehensive Cancer Center

Ci vuole una squadra per curare il cancro.

Questo approccio è stato ciò che ha attratto Cherie Hayostek, MD, all'oncologia delle radiazioni 28 anni fa. 

A ottobre, è entrata a far parte del team del Comprehensive Cancer Center dell'Università del New Mexico dopo aver lavorato a stretto contatto con i medici dell'UNM Cancer Center come radioterapista a Las Cruces.

"Ci sono chirurghi davvero forti e un ambiente cooperativo", ha detto Hayostek. "Hanno lavorato con me come medico esterno e mi è piaciuto molto quell'approccio di squadra".

Hayostek ha lavorato per il Memorial Medical Center di Las Cruces dal 2008 al 2019 e ha contribuito a guidare il progetto di espansione multimilionario dell'ospedale per offrire più cure contro il cancro.

Ha visto spesso pazienti che hanno subito un intervento chirurgico all'UNM Cancer Center e è tornata a casa a Las Cruces per il trattamento di follow-up, e talvolta mandava i suoi pazienti al Cancer Center per le cure.

Essere in grado di coordinare il trattamento e lavorare con altri medici per fornire la migliore assistenza ai suoi pazienti è ciò che ha portato Hayostek all'UNM Cancer Center.

Ha sempre avuto un interesse per l'oncologia, ma è stato solo dopo una rotazione alla Mayo Clinic durante la scuola di medicina che ha scoperto un interesse per l'oncologia delle radiazioni.

"Dico sempre che è stato allora che ho visto la luce", ha detto. “Non avevo mai pensato all'oncologia delle radiazioni fino a quella rotazione, e quello che mi è piaciuto è che abbiamo davvero avuto modo di conoscere i nostri pazienti. Li abbiamo seguiti durante tutti i loro trattamenti e c'erano molti aspetti tecnici. Devi conoscere la fisica. Lavoriamo con i computer. Facciamo un sacco di cose tecniche, così come la cura del paziente”.

Hayostek ha conseguito la laurea in scienze della medicina e la laurea in medicina presso la University of South Dakota School of Medicine, a Vermillion, SD. Si è laureata magna cum laude presso la scuola di medicina nel 1987.

Ha completato uno stage presso il McKennan Hospital di Sioux Falls, SD, dal 1987 al 1988 prima della sua residenza presso la Mayo Clinic a Rochester, Minnesota, dal 1988 al 1992.

Hayostek ha anche lavorato per la Mayo Clinic nelle sue sedi a Jacksonville, in Florida, ea Scottsdale, in Arizona.

In precedenza ha avuto incarichi accademici presso tre istituzioni. Era un oncologo delle radiazioni, assistente professore e direttore medico per l'oncologia delle radiazioni della comunità presso l'Università dello Utah. 

Ha servito a Las Cruces, Hayostek ha lavorato come direttore medico per l'oncologia delle radiazioni presso il Memorial Medical Center.

L'espansione che ha supervisionato ha contribuito ad aggiungere alcune delle attrezzature più recenti e una maggiore capacità al reparto di oncologia dell'ospedale.

La tecnologia è diventata solo più efficiente nel corso degli anni, ha affermato Hayostek. Quello che una volta poteva essere un lungo processo di calcolo dei parametri di un trattamento con radiazioni, ora avviene quasi istantaneamente.

Offre anche una maggiore precisione.

"Ora, ogni paziente riceve una TAC in modo da poter mappare le aree che si desidera trattare e le aree che non si desidera trattare in modo da bloccare i tessuti normali e prevenire gli effetti collaterali", ha affermato. Ma l'equazione umana rimane ancora la più importante, ha detto.

"È un intero team di persone nel dipartimento", ha detto. “Non è solo il medico, è il terapista che accende la macchina, i dosimetristi che calcolano le dosi ei fisici che calibrano la macchina. Hai dietologi, assistenti sociali, psicologi e navigatori che aiutano i pazienti a passare da un medico all'altro».

Hayostek ha lavorato nelle aree rurali e urbane, ma ha detto di avere una predilezione per i luoghi più aperti e agrari.

"Mio marito ed io siamo andati al liceo in una città di 1,000 persone in Iowa", ha detto. “Direi che a volte, nelle grandi città, può essere più facile esercitarsi perché hai tutto a posto lì. A volte, in una pratica rurale, devi lavorare un po' di più per fornire ai pazienti il ​​trattamento giusto o gli specialisti giusti.

“È più gratificante, perché le persone apprezzano lo sforzo che facciamo. Possiamo dare loro un trattamento eccellente al Cancer Center oa Las Cruces. A volte le persone non si rendono conto di avere quelle cose a disposizione e devi solo aiutarle a portarle nel posto giusto".

Presso l'UNM Cancer Center, Hayostek curerà tutti i tipi di cancro, ma è particolarmente interessata ai tumori gastrointestinali, al seno e alla testa e al collo.

È anche interessata alla medicina preventiva, avendo completato un anno di residenza in medicina preventiva dell'UNM nel giugno 2020.

"Ho fatto una varietà di cose, ma ho apprezzato ogni esperienza che ho avuto", ha detto.

UNM Centro completo per il cancro

L'University of New Mexico Comprehensive Cancer Center è il Cancer Center ufficiale del New Mexico e l'unico Cancer Center designato dal National Cancer Institute in un raggio di 500 miglia.

I suoi 146 medici specializzati in oncologia certificati dal consiglio includono chirurghi oncologici in ogni specialità (addominali, toracici, ossei e dei tessuti molli, neurochirurgia, genitourinario, ginecologia e tumori della testa e del collo), ematologi/oncologi medici adulti e pediatrici, oncologi ginecologici e radioterapisti oncologi. Insieme a oltre 600 altri professionisti sanitari oncologici (infermieri, farmacisti, nutrizionisti, navigatori, psicologi e assistenti sociali), forniscono cure al 65% dei malati di cancro del New Mexico in tutto lo stato e collaborano con i sistemi sanitari della comunità in tutto lo stato per fornire cura del cancro più vicino a casa. Hanno curato circa 13,000 pazienti in oltre 100,000 visite cliniche ambulatoriali oltre ai ricoveri ospedalieri presso l'UNM Hospital.

Un totale di quasi 1300 pazienti hanno partecipato a studi clinici sul cancro, il 40% dei quali ha partecipato a studi clinici testando nuovi trattamenti contro il cancro che includono test di nuove strategie di prevenzione del cancro e sequenziamento del genoma del cancro.

Gli oltre 100 ricercatori sul cancro affiliati all'UNMCCC hanno ricevuto 36.2 milioni di dollari in sovvenzioni federali e private e contratti per progetti di ricerca sul cancro. Dal 2015 hanno pubblicato quasi 1000 manoscritti e, promuovendo lo sviluppo economico, hanno depositato 136 nuovi brevetti e lanciato 10 nuove start-up di biotecnologie.

Infine, i medici, gli scienziati e il personale hanno fornito esperienze di istruzione e formazione a più di 500 studenti delle scuole superiori, universitari, laureati e post-dottorato nella ricerca sul cancro e nell'assistenza sanitaria sul cancro.

Categorie: Centro oncologico completo