Traduci
${alt}
di Cindy Foster

UNM TREE Center che lavora con le comunità per mitigare il COVID

Dall'accesso intermittente a Internet alla carenza continua di personale medico, le aree rurali del New Mexico hanno tradizionalmente affrontato sfide culturali e strutturali per l'assistenza sanitaria anche prima che colpisse l'attuale pandemia di COVID.

 Il Centro di Scienze della Salute dell'Università del New Mexico TREE ha recentemente ricevuto una sovvenzione per studiare come le politiche governative locali e statali COVID-19 stanno mitigando le disuguaglianze sanitarie esistenti delle popolazioni razziali, etniche e rurali.

 L'obiettivo dell'UNM HSC Transdisciplinary Research, Equity and Engagement Center for Advancing Behavioral Health (TREE Center) è sia di documentare ciò che ha funzionato, sia di cercare le migliori pratiche che possano avvantaggiare le popolazioni più vulnerabili dello stato e, in definitiva, della nazione in il futuro, secondo Lisa Cacari Stone, PhD, professore associato presso il College of Population Health e direttore e ricercatore principale del TREE Center.

 "La sovvenzione di 190,000 dollari riunisce specialisti di malattie infettive con scienziati sociali per analizzare i determinanti strutturali di COVID-19 sulle popolazioni razziali ed etniche della nazione", afferma Cacari-Stone.

 "Sappiamo che la politica governativa è il più grande determinante dell'equità sanitaria e dell'accesso alle cure in queste comunità, eppure sono trascurate da tutti i livelli di governo", afferma.

 Questo studio si espande su diversi obiettivi del Centro TREE, inclusa la compilazione di set di dati comuni per le analisi del team, lo sviluppo della forza lavoro scientifica, la traduzione e la diffusione di prove per gli interventi sulla disparità di salute e l'impegno della comunità e multi-stakeholder per far avanzare i risultati dell'equità sanitaria.

 I ricercatori lavoreranno con sensibilità verso le comunità affaticate dalla pandemia in tutto lo stato, afferma. 

 La pandemia ha già colpito i progetti di ricerca e il Centro TREE vuole mantenere una distanza rispettosa mentre lavora per indagare sugli effetti delle politiche locali.

 "Siamo andati per un'analisi dei dati secondari per evitare di disturbare le comunità che stanno già soffrendo di gravi difficoltà sanitarie, sociali ed economiche", afferma Cacari Stone. "Pensiamo che questo ci consentirà di mettere insieme i migliori dati che possono essere utilizzati per guidare gli interventi futuri e le priorità di ricerca, nel rispetto delle esigenze delle nostre comunità in questo momento".

 "Riteniamo che lo studio produrrà raccomandazioni politiche basate sulla scienza progettate per migliorare la salute e arrestare l'amplificazione delle disuguaglianze sanitarie durante la nostra attuale pandemia di COVID-19", aggiunge Blake Boursaw, MS, dell'UNM College of Nursing.

Gli investigatori del TREE Center che collaborano per accoppiare la modellazione delle malattie infettive con i determinanti strutturali della salute includono Cacari Stone, Boursaw, il dottorando in sociologia Kasim Ortiz, MS, lo studente MD-MPH Carlos Linares, i ricercatori del Clinical & Translational Science Center Yiliang Zhu, PhD e Jessica Reno , MPH, e l'epidemiologo sociale Dr. Zinzi Bailey.

Categorie: Collegio di salute della popolazione, Coinvolgimento della comunità, Diversità, Ricerca, Prima pagina