Traduci

Biografia

Il Dr. Linsenbardt ha conseguito la laurea in psicologia presso la San Diego State University e ha continuato a completare il suo dottorato di ricerca. in Neuroscienze delle dipendenze presso la Indiana University – Purdue University Indianapolis. Dopo una borsa di studio post-dottorato nel Laboratorio del Dr. Christopher Lapish, nell'autunno del 2019 ha avviato il proprio programma di ricerca presso il Dipartimento di Neuroscienze della School of Medicine dell'Università del New Mexico. genetica elettrofisiologica del consumo eccessivo di alcol nel corso della vita.

Aree di specializzazione

Neuroscienza comportamentale
Disturbi da uso/abuso di alcol e altre sostanze
Elettrofisiologia extracellulare
Genetica molecolare e di popolazione

Attività Educativa

PhD, Neuroscienze delle dipendenze, (2012):
Università dell'Indiana - Purdue University
Indinapolis, IN

SM, neuroscienze comportamentali (2008):
Università di Binghamton (SUNY)
Binghamton, NY

BA, Psicologia (2004):
San Diego State University
San Diego, CA

Risultati e premi

  • International Behavioral and Neural Genetics Society Outstanding Postdoctoral Fellow Award - 2013
  • Paul J. McKinley Award for Outstanding Graduate Student in Addiction Neuroscience - 2012
  • Premio al merito per studenti laureati, Binghamton University - 2006  

Pubblicazioni chiave

  • MD Morningstar, DN Linsenbardt e CC Lapish (in stampa). L'etanolo altera la variabilità, ma non la velocità, dell'attivazione nei neuroni della corteccia prefrontale mediale di ratti svegli e che si comportano. Alcol Clin Exp Ris.
  • C. Ardinger, N. Grahame, C. Lapish, D. Linsenbardt (in corso di stampa). Topi ad alta preferenza per l'alcol mostrano una reazione alla perdita di etanolo ricompensa a seguito di ripetute abbuffate. Alcol Clin Exp Ris.
  • Linsenbardt DN, Timme NM e Lapish CC (2019). La codifica dell'intenzione di bere alcolici da parte della corteccia prefrontale è attenuata nei ratti con una storia familiare di consumo eccessivo di alcol. eNeuro, 6. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31358511/
  • Linsenbardt DN, MP fumatore, Janetsian SS, Lapish CC (2017). L'impulsività nei roditori con una predisposizione genetica al consumo eccessivo di alcol è associata alla mancanza di una strategia prospettica. Cogn Affect Behav Neurosci., 17(2):235-251. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28000083/
  • Linsenbardt DN & Boehm SL, 2° (2013). Determinazione dell'ereditarietà della sensibilizzazione locomotoria indotta da etanolo nei topi utilizzando la selezione comportamentale a breve termine. Psicofarmacologia (Berl), 230, 267-78. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23732838/
  • Linsenbardt DN, Moore EM, Gross C., Goldfarb K., Blackman L., Boehm SL, 2° (2009). Sensibilità e tolleranza agli effetti ipnotici e atassici dell'etanolo in topi C57BL/6J e DBA/2J adolescenti e adulti. Alcolismo Clin Exp Res., 33 (3): 464-76. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/19120054/

Sesso

lui, lui

Le Lingue

  • Inglese

Ricerca

L'area di interesse principale dei miei laboratori riguarda le cause neurobiologiche e le conseguenze dei disturbi da uso/abuso di sostanze, in particolare i disturbi da uso di alcol (AUD). Valutiamo il ruolo dei geni e del background genetico sull'esposizione ai farmaci nel corso della vita, attraverso l'integrazione di sistemi di genetica e tecniche di neuroscienza dei sistemi. Gli studi prevedono la registrazione dell'attività neurale di grandi popolazioni di neuroni nel cervello di organismi modello impegnati nell'assunzione di droghe, compiti cognitivi complessi e molti altri comportamenti. Esploriamo la genetica molecolare dietro l'attività cerebrale che registriamo, con l'obiettivo di identificare i sistemi biologici che possono essere utilizzati come bersagli per l'intervento.

Corsi insegnati

  • Psicologia dello sviluppo - Docente
  • Psicologia Generale - Docente
  • Droghe e comportamento - Docente
  • Neuroscienze comportamentali - Docente
  • Laboratorio di apprendimento degli animali - Istruttore
  • Progettazione e analisi statistica - Docente